laRegione
22.07.21 - 18:29

La task-force: sistema 'a colori' per i Paesi a rischio

Gli esperti chiedono la quarantena per chi proviene da una zona 'viola', ovvero ad alta circolazione di varianti preoccupanti anche per i vaccinati

la-task-force-sistema-a-colori-per-i-paesi-a-rischio
(Keystone)

Una nuova classificazione dei Paesi a rischio, con misure di controllo alle frontiere per ridurre i rischi, e che preveda misure diverse, per i viaggiatori, a seconda del rischio di contagio. È quanto propone la task-force Covid-19 federale in un documento pubblicato sul proprio sito, sottolineando che, come noto, "la diffusione del virus SARS-CoV-2 sta aumentando in Svizzera e l’apertura delle frontiere internazionali comporta casi di infezione importati". Casi che, soprattutto se legati alla variante Delta, possono causare focolaio difficili da controllare se non rilevati. 

La task-force propone dunque di considerare il livello di screening del virus e di circolazioni delle varianti preoccupanti per delineare il profilo di rischio di un Paese, utilizzando uno schema "a colori" per la classificazione e le relative misure da applicare ai viaggiatori. Questo lo schema proposto dagli esperti della Confederazione:

  • verde: Paesi che presentano un numero di casi in 14 giorni inferiore a  60 per 100'000 abitanti (il livello della Svizzera all'inizio del mese di luglio 2021;
  • rosso: Paesi con un'incidenza maggiore di 60 casi su 100'000 abitanti in 14 giorni;
  • viola: Paesi in cui si verifica "una trasmissione di comunità di una variante preoccupante";
  • grigio: Paesi che eseguono meno di 10'000 test per milione di abitanti o il cui dato al riguardo non è disponibile, tale che non sia possibile valutare la situazione di rischio del Paese-

La task-force propone dunque di introdurre, per i viaggiatori non vaccinati provenienti da zone diverse da quella "verde", l'obbligo di presentare un test negativo effettuato prima della partenza verso la Svizzera (un test PCR effettuato entro 72 ore o un test antigenico rapido effettuato entro 24 ore), e di sottoporsi comunque a una quarantena di 10 giorni, che può essere interrotta al settimo giorno con un test negativo. Tale obbligo di test e quarantena verrebbe esteso anche ai vaccinati nel caso di provenienza da un paese "viola". L'isolamento, in caso di test positivo, e la quarantena dovrebbero avvenire in strutture specifiche (come i Covid-Hotel). Secondo gli esperti, l'uso dell'app SwissCovid o di un'altra app di tracciamento interoperabile con SwissCovid dovrebbe essere obbligatorio.

 

La task-force, infine, consiglia di non recarsi in Paesi non verdi se non per motivi essenziali (come definito dal Concilio federale), e in questo caso, di registrare nome, scopo della visita, data di uscita e data di ritorno prevista e archiviare questi dati in un database dedicato di un ufficio federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 min
Rösti e Herzog sempre favoriti, ma i gruppi non si sbottonano
Ultime audizioni oggi dei candidati al Consiglio federale. Solo i Verdi liberali fanno una raccomandazione: a favore della ‘senatrice’ basilese.
consiglio degli stati
59 min
Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’
‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
4 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
7 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
7 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
14 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
22 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
23 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
23 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
1 gior
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
© Regiopress, All rights reserved