laRegione
09.08.21 - 08:39
Aggiornamento: 18:46

L'ex procuratore federale straordinario critica la giustizia

Stefan Keller aveva rimesso il suo mandato dopo che il Tribunale penale federale ha accolto una richiesta di ricusazione presentata da Gianni Infantino

Ats, a cura de laRegione
l-ex-procuratore-federale-straordinario-critica-la-giustizia
Stefan Keller (Keystone)

L'ex procuratore federale straordinario Stefan Keller ha rimesso il suo mandato a maggio a seguito della decisione del Tribunale penale federale (Tpf) di accogliere una richiesta per la sua ricusazione. In un'intervista, critica il Tpf e il Ministero pubblico della Confederazione (Mpc) per averlo sconfessato.

Il Tribunale penale federale di Bellinzona lo ha deliberatamente messo da parte emettendo una sentenza senza appello nell'inchiesta contro il presidente della Fifa Gianni Infantino, ha affermato Keller in un'intervista pubblicata oggi sulla Nzz. L'ex procuratore straordinario accusa i tre giudici di parzialità: due di essi appartengono all'Udc di Zurigo, così come l'avvocato difensore di Infantino, sostiene.

Keller ritiene che fosse nel loro interesse allontanarlo perché le sue indagini riguardavano anche i giudici di Bellinzona. I membri del Tpf devono essere rieletti dal parlamento questo autunno. Il tribunale è stato e continua a essere criticato dai media a causa di numerosi incidenti. Ulteriori problemi avrebbero potuto essere estremamente pericolosi, ha detto l'ex procuratore.

Keller critica anche la Procura Federale, per la quale ha lavorato. I casi importanti non gli sono stati sottoposti fino alla fine del suo mandato, ha detto. L'ostruzione “del procuratore federale straordinario è stata probabilmente sistematica e suggerisce che il Ministero pubblico della Confederazione non è (ancora) pronto ad assumersi la responsabilità degli anni passati”, ha aggiunto. Né il Tpf né l'Mpc hanno per il momento commentato le accuse di Keller.

Possibilità di ricorso

Il presidente del Tribunale cantonale di Obvaldo sostiene che le domande di ricusazione e altre decisioni della Corte dei reclami penali di Bellinzona dovrebbero poter essere oggetto di ricorso al Tribunale federale di Losanna, come i procedimenti cantonali.

Per quanto riguarda il caso Fifa, Keller non è molto ottimista. A suo parere, una tale procedura non può essere portata avanti senza un'istanza di appello indipendente. Questo richiederebbe un cambiamento di personale o un rimpasto a Bellinzona a breve termine. Inoltre, gli ostacoli all'interno del Mpc rimarranno fino a quando non sarà eletto un nuovo procuratore federale pronto a fare pulizia, ha aggiunto.

Dubbi della Fifa

Keller è il primo procuratore federale straordinario nominato dal Parlamento a settembre per indagare sugli incontri informali tra l'ex procuratore federale Michael Lauber e il presidente della Fifa Gianni Infantino.

La Fifa aveva espresso dubbi sulle qualifiche di Keller e ha presentato diverse denunce alla Corte penale federale. Lo ha accusato, tra l'altro, di essersi comportato in modo non conforme alle norme giuridiche basilari.

All'inizio di maggio, la Corte dei reclami del Tpf ha accolto la richiesta di ricusazione presentata da Infantino contro Stefan Keller ritenendo che le dichiarazioni alla stampa del magistrato giustificavano il suo ritiro dall'inchiesta. Il procuratore federale straordinario ha rimesso il suo mandato due settimane dopo. In quell'occasione ha spiegato che, data l'attuale composizione del Tribunale penale federale di Bellinzona, non riteneva di essere più in grado di completare le indagini in un tempo ragionevole. La successione di Keller e quella del capo del Mpc, lasciata vacante un anno fa dopo le dimissioni di Michael Lauber, devono ancora essere decise.

Leggi anche:

Vicenda Fifa, Stefan Keller si ritira

Vicenda Fifa, ricusato il procuratore federale Stefan Keller

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Sempre più problemi per l’approvvigionamento di farmaci
Le carenze, come precisa l’Ufsp, erano già preesistenti e non dipendono dalla guerra in Ucraina. Mancano anche centinaia di prodotti salvavita
Svizzera
13 ore
Fino a oltre un’ora di coda alle biglietterie Ffs
K-Tipp traccia una mappa della Svizzera in base ai tempi di attesa agli sportelli delle principali stazioni. A Zurigo fino 71 minuti di fila
Svizzera
13 ore
‘Finora tante promesse, ma troppi pochi soldi’
Il Fondo di risarcimento per le vittime dell’amianto sta ancora attendendo i 30 milioni preannunciati da imprese e organizzazioni economiche
Svizzera
13 ore
Abbattuta una giovane lupa in Val Lumnezia
L’esemplare faceva parte del branco di Wannaspitz. L’autorizzazione a cacciarla era stata emessa a inizio settembre
Svizzera
15 ore
Non ci sarà recessione, ma una crescita del Pil più lenta
Lo indicano le previsioni del Kof, che rivede al ribasso la progressione del Prodotto interno lordo
Svizzera
16 ore
La Città di Zurigo ‘congela’ la cannabis legale
Decisione inevitabile in attesa dell’approvazione definitiva del progetto da parte di Berna. Il tutto slitta alla prima metà del 2023
Svizzera
16 ore
La distribuzione di eroina in forma agevolata proseguirà
Le persone stabili dal punto di vista sociosanitario potranno continuare a portare le dosi in compresse a casa anziché recarsi giornalmente nei centri
Svizzera
17 ore
Grigioni, passo avanti per il centro Sup
La commissione preparatoria del Gran Consiglio retico avalla il progetto per la costruzione della nuova Scuola universitaria professionale
Svizzera
17 ore
I funzionari pubblici ginevrini incrociano le braccia
Dal malcontento per il budget 2023 allo sciopero: mercoledì prossimo una giornata di astensione dal lavoro. Baud: ‘È la prima tappa’
Svizzera
17 ore
‘Pronti a ritirare l’Iniziativa per i ghiacciai’
Soddisfatto dal controprogetto, a determinate condizioni il comitato promotore potrebbe fare retromarcia
© Regiopress, All rights reserved