laRegione
programma-horizon-lettera-aperta-chiede-partecipazione-svizzera
Ti-Press
27.06.21 - 13:44
Ats, a cura de laRegione

Programma Horizon, lettera aperta chiede partecipazione Svizzera

A chiederlo una ventina di organizzazioni e reti di ricerca europee. Al momento possono partecipare 18 paesi terzi all'Unione europea

18 paesi terzi possono partecipare provvisoriamente al programma di ricerca Horizon Europe dell'Unione europea (Ue) senza che ci sia un accordo, ma tra di essi non figura la Svizzera. In una lettera aperta, circa 20 organizzazioni e reti di ricerca europee chiedono che anche alla Confederazione sia consentito di accedere a questi programmi.

A metà giugno, la Commissione europea ha approvato il programma di lavoro per Horizon Europe per il periodo 2021-2022, che dispone di fondi per complessivi 14,7 miliardi di euro. Dato che gli accordi di associazione con i paesi terzi non sono ancora del tutto stati negoziati, esistono accordi transitori, hanno precisato le autorità comunitarie. Questi sono destinati a garantire che i ricercatori di questi paesi possano comunque già partecipare al programma.

Attualmente sono 18 paesi i paesi a beneficiare di questi accordi transitori, tra cui Albania, Marocco, Turchia e anche il Regno Unito. Ma non la Svizzera: "Le persone giuridiche della Svizzera non sono attualmente coperte da accordi transitori", si legge in un documento della Commissione europea.

Quasi 20 tra organizzazioni e reti di ricerca europee come "Science Europe", "League of European Research Universities" e "Aurora Universities Network" hanno inviato una lettera aperta congiunta nella quale chiedono la piena partecipazione della Svizzera a Horizon Europe. Secondo i firmatari della missiva, è importante "continuare la cooperazione di lunga data e reciprocamente vantaggiosa tra l'UE e la Svizzera nella ricerca e nell'innovazione". La Svizzera - si sottolinea - ha fornito un contributo importante in molti settori - come la salute, il clima e la tecnologia quantistica.

Inoltre, la Svizzera ospita i migliori istituti di ricerca del mondo e da anni è classificata tra i paesi più competitivi e innovativi. Degradare la Svizzera a paese terzo le impedirebbe di contribuire con tutte le sue competenze al programma di ricerca dell'UE, continua la lettera.

"Siamo convinti che ciò costituirebbe una perdita per entrambe le parti, metterebbe a rischio una cooperazione di successo in aree strategiche e alla fine indebolirebbe il CER", il Consiglio Europeo della Ricerca (ERC), organo che assegna sovvenzioni ai migliori ricercatori ed è considerato la "Champions League" della scienza.

Tuttavia, la decisione della Commissione UE non è del tutto inattesa: si sa da tempo che l'UE ha legato la partecipazione della Svizzera a Horizon Europe alla sottoscrizione dell'accordo quadro e, più recentemente, anche al pagamento del miliardo di coesione. È quindi incerto se, quando e in che misura la Svizzera potrà partecipare al programma di ricerca dell'UE.

In un'intervista a "Schweiz am Wochenende" pubblicata ieri, il presidente Guy Parmelin ha detto che sarebbe "spiacevole, ma anche non sorprendente" se la Svizzera fosse definitivamente classificata come paese terzo nel programma di ricerca Horizon Europe.

Tuttavia, poiché l'accordo di ricerca dell'UE non è un accordo di accesso al mercato, non ha anche "nulla a che fare con l'accordo quadro, e quindi non c'è motivo per cui la Svizzera debba essere trattata peggio di Israele, delle isole Faroe o di altri stati", ha continuato Parmelin. In definitiva, però, si tratta di una decisione politica da parte di Bruxelles.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
horizon horizon europe ricerca svizzera ue
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 ore
Violenti nubifragi su gran parte della Svizzera
Diversi disagi e danni a causa dei violenti temporali. Situazione critica soprattutto nel Canton Berna
Svizzera
13 ore
‘Per la tutela del clima necessaria un’altra fiscalità’
Lo dice Gioventù socialista, che lancia l’‘Iniziativa per il futuro’. Osteggiata dai Giovani liberali: ‘Attacco frontale al modello svizzero’
Svizzera
13 ore
Per Viktor Janukovyč sanzioni anche Svizzere
La Confederazione si allinea a quanto deciso dall’Unione europea: pure l’ex presidente ucraino, assieme a suo figlio, finisce sulla lista
Svizzera
14 ore
Si schianta un aliante in Vallese, muore il pilota 72enne
Il velivolo è precipitato ieri sera sul ghiacciaio vallesano del Giétro, nella Val de Bagnes
Svizzera
15 ore
Tenta una rapina in banca, ma poi si dà alla fuga
Un 25enne ceco si è presentato con un coltello allo sportello della Banca Cantonale Grigoine di St. Moritz. La polizia lo ha poi arrestato
Svizzera
15 ore
Indennità di servizio civile va calcolata su base realistica
Lo ha stabilito il Tribunale federale di Lucerna, che sconfessa una decisione del Tribunale cantonale di Basilea Campagna
Svizzera
15 ore
Dal Ticino più diretti in Romandia. Aggirando Visp
Dopo anni di lavori, il 23 settembre aprirà la circonvallazione autostradale della località vallesana. Ma per ora solo sull’asse est-ovest
Svizzera
16 ore
Ecco le contromosse per scongiurare il blackout
Via libera alle trattative per l’utilizzo di centrali elettriche di riserva. E si valuta pure l’impiego dei generatori di emergenza
Svizzera
17 ore
Caro-benzina, verso un’inchiesta e un calcolatore dei prezzi
La Commissione economia e tributi al Nazionale ha accolto una mozione per affidare alla Comco un’inchiesta su eventuali distorsioni della concorrenza
Svizzera
17 ore
Ritrovato morto l’alpinista disperso sopra Flims
Il corpo senza vita dell’uomo, segnalato disperso da qualche giorno dal canton Zurigo, è stato ritrovato ai piedi della sella del Surenjoch (Gr/Gl)
© Regiopress, All rights reserved