laRegione
28.05.21 - 21:16

Stupro e perturbamento pace dei morti: 44 mesi di carcere

Il Tribunale di Frauenfeld condanna un 40enne per aver occultato il corpo di una donna in una foresta nei pressi di Zezikon

Ats, a cura de laRegione
stupro-e-perturbamento-pace-dei-morti-44-mesi-di-carcere
L'uomo di nazionalità olandese finirà dietro le sbarre (Ti-Press)

Il tribunale distrettuale di Frauenfeld (Tg) ha condannato oggi un 40enne a 44 mesi di reclusione per, tra le altre cose, violenza carnale ai danni di una giovane donna e perturbamento della pace dei morti. Insieme a due amici, l'uomo ha scaricato in un bosco il corpo di un'altra donna che era morta nel suo appartamento dopo aver consumato droga. L'uomo, cittadino olandese, era anche accusato di altri delitti, in particolare legati alla detenzione di armi e al traffico di stupefacenti. La corte lo ha riconosciuto colpevole di quasi tutte le imputazioni. Contro il 40enne, a cui è anche stata inflitta una multa di 500 franchi, è pure stata pronunciata una misura di espulsione dalla Svizzera per dieci anni. La sentenza può essere contestata davanti al Tribunale cantonale.

I fatti relativi all'accusa di perturbamento della pace dei morti risalgono all'inizio di novembre del 2017. Dopo la morte della donna, di giovane età, nel suo appartamento, l'olandese si è rivolto a due amici per chiedere aiuto, invece di chiamare i soccorsi. Il trio ha avvolto il corpo in una coperta, un piumino e un tappeto, e i due complici lo hanno depositato in una foresta vicino a Zezikon (Tg). Il corpo è stato trovato solo alla fine di gennaio del 2018. A causa del tempo trascorso nella foresta, le cause della morte non hanno mai potuto essere appurate. I sospetti di omicidio contro l'olandese non hanno potuto essere confermati. Il giudice ha stabilito oggi che l'ipotesi più probabile è un decesso legato alla droga.

Procuratore ampiamente seguito

L'imputato ha ammesso tutti capi di imputazione, tranne la violenza carnale, l'accusa più grave. Durante il processo, la difesa ha chiesto l'assoluzione da questa accusa e una pena massima di dieci mesi di reclusione sospesa e una multa di 500 franchi. L'accusa chiedeva quattro anni e quattro mesi di prigione, una multa di 500 franchi e sette anni di espulsione. La corte ha accettato una richiesta della difesa di separare il processo dell'olandese da quello dei suoi complici, due svizzeri di 29 e 51 anni, che sono accusati di perturbamento della pace dei morti. Una perizia deve determinare la responsabilità del 51enne, che aveva seri problemi di droga e alcool all'epoca dei fatti.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
3 ore
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
4 ore
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
7 ore
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
1 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
1 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
Svizzera
1 gior
Troppo poche le vaccinazioni anti-Covid fra le persone a rischio
È l’allarme lanciato dai direttori cantonali della sanità: ad oggi solo poco più del 20% degli over 65 ha ricevuto il richiamo
Svizzera
1 gior
Metà delle adolescenti in Svizzera è vittima di molestie sul web
Nel 2014 la percentuale era ancora del 19%. Ancora bassa la consapevolezza sulla sicurezza dei dati su internet e l’uso delle impostazioni sulla privacy
Svizzera
1 gior
Droni, così cambia la normativa (e si adatta all’Ue)
Le nuove norme saranno valide dal primo gennaio prossimo e comprendono standard di sicurezza per la produzione, la certificazione e l’esercizio
Svizzera
1 gior
Il boss di Chanel nuovo numero uno dei più ricchi in Svizzera
Gérard Wertheimer, 71enne imprenditore francese, ha un patrimonio familiare stimato di 38-39 miliardi di franchi
© Regiopress, All rights reserved