laRegione
sentenza-per-stupro-in-500-in-piazza-a-basilea
Keystone
‘Solo sì vuol dire sì’
08.08.21 - 16:33

Sentenza per stupro, in 500 in piazza a Basilea

Manifestazione di protesta contro le parole della giudice che ha incolpato implicitamente la vittima per la violenza subita dal suo aggressore

Basilea – Circa 500 persone si sono riunite domenica pomeriggio davanti alla Corte d'appello di Basilea. Hanno protestato contro una recente sentenza in un processo per stupro.

Alla fine di luglio, il tribunale ha ridotto la pena inflitta in prima istanza a uno stupratore. Al raduno di protesta sono state particolarmente criticate le dichiarazioni della presidente della Corte d'appello. Secondo quanto hanno riferito diversi media, la giudice avrebbe incolpato implicitamente la vittima, sostenendo che avrebbe «giocato col fuoco» e lanciato «segnali sbagliati» agli uomini.

Il verdetto ha scatenato discussioni in tutta la Svizzera. Giovedì, la Corte d'appello ha risposto alle critiche facendo riferimento a "numerosi malintesi". La sentenza non è ancora cresciuta in giudicato. L'accusa e la vittima stanno aspettando le motivazioni scritte prima di decidere se ricorrere al Tribunale federale.

Leggi anche:

Violenza sessuale, i ‘segnali sbagliati’ di una sentenza

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
basilea manifestazione sentenza stupro vittima
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Negazionista multirecidivo condannato a sei mesi di carcere
L’uomo aveva definito la Shoah una frode e postato varie tesi razziste sui social. Nessuna sospensione condizionale concessa: dovrà scontare la pena
Svizzera
4 ore
Vittime di violenza, servono centri di prima assistenza
Lo indica una mozione della ticinese Marina Carobbio Guscetti, e che il Consiglio federale si dice pronto ad accogliere
Svizzera
5 ore
Per Smood un Ccl con migliori condizioni di lavoro. Unia critica
Il Ccl negoziato prevede un salario minimo di 23 fr./ora e un minimo di 4 ore di lavoro settimanali garantite. Dovrà ora essere accettato dal personale
Svizzera
5 ore
Più mezzi ai servizi segreti contro l’estremismo violento
Fra le novità poste in consultazione l’accresciuta sorveglianza dell’estremismo violento, anche con metodi di controllo intrusivi, e dei flussi finanziari
Svizzera
6 ore
Ciclista ubriaco dà in escandescenze alla centrale di polizia
Movimentato fermo di un uomo in sella alla sua bici in stato di ebbrezza ieri sera a Weinfelden
Svizzera
7 ore
Passo del Furka, riapertura anticipata al 25 maggio
Inizialmente previsto per il 10 giugno, il via libera è stato anticipato poiché i lavori di sgombero della neve e di ripristino sono a buon punto
Svizzera
7 ore
Servizio universale, statu quo della ComCom fino a fine 2023
Complice la revisione dell’ordinanza sui servizi di telecomunicazione, la concessione a Swisscom sarà prolungata d’ufficio di un anno
Svizzera
9 ore
Caro-carburanti, da Berna niente sgravi sui dazi
Per ora non sussiste alcuna necessità immediata di adottare misure compensatorie: così il governo risponde a diversi interventi parlamentari
Svizzera
10 ore
Fondi russi bloccati: ‘Sanzioni di ampiezza e peso mai visti’
Parole di elogio dall’ambasciatore americano nella Confederazione per gli sforzi di Berna nella ricerca dei capitali da congelare: ‘Sforzi immensi’
Svizzera
10 ore
Sostegno secolare a favore di 3’000 progetti e associazioni
Rosso semi-trasparente: è il centesimo distintivo del 1° agosto di Pro Patria. Dalla sua creazione, stanziati quasi 500 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved