laRegione
21.06.21 - 14:56
Aggiornamento: 15:59

Con la pandemia sale il prezzo delle auto usate

I tempi di attesa per le auto nuove, dovuta alla carenza di componenti elettronici, spinge sempre più acquirenti a rivolgersi al mercato dell'usato

Ats, a cura de laRegione
con-la-pandemia-sale-il-prezzo-delle-auto-usate
(Keystone)

La pandemia di coronavirus ha un impatto notevole sul mercato delle auto usate: quest'ultimo sta infatti andando bene e i prezzi in Svizzera aumentano, mentre la produzione di veicoli nuovi è in difficoltà. Anche coloro che offrono quattro ruote a noleggio si fregano le mani.

Dal momento che la carenza di componenti elettronici, in particolare di semiconduttori, colpisce le fabbriche dei produttori di automobili con lunghi periodi di attesa per veicoli nuovi, sempre più potenziali acquirenti si rivolgono al mercato dell'usato. Questa domanda sta avendo un impatto sia sull'offerta, che si sta assottigliando, sia sui prezzi, che stanno aumentando.

Dall'inizio della pandemia di coronavirus, i prezzi delle auto di seconda mano recenti sono aumentati di percentuali a due cifre in un anno, secondo le cifre dello specialista del settore Eurotax.

Dallo scorso marzo, sono aumentati di un ulteriore 2-3%, ha confermato all'agenzia finanziaria AWP Tobias Fässler, portavoce di Scout24, che comprende AutoScout24, una delle più grandi piattaforme di vendita di veicoli in Svizzera.

Nessun cambiamento di tendenza in vista

"La tendenza dovrebbe ancora proseguire per qualche tempo", ha aggiunto Fässler. Sono soprattutto i veicoli che hanno meno di quattro anni e pochi chilometri che vedono salire i loro prezzi.

Poiché la capacità di produzione non dovrebbe tornare ai livelli pre-crisi nei prossimi mesi, Fässler non si aspetta alcuna correzione dei prezzi a medio termine. Tanto più che anche l'offerta continua a diminuire. "Questa mancanza di auto nuove disponibili influenza direttamente il numero di annunci", ha detto. Attualmente, 150'000 auto - nuove e usate - sono in vendita sulla piattaforma, rispetto a 157'500 sei mesi fa e 160'000 un anno fa.

Della scarsità dell'offerta e dell'aumento dei prezzi traggono profitto i fornitori di abbonamenti di veicoli. Presso la società Carvolution per esempio gli affari sono aumentati in modo significativo: "Registriamo una elevata percentuale di nuovi abbonati che, in caso di dubbio, sono più propensi a optare per una soluzione flessibile", ha detto ad AWP Léa Miggiano, cofondatrice dell'impresa basilese. Invece di aspettare a lungo per un'auto nuova o cercare un'auto usata a buon mercato, la gente preferisce una disponibilità rapida.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
9 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
10 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
© Regiopress, All rights reserved