laRegione
maurer-serviva-cellula-di-crisi-piu-ampia
Keystone
30.06.21 - 12:14

Maurer: "Serviva cellula di crisi più ampia"

Il consigliere federale stila un bilancio complessivamente positivo della gestione dell'epidemia, ma ritiene che si debbano ancora trarre degli insegnamenti

Ats, a cura de laRegione

Il consigliere federale Ueli Maurer stila un bilancio positivo della gestione dell'epidemia di coronavirus in Svizzera. "Complessivamente è andata piuttosto bene", afferma il ministro delle finanze in un'intervista pubblicata oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung". "Tuttavia bisogna ancora trarre degli insegnamenti".

Secondo Maurer il Consiglio federale avrebbe dovuto allestire un'ampia cellula di crisi assieme ai Cantoni. All'inizio della gestione di ogni emergenza vi è una fase di caos, e da questa la Svizzera non è mai uscita completamente.

Il governo ha spesso dovuto decidere rapidamente e sotto pressione. Una buona organizzazione di crisi crea tempo e spazio per l'analisi: un tema di cui è stato discusso - spiega - ma il Consiglio federale ha ritenuto che oltre alla cellula di crisi dell'Ufficio federale della sanità pubblica non ne servisse un'ulteriore.

Per superare la crisi la Svizzera ha speso molto: la distribuzione aggiuntiva di utili da parte della Banca nazionale (Bns) - risultante dalla nuova convenzione stipulata in gennaio tra il Dipartimento federale delle finanze e l'istituto - è benvenuta, visto che ha lasciato maggiore spazio di manovra nella riduzione dell'indebitamento. Ciononostante, secondo il ministro delle finanze, in futuro è necessaria "un'elevata disciplina nelle spese".

Alla domanda quanto sia costata l'epidemia alla Svizzera Maurer parla di un importo complessivo di 39 miliardi di franchi, ma verosimilmente non saranno utilizzati tutti. Si aggiungono le spese dei Cantoni pari a circa 5 miliardi. Se si tiene conto anche di perdite non esattamente quantificabili la pandemia dovrebbe costare economicamente tra i 60 e i 70 miliardi di franchi.

Il consigliere federale ribadisce poi che a suo avviso i 4 miliardi supplementari di utili della Bns dovrebbero essere utilizzati per la riduzione dell'indebitamento: in tal modo ogni anno la Confederazione riceverebbe - in base alla chiave di ripartizione di un terzo per Berna e due terzi per i Cantoni - 1,3 miliardi.

Secondo Maurer la richiesta di diversi economisti che lo Stato si indebiti è in ogni caso sbagliata: esso deve disporre di finanze solide in modo da rimanere in grado di agire. "Se si fosse dato retta a quei professori che esigevano aiuti per 100 miliardi di franchi ora avremmo un problema", sostiene. "Per fortuna sono state effettuate solo spese necessarie, così da evitare un indebitamento ancor più elevato".

Quanto alla riduzione dei debiti, il ministro delle finanze vuole lasciare tempo al paese: essa dovrebbe avvenire sull'arco delle prossime due-tre legislature, in una situazione particolare anche quattro. Quel che è certo è che non serviranno programmi di risparmio dolorosi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bilancio cellula crisi maurer
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
‘I cambiamenti climatici alla base di incidenti come questo’
Il glaciologo Jacopo Gabrielli torna sulla tragedia consumatasi stamane sul Grand Combin e costata la vita a due persone
Svizzera
12 ore
Le lingue dei segni vanno riconosciute giuridicamente
Il governo riprende l’idea della Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura del Nazionale. Ma non con una legge separata
Svizzera
14 ore
C’è un volto e un nome dietro ai misteriosi incendi
È un 33enne svizzero il presunto piromane che da aprile teneva col fiato sospeso gli abitanti del canton Soletta. Oltre una dozzina i roghi
Svizzera
15 ore
Base jumper si schianta con la tuta alare nel canton San Gallo
L’incidente si è verificato in mattinata nella località di Walenstadtberg, tra l’Alp Tschingla e l’Alp Büls
Svizzera
16 ore
Task force per individuare i beni russi? Non ce n’è bisogno
Pur riconoscendo che ‘l’attuazione delle sanzioni pone sfide in parte nuove’, il Consiglio federale non ritiene necessaria la sua istituzione
Svizzera
16 ore
Ferito cadendo da un muretto con la sedia a rotelle elettrica
L’incidente si è verificato ieri poco dopo le 17.45 a Fanas, nel canton Grigioni. L’uomo, un 89enne, è stato elitrasportato a Coira
Svizzera
16 ore
Lauree in psicologia in Italia, si può esercitare senza stage
Il Governo risponde a un’interrogazione di Lorenzo Quadri: i ticinesi laureati in Italia fra il 2018 e il 2020 non dovranno svolgere lo stage post laurea
Svizzera
17 ore
Due vittime sul Grand Combin, travolte da seracchi
Il crollo dei blocchi di ghiaccio sull’‘Himalaya della Svizzera’ ha travolto una quindicina di persone; nove quelle rimaste ferite
Svizzera
22 ore
Iniziativa contro gli F-35: raccolte 100’000 firme
L’alleanza ‘STOP F-35’ afferma di aver raccolto le firme necessarie per l’iniziativa che chiede di vietare l’acquisto dei jet da combattimento
Svizzera
1 gior
‘Ammettiamo gli studenti degli Stati terzi fuggiti dall’Ucraina’
La petizione inviata al Consiglio federale chiede di aprire le porte delle università anche a loro
© Regiopress, All rights reserved