laRegione
29.05.21 - 13:54

Accordo quadro, Cassis: "Peggio un 'no' dalle urne"

Secondo il consigliere federale ticinese non sarebbe stato opportuno consultare il popolo su una proposta che lo stesso Consiglio federale non appoggiava

Ats, a cura de laRegione
accordo-quadro-cassis-peggio-un-no-dalle-urne
Keystone

Un voto popolare contro l'accordo quadro avrebbe avuto conseguenze molto più gravi della decisione del Consiglio federale di interrompere i negoziati con l'UE. Lo ha detto Ignazio Cassis in un'intervista alla radio svizzero tedesca.

A causa delle "differenze sostanziali" con l'UE, alla fine era chiaro per il Consiglio federale che la proposta "non sarebbe mai passata davanti al popolo", ha detto Cassis ai microfoni della "Samstagsrundschau" di Srf.

Questo è stato uno dei motivi per cui il governo si è preso la sua responsabilità e ha deciso di interrompere le trattative. Secondo il consigliere federale ticinese non sarebbe stato opportuno, in termini di politica interna, consultare il popolo su una proposta che lo stesso Consiglio federale non appoggiava.

Il governo non ha mai perso un voto sulla politica europea, ha precisato Cassis. Un "no" alle urne avrebbe quindi avuto conseguenze più gravi per le relazioni della Svizzera con l'UE. Il capo del Dipartimento degli affari esteri (Dfae), ha inoltre spiegato che un progetto di legge può essere presentato al Parlamento solo se lo stesso Consiglio federale lo approva.

In definitiva, il governo è giunto alla conclusione che le conseguenze politiche dell'accordo quadro - anche nella peggiore delle ipotesi - sarebbero state più gravi per la Svizzera che interrompere i negoziati.

La decisione - ha aggiunto Cassis - è stata presa in conformità con le regole della Costituzione svizzera e delle leggi vigenti. Il Parlamento potrebbe cambiare le regole, ma ciò non è possibile in tempi rapidi.

Precisando di avere dovuto spiegare i contenuti dell'accordo quadro con l'UE in decine di occasioni, Cassis si è peraltro detto sollevato dal fatto che il Consiglio federale abbia raggiunto una decisione dopo tanti anni di tira e molla e "dopo tante fasi che hanno reso necessari continui chiarimenti".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 ore
Buste paga meno pesanti per le donne? ‘Non è discriminazione’
Per Conny Wunsch, professoressa di economia del lavoro a Basilea, le ragioni delle disparità salariali sono molteplici
Svizzera
7 ore
Consegnati all’esercito i primi due droni israeliani
Gli apparecchi israeliani sarebbero dovuti arrivare a partire dal 2019. Gli altri quattro saranno consegnati entro la fine dell’anno
Svizzera
8 ore
Netto balzo in avanti dei pernottamenti in dicembre
Secondo una prima stima, la progressione è stata del 28% rispetto allo stesso periodo del 2021. Grazie in particolare ai turisti (+67%)
Svizzera
8 ore
Medicina di genere, nuova cattedra all’Università di Zurigo
Si tratta di una prima in Svizzera. Obiettivo: mettere l’accento sulle donne nella ricerca medica
Svizzera
10 ore
Sospeso il processo d’Appello a Blatter e Platini
La causa dello stop al procedimento per truffa è una richiesta di ricusazione dell’insieme del tribunale
Svizzera
11 ore
Aviaria, dopo il Ticino e Zurigo ora c’è un caso pure a Lucerna
Il virus H5N1 è stato riscontrato in un gabbiano reale zampegialle a Sursee rinvenuto nei pressi della città vecchia
Svizzera
12 ore
Dopo partita ‘caldo’ alla stazione di Altstetten
Scontri fra tifosi del San Gallo e polizia (che fa ricorso ai proiettili di gomma) a margine della partita con lo Zurigo
Svizzera
13 ore
‘Salta’ un bancomat a Neuendorf, ladri in fuga
Preso di mira un distributore di denaro all’interno di un negozio. Per motivi di sicurezza la zona attorno è stata isolata per diverse ore
Svizzera
14 ore
Sunrise, massa salariale ritoccata al rialzo
L’incremento globale sarà del 2,6%, del 2,8% per i dipendenti soggetti al contratto collettivo di lavoro
Svizzera
14 ore
Il 2022 buona annata per i funghi, pessima per gli avvelenamenti
Aumentate del 25% le chiamate al numero di emergenza 145 di Tox Info Suisse, è il secondo dato più alto di sempre
© Regiopress, All rights reserved