laRegione
28.05.21 - 12:44
Aggiornamento: 13:02

Per gli hotel prospettive estive cupe, boom del paralberghiero

Basso il tasso di occupazione degli alberghi, alte le perdite di entrate. Vanno molto bene invece campeggi, appartamenti vacanze e villaggi Reka

per-gli-hotel-prospettive-estive-cupe-boom-del-paralberghiero
(Ti-Press)

Il settore alberghiero svizzero continua a essere pesantemente colpito dalla pandemia di coronavirus: il tasso di occupazione è basso e la perdita di entrate molto alta. Al contrario, grazie al coronavirus i campeggi, gli appartamenti per vacanze e i villaggi Reka sono in piena espansione.

La situazione delle prenotazioni negli hotel non è migliorata dopo che il Covid-19 ha causato un crollo del numero di ospiti l'anno scorso. "In tutta la Svizzera, i tassi di occupazione durante le vacanze estive non saranno più alti che nel 2020", ha indicato oggi l'associazione di categoria Hotelleriesuisse in occasione di una conferenza stampa sulle prospettive per i prossimi mesi.

Attualmente il tasso di occupazione medio previsto per i mesi da giugno ad agosto è del 48% in tutta la Svizzera, un valore simile a quello del 2020 ma inferiore di circa un quarto rispetto all'anno pre-crisi 2019 quando era del 72%.

A continuare a soffrire fortemente sono soprattutto gli hotel di città. Per giugno, l'attuale tasso medio di occupazione è al 39% rispetto al 2019, ha spiegato l'associazione. Nell'anno pre-pandemico ad essere occupate erano l'81% di tutte le camere degli hotel. Tuttavia le prenotazioni sono maggiori dell'anno scorso (26%).

La situazione non è molto migliore per luglio e agosto: circa il 45% delle camere negli hotel della città sono prenotate. Nel 2019, erano tre quarti.

Le zone di montagna soffrono meno

Non soffrono invece così tanto le zone di montagna. Nelle Alpi, il tasso di occupazione nei principali mesi di vacanza di luglio e agosto è di circa il 60%, lo stesso dell'anno scorso. Nel 2019, era stato di circa il 70%.

Anche se quest'anno gli svizzeri trascorreranno la maggior parte delle vacanze nel loro Paese, ha spiegato Hotelleriesuisse, c'è da spettarsi anche che vorranno andare di più all'estero se la situazione lo permetterà. Inoltre, "mancano ancora ospiti importanti da mercati lontani".

Hotelleriesuisse ha sottolineato che l'industria alberghiera è ancora lontana dal recupero. La ripresa del turismo probabilmente ci sarà solo l'anno prossimo con il ritorno degli ospiti d'oltremare e dei viaggiatori d'affari.

Campeggi molto richiesti

Tutt'altra appare la situazione dell'industria paralberghiera per la quale sta profilandosi una buona estate, ha spiegato da parte sua la comunità di interessi Parahotellerie. I campeggi TCS, il fornitore di appartamenti per vacanze Interhome e i villaggi vacanze Reka prevedono un boom di prenotazioni.

Le prenotazioni online per i campeggi TCS sono aumentate del 250% rispetto all'anno precedente. Interhome ha visto un aumento dell'85%, mentre i villaggi Reka hanno visto un aumento del 30% nelle prenotazioni, è stato indicato. Gli ostelli della gioventù svizzeri hanno avuto un quarto delle prenotazioni in più rispetto a un anno fa. Anche presso BnB Switzerland si sta vedendo una tendenza all'aumento delle prenotazioni per la prossima stagione estiva, viene sottolineato, senza fornire cifre.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
49 min
Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella
Il Presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consigliere federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
Svizzera
12 ore
Consiglio degli Stati, Brigitte Häberli-Koller eletta presidente
La turgoviese del Centro prende il posto di Thomas Hefti (Plr/Gl) che ha deciso di non presentarsi alle elezioni federali del prossimo ottobre
Svizzera
12 ore
Pirati della strada, pene severe ma eccezioni possibili
Dopo il Nazionale, marcia indietro anche agli Stati sull‘attenuazione delle pene. Si introducono però attenuanti per chi sgarra per la prima volta
Svizzera
13 ore
Saranno quasi 200 i milioni di franchi destinati all’ambiente
Lo ha deciso il Consiglio degli Stati per 29 voti a 16, approvando una proposta di minoranza della verde Adèle Thorens Goumaz
Svizzera
17 ore
Nessuna sanzione disciplinare contro Roger Köppel
Il consigliere nazionale Udc era sospettato di aver violato il segreto d’ufficio per alcune dichiarazioni sul suo canale video
Svizzera
1 gior
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
1 gior
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
1 gior
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
1 gior
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
2 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
© Regiopress, All rights reserved