laRegione
la-svizzera-ha-esportato-armi-per-357-milioni-di-franchi
Un depliant di armi al Salone di Lucerna (Keystone)
13.07.21 - 20:23
Aggiornamento: 21:19
Ats, a cura de laRegione

La Svizzera ha esportato armi per 357 milioni di franchi

I dati si riferiscono al primo semestre del 2021: vendite in calo. Il principale acquirente è la Romania

La Svizzera ha esportato armi per un valore di quasi 357 milioni di franchi nel primo semestre del 2021. Principale acquirente è stata la Romania, con un volume di poco più di 73 milioni di franchi, ha annunciato oggi la Segreteria di Stato dell'economia (Seco). Rispetto allo stesso periodo del 2020, le esportazioni sono diminuite del 40%.

La più grande fetta delle esportazioni di materiale bellico è andata a Paesi europei, con un volume complessivo di 240 milioni di franchi. In Medio Oriente, armamenti per un valore di 18,5 milioni sono stati venduti all'Arabia Saudita, che è coinvolta nella guerra in Yemen.

Gli Emirati Arabi Uniti, anch'essi coinvolti in questa guerra, hanno acquistato circa 3 milioni di franchi di materiale bellico da produttori svizzeri. Le esportazioni verso l'Asia hanno raggiunto un volume complessivo per 32 milioni di franchi.

Nel continente americano, il Brasile ha acquistato armi per 2 milioni di franchi. La parte del leone l'hanno fatta gli Stati Uniti con un volume di 40 milioni di franchi su un totale di esportazioni per 45,5 milioni di franchi nell'America del Nord e del Sud.

In Africa, il Botswana ha rappresentato la fetta più grande con poco meno di 34,7 milioni di franchi su un volume totale di 38,2 milioni di franchi. L'Australia, la Nuova Caledonia e la Nuova Zelanda hanno acquistato dalla Svizzera materiale bellico per un valore di 2,4 milioni di franchi.

Gli Stati che figurano nella lista sono 58 e rappresentano i Paesi in cui materiale viene "usato o trasformato, o altrimenti elaborato prima di essere riesportato", scrive la Seco.

Nella prima metà dello scorso, le esportazioni di materiale bellico ammontavano a 501 milioni di franchi. In tutto il 2020, il volume complessivo ha raggiunto 901 milioni di franchi, una cifra record e in crescita del 24% rispetto all'anno precedente.

In una nota, il Gruppo per una Svizzera senza esercito (GSsE) parla di "scandalo", sottolineando come anche nella prima metà del 2021 la Svizzera abbia fornito materiale bellico "a Paesi coinvolti in guerre civili e violazioni dei diritti umani".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
armi esportazioni svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
Svizzera
14 ore
Batosta in vista sui premi di cassa malati nel 2023
Secondo uno studio di Accenture, per coprire l’aumento dei costi della salute, in Ticino si prevede un balzo in avanti di circa il 10%
Svizzera
14 ore
Con la procedura agevolata centinaia di domande di cambio sesso
Con la riforma entrata in vigore a inizio anno per il cambiamento di sesso nel registro di stato civile non è più necessario passare da un giudice
Svizzera
16 ore
Dopo i problemi iniziali, i bipiano Ffs ora molto affidabili
All’inizio i convogli Alstom-Bombardier, il più grande appalto di sempre delle Ffs, avevano problemi di accessibilità e tecnici, in gran parte risolti
Svizzera
16 ore
Il presidente di ElCom ribadisce: possibili blackout in inverno
Werner Luginbühl, che presiede la Commissione federale dell’energia elettrica, accusa i politici di non aver ‘preso sul serio’ gli avvertimenti
Svizzera
16 ore
Maillard (Uss): disordini sociopolitici senza aumento dei salari
Il presidente dell’Unione sindacale svizzera paventa conseguenze disastrose per il mercato del lavoro e i consumi senza aumenti salariali
Svizzera
18 ore
Energia, in Svizzera aiuti economici ‘né necessari né utili’
Secondo Eric Scheidegger, capo della Direzione politica economica della Segreteria di Stato dell’economia, la Confederazione è meno colpita dal problema
Svizzera
1 gior
Povertà, in Svizzera poca differenza tra campagna e città
Sono colpite principalmente donne, famiglie monoparentali e persone con un basso livello d’istruzione
Svizzera
1 gior
Barbabietola da zucchero, previsto raccolto superiore alla media
Ha beneficiato di una primavera calda e secca. La coltura potrebbe però ridursi se nelle prossime non ci sarà sufficiente pioggia.
Svizzera
1 gior
Caldo, alluvioni... ecco come funziona il sistema di allerta
Nel caso degli avvisi meteorologici non tutti i livelli di pericolosità sono definiti per ogni fenomeno.
© Regiopress, All rights reserved