laRegione
03.08.21 - 12:43
Aggiornamento: 13:23

Più giovani, sovrappeso, con malattie preesistenti

Studio svizzero traccia l’identikit del paziente Covid ‘medio’ ricoverato in cure intense durante la terza ondata. Differenze dovute al vaccino, ma non solo..

piu-giovani-sovrappeso-con-malattie-preesistenti
Ti-Press
Durante la terza ondata si è abbassata l’età media delle persone ricoverate in cure intense

Zurigo – Cambia la tipologia di persone ricoverate in cure intense a causa del coronavirus: durante la terza ondata, quella della scorsa primavera, i pazienti erano meno anziani, avevano un indice di massa corporea più alto e soffrivano maggiormente di patologie preesistenti, come malattie croniche. Lo indica l'Università di Zurigo.

Le differenze sono probabilmente in gran parte dovute alla campagna di vaccinazione nazionale, afferma il medico dell'Ospedale universitario di Zurigo e autore principale dello studio, Matthias Hilty, citato in una nota.

Non solo vaccinazione

Tuttavia, lo spostamento dell'età verso pazienti più giovani non è solo dovuto alla campagna vaccinale. L'ospedale universitario suppone anche che le caratteristiche virali siano cambiate. Le persone con i fattori di rischio menzionati - con patologie persistenti o in sovrappeso - hanno reagito diversamente al virus nella terza ondata rispetto alla prima e alla seconda.

Più in generale, nella terza ondata i pazienti ricoverati in cure intense hanno sopportato meglio il Covid-19: hanno avuto una minore concentrazione di globuli bianchi e necessitavano meno spesso di supporto circolatorio, scrive l'ateneo zurighese.

Sindrome da distress respiratorio

Questi pazienti hanno invece sofferto più spesso della Sindrome da distress respiratorio, che fa diminuire la concentrazione di ossigeno nel sangue. Questa malattia può causare danni permanenti anche nelle persone più giovani. Studi hanno dimostrato che solo la metà dei giovani pazienti che soffrono di una grave forma della sindrome è in grado di tornare completamente al lavoro dopo un anno.

Per realizzare lo studio sono stati analizzati i dati di tutti i 1829 pazienti che si sono trovati in terapia intensiva in un ospedale svizzero a causa del covid-19. Di questi, 1690 sono stati ricoverati durante la prima e la seconda ondata, 139 durante la terza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 ore
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
11 ore
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
Svizzera
11 ore
‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’
Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’
Svizzera
12 ore
In dogana con un ghepardo imbalsamato
Benché debitamente dichiarato, l’animale è stato sequestrato in quanto mancava l’autorizzazione basata sulla convenzione di Washington
Svizzera
12 ore
Duecentomila voci per la responsabilità delle multinazionali
A due anni dalla bocciatura alle urne dell’iniziativa, depositata alla Cancelleria federale una petizione che chiede una legge efficace
Svizzera
13 ore
Dodici milioni di... anelli per la Catena della solidarietà
È l’importo delle donazioni raccolte a favore delle vittime della carestia nell’Africa orientale
Svizzera
14 ore
Operaio travolto dal treno nella notte a Rickenbach
Nonostante i tentativi di rianimazione, l’uomo, un 34enne serbo, è deceduto sul posto. Ancora da chiarire le cause esatte dell’incidente
Svizzera
14 ore
Cure ambulatoriali e ospedaliere finanziate su base unitaria
Il Consiglio degli Stati approva la riforma di legge sull’assicurazione malattie. Sulla quale ora dovrà esprimersi il Nazionale
Svizzera
15 ore
I rapporti con l’Unione europea vanno rilanciati
È l’appello sottoscritto da duecento personalità svizzere. Che chiedono al Consiglio federale di chiarire quanto prima le sue intenzioni
Svizzera
15 ore
Si schianta contro un albero: morto un 21enne
Grave incidente della circolazione ieri sera a Uster. A seguito della violenza dell’impatto, il giovane è deceduto sul posto
© Regiopress, All rights reserved