laRegione
cressier-in-ginocchio-per-il-maltempo-200-militari-in-aiuto
Keystone
26.06.21 - 14:33
Ats, a cura de laRegione

Cressier in ginocchio per il maltempo, 200 militari in aiuto

L'obiettivo è quello di rendere il letto del torrente che scorre a monte del villaggio sicuro il più presto possibile

Circa 200 militi del genio civile aiuteranno nei prossimi giorni le autorità di Cressier (NE), messa in ginocchio dai violenti nubifragi della scorsa settimana. Sono giunti oggi dalla regione di Aarau, dove il loro battaglione sta tenendo i corsi di ripetizione.

Il Dipartimento federale della difesa (Ddps) ha infatti accolto una richiesta del Consiglio di Stato di Neuchâtel di inviare l'esercito per eseguire lavori urgenti e mettere in sicurezza il corso d'acqua sopra il villaggio di Cressier. Lo indicano oggi le autorità neocastellane in una nota. I militi sono giunti oggi nella regione a bordo di numerosi mezzi pesanti.

L'obiettivo è quello di rendere il letto del torrente che scorre a monte del villaggio sicuro il più presto possibile e di eliminare i grandi volumi di materiale che attualmente bloccano il corso naturale del fiume.

I lavori si estendono sui comuni di Frochaux, Enges e Cressier e mirano a evitare che una nuova colata di fango e detriti invada, in caso di forti piogge, nuovamente Cressier. Si lavorerà 24 ore su 24 per mettere in sicurezza i settori più pericolosi del villaggio. L'impegno dell'esercito dovrebbe concludersi mercoledì 30 giugno.

Martedì scorso i circa 1'900 abitanti del villaggio, che si trova nella regione tra i laghi di Bienne e Neuchâtel, sono stati sorpresi da torrenti di fango, pietre e pezzi di legno, che hanno spazzato via arredi urbani e automobili. Una settantina di edifici sono stati danneggiati.
 
 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cressier militari villaggio
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
43 min
Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari
Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
14 ore
Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe
In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
17 ore
Incidente mortale ieri sera a Schlatt
Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
17 ore
Ventisettenne annega nel lago di Zurigo
È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
Svizzera
18 ore
HotellerieSuisse, competitività intatta malgrado il franco forte
Lo sosteniene il presidente Andreas Züllig, secondo cui la competitività della Svizzera ‘è cresciuta globalmente’
Svizzera
19 ore
Un morto e tre feriti in un incidente sulla A9
A seguito del sinistro, avvenuto ieri attorno alle 17.30 nel tunnel di Chauderon, l’autostrada è rimasta chiusa per una decina di ore
Svizzera
21 ore
Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Streetparade
Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
22 ore
Derubato di telefono e portafoglio da ignoti
Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
23 ore
Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave
L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
Svizzera
1 gior
Crisi energetica: la legna per riscaldarsi non è la soluzione
Lo afferma il meteorologo Jörg Kachelmann, secondo cui il pellet è dannoso per il clima tanto quanto il carbone, il gas o il petrolio
© Regiopress, All rights reserved