laRegione
ospedale-di-lucerna-cambiarsi-rientra-nell-orario-di-lavoro
L'ospedale cantonale di Lucerna (Keystone)
15.07.21 - 19:38
Ats, a cura de laRegione

Ospedale di Lucerna: cambiarsi rientra nell'orario di lavoro

Il tempo passato negli spogliatoi verrà retribuito fino a dieci minuti. La questione è molto dibattuta in diversi cantoni

I dipendenti dell'Ospedale cantonale di Lucerna (Luks) che per motivi operativi devono indossare abiti da lavoro riceveranno in futuro un credito di tempo di dieci minuti al giorno per cambiarsi. Inoltre, tutti i dipendenti riceveranno un giorno di ferie in più.

Dal primo ottobre, l'orario di lavoro giornaliero effettivo sarà così ridotto di dieci minuti per i dipendenti interessati, ha comunicato oggi il Luks. L'aumento del diritto alle ferie sarà applicato a tutti i dipendenti degli enti ospedalieri di Luks e della Luzerner Höhenklinik Montana a partire dal primo gennaio 2022. L'obiettivo è quello di migliorare ulteriormente l'attrattiva del Luks quale datore di lavoro, viene precisato.

La presente soluzione è stata sviluppata con il coinvolgimento di un ampio gruppo di lavoro interno con rappresentanti dei gruppi professionali interessati. Riducendo l'orario di lavoro effettivo di dieci minuti, questa misura può essere realizzata in modo neutrale dal punto di vista dei costi con una compensazione salariale completa, aggiunge la nota.

Nel cantone di Berna gli ospedali hanno deciso, nel gennaio 2020 che i dipendenti devono ricevere un supplemento per il cambio dei vestiti. A San Gallo, gli ospedali pubblici, il sindacato Vpod/Ssp e l'Associazione dei professionisti del settore infermieristico (Sbk) hanno concordato nel dicembre 2019 che in futuro il tempo trascorso negli spogliatoi sarà considerato orario di lavoro.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dipendenti orario lavoro ospedale tempo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 min
Covid, 3 svizzeri su 5 soddisfatti delle comunicazioni ufficiali
Secondo uno studio, in Ticino le persone che immaginano ci sia ‘un piano più grande dietro gli avvenimenti mondiali’ sono presenti in minor misura
Svizzera
31 min
Fa sapere di aver donato un ovulo a una coppia, condannata
L’accordo scritto fra le parti prevedeva la non divulgazione della questione. Confermata la sentenza della giustizia zurighese.
Svizzera
48 min
Crisi energetica, abbassare il termostato per risparmiare
La Confederazione potrebbe raccomandare alle famiglie che dipendono da questa energia di diminuire la temperatura in casa durante la stagione fredda.
Svizzera
1 ora
Giovane elefante muore allo zoo di Zurigo
L’animale era affetto da un herpes virus molto diffuso tra i pachidermi e particolarmente pericoloso per gli esemplari più piccoli
Svizzera
1 ora
Travolto e ucciso da un’auto mentre si trovava sul marciapiede
È successo a Baar, nel canton Zugo. Una donna avrebbe perso il controllo della vettura uscendo di strada e schiantandosi contro una fermata del bus.
Svizzera
1 ora
La Svizzera riprende il sesto pacchetto di sanzioni
Le nuove misure contro la Russia prevedono in particolare un embargo sul petrolio greggio e su alcuni prodotti petroliferi provenienti dal Paese
Svizzera
2 ore
La Confederazione si prepara a una penuria di gas
Si sta pure studiando un piano per un eventuale razionamento. Negli ultimi mesi i flussi di gas dalla Russia all’Ue sono diminuiti costantemente
Svizzera
2 ore
Identità elettronica, avviata la consultazione
Il Consiglio federale ci riprova: dopo il secco ‘no’ alle urne, propone un nuovo Id-e emesso che ‘garantirà la massima protezione dei dati’
Svizzera
4 ore
Preventivo 2023: eccedenza di 0,3 miliardi ma nubi all’orizzonte
Dal 2024 in poi le direttive del freno all’indebitamento non potranno essere rispettate e sarà quindi necessario adottare contromisure.
Svizzera
4 ore
Materie prime: ‘Serve maggiore trasparenza’
Il Consiglio federale ha deciso di voler raccogliere maggiori dati statistici su un settore sul quale aleggia una certa opacità
© Regiopress, All rights reserved