laRegione
08.07.21 - 14:49

Comparis vittima degli hacker. ‘Non paghiamo riscatto’

Il ciberattacco ha bloccato diversi sistemi e reso inaccessibile la sua pagina web. I dati dei clienti non dovrebbero essere interessati.

comparis-vittima-degli-hacker-non-paghiamo-riscatto
Keystone
Comparis.ch è uno dei siti più digitati in Svizzera

Zurigo – Aggressione informatica contro Comparis: l'impresa zurighese che gestisce un sito di confronti internet è stata oggetto di un attacco cosiddetto ransomware - cioè accompagnato dalla richiesta di un riscatto - che ha bloccato diversi sistemi e reso irraggiungibile la sua pagina web.

Comparis lavora intensamente insieme ai suoi partner di sicurezza cibernetica per trovare una soluzione, ha indicato la società in un comunicato odierno. Contattato dall'agenzia Awp un portavoce ha fatto sapere che le richieste dei malviventi non saranno soddisfatte: "non abbiano pagato alcun riscatto, né lo faremo", ha puntualizzato l'addetto stampa.

Stando alle informazioni attualmente disponibili l'aggressione non ha interessato i dati dei clienti, ha precisato l'azienda, che chiede scusa all'utenza per i disagi derivanti dall'attacco.

Con oltre 80 milioni di visite all'anno l'indirizzo "comparis.ch" è uno dei più digitati in Svizzera. Il sito permette di confrontare tariffe e prestazioni di casse malattia, assicurazioni, banche e operatori telefoni; presenta inoltre un'ampia offerta di auto e immobili in Svizzera. Fondata nel 1996 dall'imprenditore Richard Eisler, l'azienda ha sede a Zurigo e oggi conta circa 200 dipendenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Ecuador
15 min
Affonda barca alle Galapagos, svizzeri a bordo: vi sono morti
Secondo le autorità, tre persone sono decedute e altre quattro risultano disperse: nessuna indicazione per ora sulla sorte dei cittadini elvetici
Svizzera
1 ora
Piano salvataggio aziende elettriche, eliminate divergenze
Il Consiglio federale ha redatto un progetto di legge così da equipaggiarsi precauzionalmente contro un eventuale collasso del sistema
Svizzera
1 ora
Allarme per le piccole medie imprese: ‘Bollette sestuplicate’
Preoccupazione per l’associazione di categoria attiva nell’industria delle macchine, elettrotecnica e metallurgica
Svizzera
1 ora
Sei indebitato? Avrai (forse) una seconda chance
Chiesti miglioramenti sul progetto di legge del Consiglio federale che mira a sostenere le persone in difficoltà finanziarie
Svizzera
3 ore
Ecco come hanno votato gli italiani in Svizzera
Il Partito democratico perde la leadership dei voti di lista, ma il risultato a livello di coalizione presenta alcune sorprese rispetto al voto in Italia
Svizzera
18 ore
‘Altri modelli da discutere in vista della prossima riforma’
A colloquio con Jerôme Cosandey di Avenir Suisse sulle prospettive future del primo pilastro dopo il risicato sì popolare ad Avs 21
Svizzera
21 ore
Domenica di bocciature a livello cantonale
La bocciatura più sonora, col 71,5% dei no, va al credito che il Canton Lucerna voleva dare alla Guardia Pontificia in Vaticano
Svizzera
23 ore
Allevamento intensivo: il no è netto
La bocciatura dell’iniziativa va oltre le previsioni: il 62,86% dei votanti ha infatti detto no
Svizzera
23 ore
Imposta preventiva: respinta dal 52% dei voti
Malgrado il testa a testa, alla fine prevale il no
Svizzera
1 gior
Riforma AVS: le donne andranno in pensione a 65 anni
La modifica della legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti approvata per un soffio: sì al 50,6%
© Regiopress, All rights reserved