laRegione
udc-no-a-legge-covid-e-iniziativa-99
Keystone
21.08.21 - 14:52
Aggiornamento: 22.08.21 - 16:40
Ats, a cura de laRegione

UDC, no a 'Legge Covid' e 'iniziativa 99%'

Lo ha deciso oggi l'assemblea dei delegati democentrista riunita a Granges-Paccot

L'UDC raccomanda la bocciatura della revisione della Legge covid-19 in votazione il prossimo 28 novembre. Lo ha deciso oggi l'assemblea dei delegati riunita a Granges-Paccot (FR) con 181 voti contro 23. "No" anche all'"iniziativa 99%".

La decisione di bocciare la Legge covid-19 non è una sorpresa: già ieri sera il comitato direttivo aveva raccomandato di bocciare la legge che autorizza in particolare il certificato covid, ma rafforza anche il sostegno ai casi di rigore e introduce misure per i lavoratori indipendenti, disoccupati, le società sportive professionistiche, il settore culturale e quello degli eventi. Contro la revisione legislativa, adottata dal Parlamento il 19 marzo ed entrata subito in vigore poiché dichiarata urgente, tre comitati referendari avevano raccolto complessivamente 187'239 firme.

La Legge Covid-19 è stata criticata sin dall'inizio dal gruppo parlamentare democentrista, in particolare a causa dell'associazione di temi diversi. La "frazione" UDC alle Camere federali ha tentato invano di separare i due oggetti. Oggi questo aspetto è stato sollevato, ma il punto maggiormente controverso è il certificato sanitario.

"Il passaporto covid crea una società a due velocità", ha sostenuto il consigliere nazionale vallesano Jean-Luc Addor. Il presidente dei giovani UDC David Trachsel ha da parte sua sottolineato l'importanza di difendere la libertà individuale.

In precedenza, nel suo discorso di benvenuto, il presidente UDC Marco Chiesa ha nuovamente criticato la politica portata avanti dallo schieramento rosso-verde. "Essere a sinistra significa vivere a detrimento degli altri", ha detto il ticinese aggiungendo che la "politica di sinistra consiste nel gettare dalla finestra i soldi guadagnati da altri".

Chiesa ha puntato in particolare il dito contro la cosiddetta "iniziativa 99%" della Gioventù socialista (Giso), che vuole tassare al 150% (e non più al 100%) una parte del reddito da capitale. La proposta di modifica costituzionale è particolarmente dannosa per le imprese e le start-up. Le imprese dovranno versare somme enormi allo stato, soldi che queste necessitano per sopravvivere e investire. Conseguenza: la Svizzera diventerà meno attrattiva per gli investitori e gli impieghi saranno minacciati.

Il consigliere nazionale friburghese Pierre-André Page ha parlato di "uragano fiscale" che colpirà tutti coloro che possiedono una casa, un appartamento, un'impresa o un'azienda agricola. Le conseguenze saranno una diminuzione dei salari e un aumento della disoccupazione, ha aggiunto. L'iniziativa popolare è quindi stata bocciata all'unanimità dall'assemblea.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
assemblea udc
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
9 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
9 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
10 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
11 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
13 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
16 ore
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
1 gior
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
1 gior
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
© Regiopress, All rights reserved