laRegione
18.08.21 - 19:13

Ginevra chiama Berna: ‘Accogliamo i rifugiati’

La città sede della Croce Rossa spinge per istituire al più presto una procedura facilitata d'ingresso per chi fugge dall'Afghanistan

Ats, a cura de laRegione
ginevra-chiama-berna-accogliamo-i-rifugiati
La sede della Croce Rossa internazionale (Keystone)

La Città di Ginevra si dice favorevole ad accogliere rifugiati afgani in pericolo. Chiede alla Confederazione di istituire immediatamente una procedura facilitata che permetta loro di beneficiare in un primo tempo di un visto umanitario.

"La Svizzera deve agire con urgenza perché le persone che fuggono dal loro paese possano trovare una terra d'asilo", ha indicato stamane la Città di Ginevra. La Svizzera, fiera della sua tradizione di ospitalità, sede di numerose organizzazioni internazionali e patria della Croce Rossa, non può rimanere a guardare mentre una terribile tragedia si consuma in Afghanistan, si legge nel comunicato.

Secondo la città bisogna agire rapidamente, ne dipende la sicurezza di migliaia di persone minacciate dalla presa di potere dei talebani "che non considerano le donne uguali agli uomini, impongono la sharia come unica legge, non rispettano le minoranze religiose e minacciano l'equilibrio di una regione strategica del mondo".

Ginevra accoglie positivamente il fatto che la Confederazione abbia sospeso le espulsioni, ma richiede di riesaminare le decisioni di rifiuto d'asilo. Fa infatti parte dell'Alleanza di città e comuni che si impegnano ad accogliere più rifugiati in Svizzera.

Il Consiglio federale ha indicato oggi che la situazione in Afghanistan è attualmente troppo instabile per considerare di accogliere i rifugiati. La priorità per ora è quella di sfollare gli impiegati locali, le cui vite potrebbero essere a rischio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
10 ore
Sempre più problemi per l’approvvigionamento di farmaci
Le carenze, come precisa l’Ufsp, erano già preesistenti e non dipendono dalla guerra in Ucraina. Mancano anche centinaia di prodotti salvavita
Svizzera
12 ore
Fino a oltre un’ora di coda alle biglietterie Ffs
K-Tipp traccia una mappa della Svizzera in base ai tempi di attesa agli sportelli delle principali stazioni. A Zurigo fino 71 minuti di fila
Svizzera
12 ore
‘Finora tante promesse, ma troppi pochi soldi’
Il Fondo di risarcimento per le vittime dell’amianto sta ancora attendendo i 30 milioni preannunciati da imprese e organizzazioni economiche
Svizzera
12 ore
Abbattuta una giovane lupa in Val Lumnezia
L’esemplare faceva parte del branco di Wannaspitz. L’autorizzazione a cacciarla era stata emessa a inizio settembre
Svizzera
13 ore
Non ci sarà recessione, ma una crescita del Pil più lenta
Lo indicano le previsioni del Kof, che rivede al ribasso la progressione del Prodotto interno lordo
Svizzera
14 ore
La Città di Zurigo ‘congela’ la cannabis legale
Decisione inevitabile in attesa dell’approvazione definitiva del progetto da parte di Berna. Il tutto slitta alla prima metà del 2023
Svizzera
15 ore
La distribuzione di eroina in forma agevolata proseguirà
Le persone stabili dal punto di vista sociosanitario potranno continuare a portare le dosi in compresse a casa anziché recarsi giornalmente nei centri
Svizzera
15 ore
Grigioni, passo avanti per il centro Sup
La commissione preparatoria del Gran Consiglio retico avalla il progetto per la costruzione della nuova Scuola universitaria professionale
Svizzera
15 ore
I funzionari pubblici ginevrini incrociano le braccia
Dal malcontento per il budget 2023 allo sciopero: mercoledì prossimo una giornata di astensione dal lavoro. Baud: ‘È la prima tappa’
Svizzera
16 ore
‘Pronti a ritirare l’Iniziativa per i ghiacciai’
Soddisfatto dal controprogetto, a determinate condizioni il comitato promotore potrebbe fare retromarcia
© Regiopress, All rights reserved