laRegione
15.07.21 - 19:50
Aggiornamento: 21:46

Hacker sul sito Comparis: rubati dati dei clienti

Con l'aggressione informatica del 7 luglio scorso, i malintenzionati sono riusciti a recuperare indirizzi mail e altri dati

Ats, a cura de laRegione
hacker-sul-sito-comparis-rubati-dati-dei-clienti
Gli hacker hanno colpito il sito di Comparis (Keystone)

Sono stati rubati anche dati di clienti nell'aggressione informatica che ha interessato il 7 luglio Comparis, società che gestisce un sito di confronti internet.

"Purtroppo, dalle analisi dei dati ora effettuate risulta che gli autori dell'attacco sono riusciti ad accedere ad alcuni dati interni e rilevanti sulla clientela del gruppo, per esempio indirizzi e-mail degli utenti", si legge in una comunicazione agli interessati, che vengono invitati a cambiare la loro password.

Gli utenti - sia di Comparis che delle sue consociate - che potrebbero essere stati colpiti dall'attacco vengono direttamente informati, ha fatto sapere la società in un comunicato diffuso ieri sera. "Per noi la trasparenza è molto importante", osserva il Ceo Steven Neubauer, citato nella nota. "Gli specialisti in materia di sicurezza cibernetica ritengono che il rischio di un eventuale utilizzo criminale dei dati sia molto basso: ci teniamo comunque a informare preventivamente i nostri clienti per sensibilizzarli sui possibili pericoli".

L'azienda fa sapere di aver adottato immediatamente le misure necessarie per mettere al sicuro tutti i dati. È stata inoltre sporta denuncia penale e la ditta collabora a stretto contatto con gli specialisti in criminalità informatica della polizia di Zurigo. Anche l'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza è stato informato. Comparis è rimasta vittima di un cosiddetto ransomware, cioè un cioè attacco accompagnato dalla richiesta di un riscatto: l'impresa aveva però indicato già la settimana scorsa di non aver pagato i criminali.

Con oltre 80 milioni di visite all'anno l'indirizzo "comparis.ch" è uno dei più digitati in Svizzera. Il sito permette di confrontare tariffe e prestazioni di casse malattia, assicurazioni, banche e operatori telefoni; presenta inoltre un'ampia offerta di auto e immobili in Svizzera. Fondata nel 1996 dall'imprenditore Richard Eisler, l'azienda ha sede a Zurigo e oggi conta circa 200 dipendenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
18 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
19 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
© Regiopress, All rights reserved