laRegione
05.07.21 - 11:54

Al via da oggi la scuola reclute estive per 11'500 militari

Alle reclute verrà data la possibilità di vaccinarsi. Previsto un test Covid iniziale e poi test settimanali volontari

Ats, a cura de laRegione
al-via-da-oggi-la-scuola-reclute-estive-per-11-500-militari
(Ti-Press)

Inizia oggi la scuola reclute estiva 2021, che vedrà impegnati, fra reclute e quadri, circa 11'500 militari. A fare da sfondo ci sarà ancora la situazione legata al Covid-19: fra le altre cose verrà data la possibilità di vaccinarsi.

Sono attesi all'entrata in servizio 8'800 reclute e 2'700 quadri, scrive in un comunicato odierno Aggruppamento Difesa. Di questi, 392 sono donne. Le 243 reclute di sesso femminile rappresentano un nuovo aumento a questa voce: considerando nei tre casi i dati di gennaio, erano infatti 130 nel 2019, 184 nel 2020 e 213 nel 2021.

Nelle caserme e presso le piazze d'armi continua a valere il concetto di protezione dal coronavirus, che a partire dalla primavera del 2020 viene costantemente adeguato agli sviluppi dell'epidemia. La sua applicazione sistematica e la disciplina della truppa hanno fin qui impedito un numero elevato di contagi, viene sottolineato nella nota.

I militari verranno sottoposti a test del SARS-CoV-2 entro 48 ore dalla loro entrata in servizio e in seguito settimanalmente a titolo volontario. È escluso da ciò chi è completamente vaccinato o chi è guarito dalla malattia negli scorsi sei mesi.

Durante la scuola reclute, l'esercito offrirà la possibilità di farsi vaccinare, con l'obiettivo di proteggere non solo i diretti interessati, ma anche camerati, familiari e conoscenti. La maggior parte delle reclute e dei quadri che vogliono immunizzarsi riceveranno la prima dose nel corso della prossima settimana. Nella sesta sarà poi somministrata la seconda.

Cambiando argomento, l'esercito si trova confrontato con un'elevata carenza di cuochi di truppa. Per questa scuola reclute ha dunque incaricato presso otto ubicazioni aziende di catering civili, che provvederanno alla sussistenza di circa 3000 militari.

Le difficoltà nel reclutare sufficiente personale di cucina qualificato hanno diverse cause. Tra queste il fatto che il settore alimentare registra un minor numero di neodiplomati, che la quota di donne è cresciuta oppure che l'anno scorso, causa coronavirus, in molti esercizi la formazione nel ramo gastronomico ha dovuto essere interrotta, viene spiegato nel comunicato.

Infine, l'esercito precisa che le reclute che necessitano di aiuto possono beneficiare di consulenza e assistenza medica, spirituale, psicologica e sociale. L'apposito servizio sociale a disposizione offre il proprio sostegno, in particolare su questioni finanziarie.
 
 

Leggi anche:

L'esercito ha finito i cuochi

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
16 min
Spazio economico europeo, tre svizzeri su quattro favorevoli
Secondo lo studio condotto da gfs.bern, la maggioranza vede di buon occhio il mercato europeo e una partecipazione ai programmi europei di cooperazione
Svizzera
1 ora
Urs Loher al vertice di armasuisse da agosto
Colonnello dell’esercito, 56enne, rimpiazzerà come capo dell’Ufficio federale dell’armamento Martin Sonderegger che andrà in pensione
Svizzera
3 ore
L’imposizione individuale è stata messa in consultazione
Il Consiglio federale ha avviato oggi la procedura: in futuro, anche i coniugi dovranno compilare separatamente la dichiarazione delle imposte
Svizzera
4 ore
Il Black Friday ha mosso 7,1 milioni di pacchi in Svizzera
Non è stato comunque raggiunto il record del 2021 di oltre 7,4 milioni di invii
Svizzera
5 ore
Un seggio in governo spinge più persone alle urne? Non in Ticino
Uno studio smentisce la relazione fra rappresentanza in Consiglio federale di un cantone e aumento di interesse per la politica fra la popolazione
Svizzera
8 ore
‘Qui a Palazzo le persone mi conoscono, ed è questo che conta’
È stato definito ‘principe del lobbismo’, ‘petro-lobbista’, ‘cacciatore di mandati’. Albert Rösti spiega perché non fa nulla di strano, o di male
Svizzera
1 gior
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
1 gior
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
Svizzera
1 gior
‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’
Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’
Svizzera
1 gior
In dogana con un ghepardo imbalsamato
Benché debitamente dichiarato, l’animale è stato sequestrato in quanto mancava l’autorizzazione basata sulla convenzione di Washington
© Regiopress, All rights reserved