laRegione
24.08.21 - 16:38
Aggiornamento: 17:58

'mievaccinazioni': finiti i soldi, finita l'attività

La piattaforma 'mievaccinazioni.ch' era stata chiusa a metà maggio a causa di lacune in materia di sicurezza

mievaccinazioni-finiti-i-soldi-finita-l-attivita
(Depositphotos)

La fondazione mievaccinazioni, che gestiva un libretto delle vaccinazioni elettronico, ha messo fine alle sue attività per mancanza di mezzi finanziari. Tutti i dati immagazzinati sui suoi server non possono più essere trattati. La protezione dei consumatori denuncia una situazione "inaccettabile".

La piattaforma mievaccinazioni.ch (meineimpfungen.ch in tedesco, mesvaccins.ch in francese) era stata chiusa a metà maggio a causa di lacune in materia di sicurezza. Alla fine di marzo, la rivista online svizzerotedesca Republik.ch aveva rivelato che 450'000 dati di vaccinazione, compresi quelli di 240'000 persone immunizzate contro il Covid-19, erano apertamente accessibili e manipolabili.

Malgrado "generosi" sostegni ricevuti negli ultimi mesi dai suoi partner, la fondazione non è stata in grado di generare i finanziamenti necessari per continuare le sue attività. Ha quindi dovuto chiedere la liquidazione all'Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni, indica oggi in una e-mail indirizzata ai suoi utenti.

Le attività operative legate alla piattaforma mievaccinazioni.ch sono state interrotte. Tutti i dati, compresi quelli degli utenti della piattaforma, rimarranno immagazzinati in modo sicuro, ma non saranno più trattati. È quindi impossibile rispondere alle richieste di invio o di cancellazione dei dati, comprese quelle che sono attualmente in sospeso, sottolinea la fondazione.

'Uno scandalo'

Secondo l'associazione svizzerotedesca per la protezione dei consumatori (SKS), circa 1'200 richieste di informazioni e 500 richieste di cancellazione sono pendenti, molte delle quali "da cinque mesi". La fondazione le ignorerà, ha detto indignata SKS, denunciando uno "scandalo".

Stando all'associazione, migliaia di persone hanno riposto la loro fiducia nell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), nella Federazione dei medici svizzeri (FMH) e nell'associazione di farmacisti Pharmasuisse, che per anni hanno finanziato la fondazione mievaccinazioni e raccomandato i suoi servizi.

Oggi, questi organismi "vogliono sottrarsi alle loro responsabilità e privare le persone interessate dei diritti fondamentali che conferisce loro la Legge sulla protezione dei dati", critica la SKS. "Non lo accetteremo e consideriamo di prendere misure legali o politiche".

Soluzione da trovare

La fondazione assicura che il futuro dei dati deve essere chiarito in collaborazione con l'Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni, l'UFSP e l'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT).

Nel quadro della sua liquidazione, la fondazione afferma di sforzarsi di trovare una soluzione che permetta agli utenti di accedere di nuovo ai loro dati. Se non si trova una soluzione, i dati rimarranno inaccessibili per il prossimo futuro - se non in modo definitivo.

La piattaforma mievaccinazioni.ch è stata gestita dalla fondazione su incarico dell'UFSP: documentava in particolare le vaccinazioni contro il Covid-19 nel libretto di vaccinazione elettronico.

Leggi anche:

Non sarà riattivata la piattaforma ‘lemievaccinazioni’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Due morti a Disentis per una valanga
La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
1 ora
La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna
Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
4 ore
La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record
Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
6 ore
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
7 ore
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
Svizzera
8 ore
L’urto e poi le fiamme: incidente sull’A2, una donna è grave
Il sinistro è avvenuto questa notte fra il tunnel del Seelisberg e Altdorf. La conducente è uscita dal veicolo incendiato con l’aiuto di altre persone
la guerra in ucraina/1
9 ore
Sulla riesportazione delle armi svizzere il vento è cambiato
Commissione degli Stati vuole allentare la legge. Anche per sostenere l’industria bellica svizzera. Le risposte alle principali domande.
Svizzera
1 gior
Riesportazione di armi: ‘La legge va allentata’
La commissione della politica di sicurezza degli Stati ha chiesto con 6 voti contro 4 e 2 astensioni di modificare la legge federale sul materiale bellico
Svizzera
1 gior
Compromesso all’orizzonte sulla riforma della Lpp
Sul modello di compensazione, la commissione del Nazionale si allinea al Consiglio degli Stati. Restano in sospeso altri punti
Svizzera
1 gior
Iniziativa sui ghiacciai, al popolo l’ultima parola
Le firme raccolte sono oltre il doppio di quelle necessarie: riuscito il referendum dell’Udc contro la legge per la neutralità carbonica entro il 2050
© Regiopress, All rights reserved