laRegione
10.05.21 - 16:22

Il servizio sociale dell'esercito molto sollecitato nel 2020

L'anno scorso versati 1,18 milioni di franchi, 80'000 franchi in più dell'anno precedente. Aumentano anche le consulenze a causa della pandemia

Ats, a cura de laRegione
il-servizio-sociale-dell-esercito-molto-sollecitato-nel-2020
(Keystone)

L'anno scorso, il Servizio sociale dell'esercito (Sses) ha versato 1,18 milioni di franchi a militari, militi della protezione civile, personale del Servizio della Croce Rossa nonché pazienti militari e superstiti in difficoltà. Si tratta di 80 mila franchi in più rispetto all'anno precedente. Aumentato il numero di consulenze, anche a causa della pandemia.

A seguito della crisi epidemica, l'SSEs è stato particolarmente sollecitato per consulenze, impiegando a tale scopo anche militari di milizia, come si può evincere dal rapporto annuale dell'SSEs.

In virtù del servizio d'appoggio prestato in relazione con la pandemia, l'impegno principale dell'SSEs ha riguardato il lavoro di consulenza e di assistenza. Lo scorso anno, il Servizio sociale dell'esercito ha ricevuto 4445 telefonate (3000 nell'anno precedente) al suo numero di telefono (0800 855 844).

I quattro assistenti sociali dell’SSEs, oltre ad aver risposto a numerose richieste d'informazioni, hanno complessivamente trattato 1920 dossier (l'anno precedente 1400). Per poter gestire le richieste supplementari, l'SSEs ha fatto capo a 42 militari.

In 480 casi (403 nel 2017) è stato accordato un aiuto materiale. Negli altri 1439 casi (l'anno precedente 941) sono state sufficienti una consulenza, un'assistenza o un'intermediazione.

631'730 franchi sono stati destinati a militari che hanno assolto scuole reclute e corsi di ripetizione. Per militari in servizio d'appoggio a favore dei Cantoni è stato necessario versare 245'000 franchi. Queste maggiori uscite sono in parte state compensate da importi inferiori nei corsi di ripetizione, dal momento che diversi servizi sono stati annullati.

Il SSEs aiuta militari, il personale del Servizio della Croce Rossa e i militi della protezione civile che, visto l'obbligo di prestare servizio con soldo (per esempio scuola reclute, corsi di ripetizione), incontrano difficoltà personali, professionali o familiari. Ciò vale anche per le persone che prestano servizio di promozione della pace e servizio d'appoggio all'estero. Anche i militari malati o infortunati che si trovano in una situazione difficile (complemento all'assicurazione militare) possono essere sostenuti, così come i familiari di militari malati o infortunati oppure deceduti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
3 ore
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
Svizzera
7 ore
Axpo e quell’aiuto non ancora utilizzato
Il gruppo ha ottenuto dalla Confederazione il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico
Svizzera
8 ore
L’alternativa è il pellet. Ma meglio fare scorta per tempo
SvizzeraEnergia vara la campagna ‘Zero spreco’: ecco qualche consiglio utile per evitare un inverno (giocoforza) freddo
Svizzera
23 ore
È allarme riscaldamento: ‘Fate il pieno del tank al più presto’
L’obiettivo? Contribuire al raggiungimento del risparmio volontario del 15% dei consumi di gas stabilito dal governo sull’esempio dell’Ue
Svizzera
1 gior
Luce verde all’export di munizioni in Qatar
Il Consiglio federale ha avallato la richiesta di esportazione di armamenti per il cannone di bordo del jet Eurofighter
Svizzera
1 gior
Crisi energetica, svizzeri ancora sordi agli inviti al risparmio
Malgrado le esortazioni a un uso più parsimonioso, il consumo di elettricità nel nostro Paese resta stabile
Svizzera
1 gior
Microplastiche nell’ambiente, bisogna fare di più
Il governo rinuncia a nuove misure, ma c’è un potenziale di miglioramento. Ogni anno in Svizzera sono circa 14’000 le tonnellate disperse
Svizzera
1 gior
Si schianta contro il guardrail sotto l’effetto dell’alcol
L’incidente, che ha avuto per protagonista un giovane, si è verificato poco prima di mezzanotte a Samedan
Svizzera
1 gior
Bilancia dei pagamenti, +11 miliardi nel secondo trimestre
Eccedenza di quasi 1 miliardo inferiore rispetto allo stesso periodo del 2021 per la Banca nazionale svizzera
© Regiopress, All rights reserved