laRegione
11.07.21 - 11:57
Aggiornamento: 16:17

Energia, abbandono del nucleare a rischio

Nel nostro Paese è a rischio l'abbandono delle centrali. Sull'altro fronte, lo sviluppo delle rinnovabili va a rilento

Ats, a cura de laRegione
energia-abbandono-del-nucleare-a-rischio
In Svizzera sono cinque le centrali nucleare. Qui è a Gösgen (foto Wikipedia)

L'abbandono del nucleare in Svizzera è a rischio, secondo Le Matin Dimanche. Dieci anni dopo l'annuncio da parte del Consiglio federale, è cambiato molto poco: la parte di energia prodotta dalle centrali nucleari è rimasta pressoché stabile e lo sviluppo delle energie rinnovabili è troppo lento.

Un terzo dell'energia prodotta dalle centrali atomiche

Attualmente quasi il 60% della produzione di elettricità proviene da impianti idroelettrici, ma il 33% è ancora fornito dal nucleare. La proporzione dell'atomo è rimasta praticamente invariata dal 2011.

Solo il 6,7 per cento di elettricità da rinnovabili

La percentuale di elettricità generata da fonti rinnovabili è aumentata, ma rappresenta ancora solo il 6,7% del totale, rispetto all'1% del 2011. Nel confronto internazionale, la Svizzera produce 311kWh di energia solare ed eolica pro capite, mentre per i danesi la quota si attesta a 3027kWh, per i tedeschi a 2232kWh e nel Regno Unito a 1304kWh.

Gli obiettivi della Confederazione per il 2035

La strategia energetica 2050 della Confederazione prevede la promozione dell'energia pulita. Entro il 2035, 37'400 GWh dovranno essere generati dall'energia idroelettrica - che già funziona a pieno regime - mentre 17'000 GWh dovranno provenire da altre energie rinnovabili. Queste ultime però hanno prodotto circa 4000 GWh nel 2019.

Se gli obiettivi del governo federale per il 2035 dovessero essere raggiunti, resterebbe comunque da compensare la metà dell'attuale produzione di energia nucleare. "Compensare l'abbandono del nucleare entro il 2035 è tecnicamente possibile con il fotovoltaico, ma il ritmo è stato troppo lento finora e ora sono necessari forti incentivi. Ci sono comunque motivi per essere ottimisti, non da ultimo il fatto che il costo dell'energia solare è diventato molto attraente", dice Felix Nipkow, responsabile del settore delle energie rinnovabili alla Fondazione svizzera per l'energia.

Abbandono compensato da 19mila campi di calcio di pannelli solari

Secondo i calcoli di Le Matin Dimanche l'equivalente di più di 19'000 campi di calcio dovrebbe essere coperto con pannelli solari entro il 2035 per compensare l'abbandono dell'energia nucleare, ma oggi la superficie è solo di circa 1800 campi. Ci vorrebbero inoltre quasi 6000 turbine eoliche e siamo solo a quota 42.

Per far fronte al previsto deficit di elettricità, l'Ufficio federale dell'energia prevede di prolungare la vita delle centrali nucleari da 50 a 60 anni, in contraddizione con le promesse fatte dieci anni fa. L'invecchiamento degli impianti pone però un problema di sicurezza dell'approvvigionamento. "Il funzionamento a lungo termine è tecnicamente sicuro grazie alla manutenzione continua, a nuovi equipaggiamenti e alla modernizzazione", sostiene Swissnuclear, l'associazione dei gestori di centrali nucleari. Per Philippe de Rougemont, presidente dell'associazione Uscire dal nucleare, invece "l'opzione dei 60 anni crea pigrizia" e "rallenta lo sviluppo dell'efficienza energetica, i cambiamenti nelle abitudini di consumo e la produzione di energie rinnovabili".
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 ore
Suisse Secret, il Ministero pubblico della Confederazione indaga
Credit Suisse sporge denuncia per la fuga di notizie. I reati prospettati sono spionaggio economico, violazione dei segreti commerciale e bancario
Svizzera
15 ore
Moutier, no di Plr e Udc alla mediazione di Baume-Schneider
Per le sezioni del Giura bernese, la passata militanza della consigliera federale non le permetterebbe un responso imparziale sul contenzioso
Svizzera
16 ore
In un comune su due installare pannelli solari non conviene
I proprietari rischiano addirittura di andare in perdita, indica uno studio. Notevoli le differenze da un cantone e un comune all’altro
Svizzera
16 ore
Il Consiglio federale in difesa della libertà di stampa
Scoop con i dati bancari? Il governo sostiene una mozione che chiede di rinunciare alle sanzioni penali previste attualmente
Svizzera
17 ore
Expo 2025, la Svizzera punta su innovazione e padiglione ‘light’
Berna intende presentare la struttura più leggera ed ecologica di tutta la manifestazione che si svolgerà a Osaka
Svizzera
18 ore
La Confederazione deve impegnarsi sulla penuria di farmaci
Secondo Enea Martinelli, farmacista ospedaliero di vari nosocomi bernesi, occorre elaborare misure a lungo termine
Svizzera
18 ore
Un gruppo di esperti vuole vietare le promozioni sulla carne
Le misure proposte, fra cui anche una tassa sul CO2 prelevata sulle derrate, sono finalizzate a preservare la sicurezza alimentare della Svizzera
Svizzera
18 ore
Migros ha scelto: il nuovo numero uno sarà Mario Irminger
Precedentemente alla testa di Denner (che ora cerca un nuovo timoniere), prenderà le redini dei ‘gigante arancione’ fra due mesi
Svizzera
18 ore
Le prestazioni complementari non compromettono il permesso C
Lo ha statuito il Tribunale federale, accogliendo il ricorso di uno spagnolo a cui in prima istanza le autorità avevano revocato lo statuto
Svizzera
22 ore
Per la Rega nel 2022 un numero da record di pazienti soccorsi
Le oltre 14’000 persone aiutate lo scorso anno sono la cifra più alta nei 70 anni di storia della Guardia aerea svizzera di soccorso
© Regiopress, All rights reserved