laRegione
17.05.21 - 12:25
Aggiornamento: 16:28

Traffico di esseri umani, in Svizzera nel 2020 record di casi

Nell'anno della pandemia il dato è salito a oltre 300 unità. 303 le vittime totale, la maggior parte da Nigeria e paesi dell'Est. Nessun caso in Ticino

Ats, a cura de laRegione
traffico-di-esseri-umani-in-svizzera-nel-2020-record-di-casi
(Keystone)

In Svizzera non si sono mai verificati così tanti casi di tratta di esseri umani come nel 2020. Già nel 2019, con 255 casi noti, si era superato un triste record ma nell'anno della pandemia il dato è schizzato al di sopra delle 300 unità. È l'allarme lanciato oggi dal Servizio specializzato in materia di tratta e migrazione delle donne (FIZ), che oggi ha pubblicato il suo rapporto annuale.

Le vittime note - in totale 303 - provengono da una sessantina di Paesi diversi e sono in grandissima parte donne, ma ci sono anche trans e uomini, indica oggi il FIZ in un comunicato.

La maggior parte delle vittime proviene da Nigeria, Romania, Ungheria, Bulgaria, Camerun, Congo e Serbia. Dai dati registrati dal FIZ, emerge che esse venivano sfruttate in 16 cantoni, in particolare a Zurigo, Berna e Argovia. Questi tre, sottolinea l'organizzazione, si stanno focalizzando attivamente su questo ambito e riescono a identificare un "numero significativamente maggiore di vittime". Il Ticino non figura sulla lista, mentre nei Grigioni si contano due casi nel 2020.

Il Servizio gestisce principalmente due servizi, che lo scorso anno hanno sostenuto in totale oltre 1000 persone: il programma specializzato di protezione delle vittime di tratta e la consulenza per donne migranti.

Per quanto riguarda le donne migranti, a causa del coronavirus le clienti del centro di consulenza sono passate da 377 a 705. Circa il 60% di esse erano lavoratrici del sesso, perlopiù provenienti dall'America latina o dall'Europa dell'est. Non avendo entrate, la maggior parte di loro non era più in grado di pagare i contributi della cassa malattia, né l'affitto e in alcuni casi nemmeno il cibo.

A causa della crisi del coronavirus e delle relative restrizioni, molte persone si sono trovate isolate socialmente: niente corsi di lingua e opportunità lavorative, nonché contatti sociali ridotti al minimo e nessuna possibilità di frequentare strutture diurne. "Per coloro che avevano poco, la pandemia ha preso tutto: diritti, dignità, riparo", denuncia Lelia Hunziker, direttrice generale del FIZ, citata nel comunicato. Nel 2020 il FIZ ha aumentato il numero di letti nei suoi rifugi e ha organizzato alloggi supplementari per cercare di evitare contagi.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Traffico sulla A13 e la A28, niente ‘bacchetta magica’
Il problema del traffico turistico di aggiramento sulle due arterie grigionesi impone una strategia sovracantonale
Svizzera
14 ore
Tentata rapina a mano armata a Crans Montana
Preso di mira, poco prima delle 6, un negozio del centro. È caccia ai malviventi (due) in Vallese
Svizzera
15 ore
Cresce il numero di persone con livello d’istruzione terziario
Tra i 25-34enni nell’arco di vent’anni la quota è raddoppiata: nel 2021 uno su due aveva conseguito un diploma corrispondente
Svizzera
17 ore
All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata
In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
17 ore
Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco
Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
Svizzera
18 ore
Svizzera ‘razzista sistemica’, ma Berna respinge le accuse
Per l’ambasciatore elvetico alle Nazioni Unite le considerazioni del Gruppo sono in parte basate su ‘supposizioni’ e ‘malintesi’
Svizzera
22 ore
Malgrado le ombre, le prospettive per l’industria non peggiorano
Il comportamento del parametro rappresenta una sorpresa: gli analisti si aspettavano infatti una contrazione a valori compresi fra 54 e 55,6 punti
Svizzera
23 ore
Suicidi quasi dimezzati negli ultimi quarant’anni
La diminuzione è soprattutto evidente tra gli uomini. Il Ticino ha presentato i tassi di suicidio inferiori per tutto l’ultimo decennio
Svizzera
1 gior
Lieve ma significativo rallentamento dell’inflazione
Si tratta del primo calo dopo venti mesi consecutivi con numeri in crescita o stabili. In settembre il rincaro annuo si è attestato al 3,3%
Svizzera
1 gior
Elezioni cantonali a Zugo: Status quo per il governo cantonale
Il Consiglio di Stato rimane quindi composto da tre rappresentanti dell’Alleanza di Centro, due liberali radicali e due Udc
© Regiopress, All rights reserved