laRegione
dieudonne-vuole-essere-assolto-in-nome-della-satira
Keystone
Ennesima apparizione davanti a un tribunale oggi a Ginevra per Dieduonné
05.07.21 - 19:33
Aggiornamento: 21:20

Dieudonné vuole essere assolto in nome della satira

Ha chiesto l’assoluzione il comico a processo oggi a Ginevra per discriminazione razziale, ingiuria e diffamazione. L’accusa: pena pecuniaria non sospesa

Ginevra - Il comico francese Dieudonné è comparso oggi davanti al tribunale di polizia di Ginevra per discriminazione razziale, ingiuria e diffamazione. L'imputato ha chiesto l'assoluzione. Il pubblico ministero ha chiesto una pena pecuniaria non sospesa di 180 aliquote giornaliere da 200 franchi.

Dieudonné è finito per l’ennesima volta in tribunale per aver fatto dire a un personaggio del suo spettacolo ‘En vérité’, andato in scena a Nyon (Vd) e a Ginevra nel 2019, che «le camere a gas non sono mai esistite». Per il primo procuratore Stéphane Grodecki, il comico ha voluto discriminare gli ebrei lanciando questa frase fuori contesto.

Dieudonné ha respinto l’interpretazione dell’accusa. Vestito con una lunga casula blu, con il continente africano stampato sul davanti, il comico si è detto stupito di essere stato trascinato davanti a un tribunale a causa delle osservazioni fatte da uno dei suoi personaggi. «Non c'è stato alcun problema con il testo in tutto il mondo francofono».

Lo sketch è stato scritto con Germain Gaiffe, ha spiegato l'imputato. L'uomo, di origine ebraica, sta scontando una condanna a 30 anni di prigione per omicidio. È un discendente di deportati; parte della sua famiglia è morta nelle camere a gas, ha sottolineato Dieudonné M'bala M'bala.

Non un negazionista

«Non nego assolutamente l'esistenza delle camere a gas», ha sottolineato il comico, che ha ricordato alla Corte di aver iniziato la sua carriera sul palco a fianco di Elie Semoun, lui stesso ebreo. «Ho fatto anche molti sketch sulla schiavitù, perché bisogna divertirsi con le cose più difficili», ha aggiunto.

Dieudonné ha detto di volersela prendere nei suoi spettacoli con la gerarchia della sofferenza. «Trovo indegna tutta questa competizione di vittimismo», ha rilevato, aggiungendo che avrebbe potuto anche negare l'esistenza della tratta transatlantica degli schiavi. «Credo di partecipare a una lotta antirazzista e anticomunitaria».

Dieudonné è stato anche accusato di aver detto durante uno spettacolo a Ginevra che il Cicad (Coordinamento intercomunitario contro l'antisemitismo e la diffamazione) dovrebbe essere mandato a quel paese. L'imputato ha negato di essersi mai espresso in questo modo.

Un propagandista antisemita

Philippe Grumbach, legale della Cicad, e Johanne Gurfinkiel, segretario generale dell'organizzazione, hanno detto che Dieudonné M'bala M'bala è un propagandista antisemita e antiebraico non nuovo al gioco. L'avvocato ha elencato le numerose condanne che il comico ha ricevuto in Francia.

Dieudonné è stato anche citato in giudizio per aver diffamato il signor Gurfinkiel, chiamandolo bugiardo e razzista, e sostenendo che il segretario generale della Cicad odiava l'uomo nero che è.

Il procuratore Stéphane Grodecki non ha chiesto la sospensione della pena contro Dieudonné, perché è una persona che «non si preoccupa delle sue condanne». «Non c'è alcuna messa in discussione» da parte del comico, ha detto. «L'unica cosa che sa fare è vittimizzare se stesso».

La presidente del tribunale di polizia, Sabina Mascotto, pronuncerà la sua sentenza giovedì. Dieudonné non ci sarà: è in tournée.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
assoluzione condanna dieudonné discriminazione razziale ginevra processo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
27 min
Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Street Parade
Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
2 ore
Derubato di telefono e portafoglio da ignoti
Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
2 ore
Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave
L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
Svizzera
4 ore
Crisi energetica: la legna per riscaldarsi non è la soluzione
Lo afferma il meteorologo Jörg Kachelmann, secondo cui il pellet è dannoso per il clima tanto quanto il carbone, il gas o il petrolio
Svizzera
4 ore
Ritrovato il corpo dell’87enne sparito nelle acque del Lemano
L’uomo, un tedesco, era scomparso martedì pomeriggio nei pressi di Montreux. È stato rinvenuto a 100 m di profondità
Svizzera
21 ore
In Svizzera moria di pesci di ‘proporzioni storiche’
La federazione dei pescatori teme che un numero ancora maggiore di specie autoctone possa scomparire per sempre
Svizzera
22 ore
Unia: ‘Divario salariale aumenta, occorre intervenire’
Il sindacato denuncia la stagnazione degli stipendi più bassi e l’aumento di quelli dei dirigenti
Svizzera
23 ore
Aumentano i posti vacanti fra le imprese svizzere
Sui siti internet delle 50 imprese più grandi si contano 12’400 annunci: il 34% in più rispetto a un mese fa
Svizzera
1 gior
Peste suina: Turgovia addestra cani per individuarla
La malattia è mortale per cinghiali e maiali, non per l’uomo. C’è un rischio elevato che arrivi presto in Svizzera, ritiene l’Ufficio federale competente
Svizzera
1 gior
Poca acqua nel Reno, il costo della benzina resta alto
Le navi possono trasportare un quarto delle merci rispetto a un anno fa. I costi di trasporto sono dunque fortemente aumentati.
© Regiopress, All rights reserved