laRegione
abu-ramadan-accusato-di-discriminazione-razziale
Keystone
La moschea Ar’Rahman di Bienne
Svizzera
04.08.21 - 18:360
Aggiornamento : 21:15

Abu Ramadan accusato di discriminazione razziale

Nel 2017 avrebbe incitato all’odio nella moschea Ar’Rahman di Bienne. Il controverso predicatore ora andrà a processo. Rischia anche l’espulsione.

Berna – Il controverso predicatore 68enne libico Abu Ramadan dovrà rispondere davanti al tribunale regionale di Bienne delle accuse di discriminazione razziale e truffa. Lo ha comunicato oggi la procura del Giura-Seeland.

L'uomo avrebbe incitato all'odio contro persone in base alla loro religione o etnia in una predica nella moschea Ar'Rahman di Bienne il 7 luglio 2017. Il procedimento legale - precisa la nota - è stato innescato da una denuncia penale.

L'indagine ha richiesto molto tempo. Per prima cosa, un esperto ha dovuto tradurre il sermone dall'arabo al tedesco. Poi l'ufficio del ministero pubblico ha ottenuto una perizia sull'interpretazione di ciò che è stato detto.

Secondo le conclusioni della procura, Abu Ramadan "ha espresso ripetutamente il desiderio che certe persone o gruppi di persone di certe etnie o religioni venissero distrutti". Ha quindi incitato all'odio ed è colpevole di discriminazione razziale.

Il caso era diventato noto attraverso notizie dei media. Il 68enne aveva preso di mira ebrei, cristiani, indù, russi e sciiti. Nel frattempo il predicatore ha interrotto le sue attività nella moschea su richiesta dell'associazione di sostegno.

Presunta truffa all’assistenza

Abu Ramadan è anche accusato di ricevere illegalmente l'assistenza sociale. Anche queste indagini sono state "estremamente complesse", scrive il ministero pubblico. L'accusato non ha collaborato all'inchiesta e in particolare non ha risposto alle domande sul suo reddito.

Il comune di residenza di Abu Ramadan, Nidau vicino a Bienne, aveva presentato una denuncia per una presunta truffa all'assistenza sociale. Il libico aveva dichiarato al comune di non avere nessun reddito e nessun patrimonio.

Tuttavia, secondo le conclusioni della procura, l'uomo organizzava pellegrinaggi ottenendo così in parte un reddito concreto. In parte, però, ha rinunciato al denaro. Dal punto di vista della procura, il sospetto di ricezione illegale di prestazioni sociali è fondato.

Rischia l’espulsione

Abu Ramadan ha sempre negato le accuse. Il 68enne ha già perso il diritto di asilo e lo status di rifugiato ottenuto nel 1998 per essersi recato in Libia diverse volte. Vive in Svizzera grazie a un permesso C di domicilio. Se dovesse essere riconosciuto colpevole sarà espulso.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
C’è un ‘caso Maurer’ in Consiglio federale?
Maurer in un discorso pubblico ha parlato di fallimento del governo nella crisi-Covid e di leggi scritte dalla task force. Il Ps chiede una presa di posizione
Svizzera
1 ora
‘La Confederazione assuma i danni causati dai lupi’
Il Consiglio nazionale ha accolto una mozione di Fabio Regazzi (Centro) che chiede di correggere una ripartizione dei costi giudicata ‘iniqua’
Svizzera
1 ora
Il Nazionale vuole altri 4 anni di moratoria sugli Ogm
Netta maggioranza alla Camera del popolo a favore di un’agricoltura senza organismi geneticamente modificati fino al 2025
Svizzera
3 ore
In Svizzera 1’632 contagi, in calo i ricoveri
Continua a scendere l’incidenza, mentre l’occupazione Covid in cure intense resta sotto il 30% per il terzo giorno di fila. 5 i decessi segnalati
Svizzera
5 ore
In Svizzera la pandemia sta frenando, meno contagi e ricoveri
I casi registrati calano di quasi un terzo su base settimanale. In Ticino si registra l’incidenza minore, con 49 casi settimanali ogni 100’000 abitanti
Svizzera
5 ore
Cure intense e triage, peseranno anche sforzi richiesti e durata
L’Accademia svizzera delle scienze mediche (Assm) ha aggiornato le linee guida per le scelte da parte dei sanitari in caso di sovraccarico dei reparti
Svizzera
6 ore
Marchesi: ‘Via il divieto di gare automobilistiche in circuito’
Il Consigliere nazionale Piero Marchesi ha depositato un’iniziativa parlamentare. Il divieto risale al 1955 in seguito al grave incidente a Le Mans
Svizzera
6 ore
Dai cantoni grandi sforzi per aumentare le vaccinazioni
Squadre mobili, ‘vaxbus’ e campagne mirate: molte le strategie messe in atto. Dopo le vacanze estive il numero di vaccinazioni è tornato ad aumentare
Svizzera
7 ore
Oltre il 17% degli alunni svizzeri è in sovrappeso
Lo rivela uno studio di Promozione Salute Svizzera su 29’000 alunni di nove cantoni, fra cui i Grigioni, e quattro città. Pesano nazionalità ed estrazione sociale
Svizzera
7 ore
80 milioni allo sport, dentro ‘Velodromo Ticino’ e Pse luganese
Unanimità agli Stati sul credito per la promozione dello sport in Svizzera per il periodo 2022-2027, in cui sono inclusi i due progetti ticinesi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile