laRegione
15.05.21 - 19:31

Nuove dosi Moderna in Svizzera

Dopo un inizio in sordina, ora il ritmo delle vaccinazioni sta aumentando. Lunedì arriverà anche Pfizer

Ats, a cura de laRegione
nuove-dosi-moderna-in-svizzera
Keystone

Una consegna di 750'000 dosi di vaccino anti-Covid era attesa per la giornata odierna. Lo ha indicato all'agenzia di stampa Keystone-Ats l'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp), confermando una notizia pubblicata dal portale online del Blick. Lunedì giungeranno invece nella Confederazione altre 118'950 dosi del preparato di Pfizer.

Dopo un inizio in sordina, ora il ritmo delle vaccinazioni in Svizzera sta aumentando. Ieri l'Ufsp ha reso noto che le dosi somministrate in Svizzera nella settimana dal 6 maggio al 12 maggio sono state 496'634. Rispetto alla settimana precedente, il ritmo delle inoculazioni è aumentato del 33%. In media, nella Confederazione vengono effettuate 70'948 vaccinazioni al giorno.

In totale, indica l'Ufsp aggiornando i dati fino a pochi giorni fa, sono state già somministrate 3'511'492 dosi di vaccino. Fino ad ora 1'184'138 persone sono state completamente vaccinate: questo significa che il 13,7% della popolazione ha ricevuto due iniezioni. A 1'143'216 persone è stata invece somministrata una sola dose. Attualmente 392'133 dosi sono state consegnate ai Cantoni, ma non ancora somministrate. Inoltre, 52'400 dosi sono immagazzinate dalla Confederazione.

Attualmente in Svizzera sono stati approvati tre preparati, Moderna, Pfizer e Johnson&Johnson. Di quest'ultimo non sono però state ordinate dosi. Allo stato attuale la Confederazione ha concluso contratti con cinque produttori, in particolare con Moderna (per un totale di 13,5 milioni di dosi quest'anno e almeno altri sette nel 2022) e Pfizer (oltre sei milioni).
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
51 min
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
1 ora
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
1 ora
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati pe ril contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
Svizzera
2 ore
Se il Gigante giallo non resta al passo coi tempi
A rivelarlo Roberto Cirillo, Ceo della Posta: ‘Non ci stiamo muovendo abbastanza velocemente nell’attuazione della nostra strategia di ammodernamento’
Svizzera
4 ore
Al via la riforma del Secondo pilastro
Passano la riduzione del tasso di conversione dal 6,8 al 6% e l’abbassamento della soglia d’entrata nel sistema
Svizzera
6 ore
In Svizzera c’è una grave carenza di personale specializzato
In difficoltà soprattutto i settori della sanità, dell’informatica e delle scienze ingegneristiche. A rilevarlo il relativo indice di Adecco
Svizzera
8 ore
A Berna inizia il dibattito sul preventivo 2023
Pandemia e salvataggio del settore energetico pesano sul budget della Confederazione, previsto in deficit per 4,8 miliardi di franchi
Svizzera
9 ore
Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella
Il presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consiglieri federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
Svizzera
21 ore
Consiglio degli Stati, Brigitte Häberli-Koller eletta presidente
La turgoviese del Centro prende il posto di Thomas Hefti (Plr/Gl) che ha deciso di non presentarsi alle elezioni federali del prossimo ottobre
Svizzera
21 ore
Pirati della strada, pene severe ma eccezioni possibili
Dopo il Nazionale, marcia indietro anche agli Stati sull‘attenuazione delle pene. Si introducono però attenuanti per chi sgarra per la prima volta
© Regiopress, All rights reserved