laRegione
berset-la-pandemia-ha-rafforzato-il-federalismo
(Keystone)
Svizzera
27.05.21 - 13:290

Berset: la pandemia ha rafforzato il federalismo

Lo ha dichiarato oggi il consigliere federale Alain Berset durante la sesta conferenza nazionale sul federalismo a Basilea.

La pandemia di coronavirus ha messo alla prova il sistema federalistico in Svizzera, rafforzandolo. Lo ha dichiarato oggi il consigliere federale Alain Berset durante la sesta conferenza nazionale sul federalismo a Basilea.

La suddivisione del potere è una delle più grandi forze della Svizzera, ha aggiunto Berset. La collaborazione fra Cantoni e Confederazione non è regolata in maniera rigida: "Non tutto è previsto dalle leggi, in particolare in una situazione di crisi". Proprio per questo serve pragmatismo per trovare insieme soluzioni.

La pandemia si è dimostrata una sfida per il federalismo e ha reso necessaria una grande dose di coordinazione e comunicazione, con un intervento più importante del solito da parte della Confederazione, ha detto ancora Berset. All'inizio la necessità di agire rapidamente ha reso difficile il coinvolgimento dei Cantoni, ma la scelta di compromessi e discussioni si è alla fine rivelata vincente, secondo il ministro della sanità.

Tirando le somme, si può dire che il coronavirus ha rafforzato il federalismo, anche mostrando le possibili difficoltà e chiarendo dove è necessario oliare i macchinismi o stringere qualche bullone, ha proseguito Berset.

Dal canto suo Christian Rathgeb, consigliere di Stato grigionese e presidente della Conferenza dei governi cantonali, ha proposto per le future crisi la creazione di un Comitato dirigente paritetico con rappresentanti di Cantoni e Confederazione. Alcune responsabilità dovrebbero poi essere meglio definite.

La sesta conferenza sul federalismo è ospitata dal Canton Basilea Città. L'incontro di due giorni si svolge ogni quattro anni. A causa della situazione sanitaria i colloqui si stanno svolgendo online.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Winterthur, sette feriti in un grave incidente sull’A1
Gli occupanti della macchina che si è schiantata contro il guardrail hanno fra i 13 e i 52 anni
Svizzera
15 ore
Trattati internazionali, no a referendum obbligatorio
Il Nazionale bissa la decisione di non entrata in materia. Il progetto è definitivamente affossato.
Svizzera
15 ore
Stop ai viaggi per chi è ammesso provvisoriamente in Svizzera
Il Nazionale si allinea al Consiglio degli Stati. Ai titolari di un permesso F non sarà consentito muoversi nemmeno all’interno dello spazio Schengen.
Svizzera
17 ore
Passo avanti in Svizzera verso il ritorno dei test gratuiti
I ‘senatori’ sono d’accordo sul principio, ma vogliono escludere i test rapidi per uso personale o quelli sierologici non ordinati dal Cantone
Svizzera
18 ore
Due bambine rimpatriate in Svizzera dalla Siria
Le due giovani, partite da un campo nel Nord-est del Paese, sono in viaggio verso la Confederazione. La madre si sarebbe unita alla milizia dell’Isis.
Svizzera
18 ore
L’esercito inasprisce le regole per uscite e congedi
Da oggi nuove direttive per impedire contagi e casi di Covid-19. Per tutti i militari uscite limitate all’area della piazza d’armi e all’accantonamento
Svizzera
22 ore
‘Media indipendenti fondamento della democrazia diretta’
Il comitato per il ‘sì’ al pacchetto di aiuti lancia la campagna in vista della votazione del 13 febbraio
Svizzera
23 ore
Pochissime le morti fra i vaccinati
A dirlo l’Ufficio federale della sanità pubblica. In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate
Svizzera
23 ore
In Svizzera 23’888 nuovi casi di Covid nel weekend
Nelle ultime 72 ore si registrano anche 39 nuovi decessi e 181 ricoveri in ospedale
Svizzera
23 ore
Tpf: pena ridotta a 36 mesi per ‘l’emiro di Winterthur’
Al 35enne, condannato per essere un sostenitore dell’Isis, in prima istanza erano stati inflitti 50 mesi di reclusione senza la condizionale
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile