laRegione
nuovo-comitato-direttore-di-unia-a-maggioranza-femminile
Vania Alleva (keystone)
06.06.21 - 21:30

Nuovo comitato direttore di Unia a maggioranza femminile

Vania Alleva riconfermata alla carica di presidente, gli obiettivi del sindacato sono il rafforzamento della sicurezza sociale, salari dignitosi e parità

Il sindacato Unia ha un nuovo Comitato direttore e per la prima volta è in maggioranza femminile. Vania Alleva è stata confermata alla carica di presidente. I due nuovi membri del comitato sono Bruna Campanello e Yves Defferrard. Sostituiscono Corrado Pardini, che si è dimesso lo scorso anno, e Aldo Ferrari, fino ad oggi vicepresidente. Il comitato è ora composto di quattro donne e tre uomini.

Per Vania Alleva l'elezione odierna è segno di un cambiamento storico. “Nel 1997, quando iniziai il mio primo lavoro sindacale nell'allora Sindacato Edilizia e Industria (SEI), c'erano solo uomini nelle assemblee e a maggior ragione nelle posizioni direttive”, ha ricordato.

La femminilizzazione del mondo del lavoro trova espressione anche in questo cambiamento del movimento sindacale, che rafforza i valori fondamentali di Unia: solidarietà, uguaglianza e giustizia sociale. Vania Alleva è persuasa che in questo modo si possa migliorare anche la capacità dell'organizzazione a trovare risposte convincenti alla digitalizzazione, alla precarizzazione, alla terziarizzazione e alla globalizzazione del mondo del lavoro. “Questa capacità di cambiamento rende i sindacati attrattivi per gli associati attivi e anche politicamente più incisivi”. Per Unia gli obiettivi principali dei prossimi anni sono il rafforzamento della sicurezza sociale, salari dignitosi e condizioni di lavoro regolamentate grazie a un aumento e a un miglioramento dei contratti collettivi di lavoro, la realizzazione della parità salariale e il rafforzamento sindacale nelle cure di lunga durata e in altre professioni essenziali del terziario.

Cooperazione con l'Ue come "piano B"

Dopo il fallimento dell'accordo quadro con l'UE, il sindacato Unia chiede che venga inviato a Bruxelles "un forte segnale di cooperazione" in quattro aree. In primo luogo la Svizzera dovrebbe adottare i principi del "Pilastro europeo dei diritti sociali", che definiscono norme migliori per le condizioni di lavoro e i diritti dei lavoratori.

In una serie di risoluzioni, adottate sabato dal Congresso, i 350 delegati chiedono inoltre di migliorare la sicurezza del soggiorno e i diritti sociali dei cittadini UE in Svizzera, soprattutto in caso di disoccupazione, e attuare così gli elementi chiave della direttiva sulla cittadinanza dell'UE. In terzo luogo, la Confederazione deve fare un grande passo in direzione dell'UE con l'obiettivo di armonizzare le norme fiscali e introdurre una tassazione minima delle imprese. Deve pure approfondire la cooperazione pratica aderendo all'Autorità europea del lavoro e versando contributi generosi nel quadro del fondo di coesione e della cooperazione in materia di formazione.

In linea con il movimento sindacale europeo, i delegati chiedono inoltre che la Svizzera e tutti gli Stati UE continuino a definire norme minime in materia di condizioni lavorative e salariali e possano istituire meccanismi di controllo efficaci e adeguati alla situazione reale in loco. "Solo così sarà possibile impedire un livellamento verso il basso della protezione salariale e delle retribuzioni", afferma Unia.

In una seconda risoluzione il Congresso si è espresso con determinazione contro un innalzamento dell'età ordinaria di pensionamento delle donne. "Questo progetto di risparmio è uno scandalo perché già oggi le rendite delle donne sono inferiori a quelle degli uomini di circa un terzo e spesso le donne devono vivere una vecchiaia in condizioni di precarietà. Le donne hanno bisogno di un aumento delle rendite AVS, non di un innalzamento dell'età pensionabile", si legge in un comunicato.

I delegati hanno infine chiesto il miglioramento della certezza del soggiorno per i migranti che sono attivi in molte professioni essenziali, ma spesso vivono in condizioni precarie, ulteriormente aggravate dalla pandemia.

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
unia vania alleva
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Ancora nessun bambino ucraino arrivato per assistenza medica
Il Paese aveva chiesto alla Svizzera di accogliere 155 bimbi malati. Prima dell’arrivo sono necessari però dei chiarimenti.
Svizzera
16 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
16 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
17 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
17 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
19 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
23 ore
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
1 gior
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
© Regiopress, All rights reserved