laRegione
oggi-giurano-34-guardie-svizzere-parmelin-ricevuto-dal-papa
(Keystone)
06.05.21 - 14:06
Aggiornamento: 19:14
Ats, a cura de laRegione

Oggi giurano 34 Guardie Svizzere, Parmelin ricevuto dal Papa

Il presidente della Confederazione parteciperà, nel Cortile di San Damaso in Vaticano, alla cerimonia per il Giuramento di 34 nuove Guardie Svizzere

Papa Francesco ha ricevuto stamane in udienza al Palazzo apostolico vaticano il presidente della Confederazione Guy Parmelin, con la consorte e il seguito, che questo pomeriggio parteciperanno, nel Cortile di San Damaso, alla cerimonia per il Giuramento di 34 nuove Guardie Svizzere.

"Durante i cordiali colloqui, - spiega una nota del Vaticano - oltre a ricordare il generoso servizio della Guardia Svizzera Pontificia nel giorno del giuramento dei nuovi membri, è stato espresso compiacimento per le buone relazioni e la fruttuosa collaborazione che intercorrono tra la Santa Sede e la Confederazione Elvetica. Nel contesto del recente centenario della ripresa dei rapporti diplomatici si è ribadita la volontà di rafforzare tale collaborazione reciproca sulle principali questioni internazionali e su ambiti di comune interesse".

Dopo l'incontro con il Papa, Guy Parmelin si è successivamente incontrato con il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato da Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.

Udienza con le Guardie svizzere

In una successiva udienza, il Papa ha ricevuto anche le nuove reclute della Guardia Svizzera Pontificia accompagnate dai genitori, che presteranno giuramento alle 17.00.

"Come ben sapete - ha sottolineato il Pontefice - le funzioni della Guardia Svizzera, pur rivestendo carattere militare, costituiscono uno speciale servizio al Sommo Pontefice e alla Sede Apostolica a beneficio dell'intera Chiesa. È pertanto motivo di grande apprezzamento il fatto che dei giovani scelgano di dedicare alcuni anni della loro esistenza nella generosa disponibilità al Successore di Pietro e alla Comunità ecclesiale".

"Il Signore - ha osservato Bergoglio - talvolta chiama alcuni tra voi a seguirlo nella strada del sacerdozio o della vita consacrata - ha osservato -, trovando un terreno disponibile coltivato proprio durante il tempo di servizio nella Guardia. Altri invece seguono la vocazione coniugale e formano una propria famiglia".

"Ringrazio con voi il Signore, fonte di ogni bene - ha proseguito Francesco -, per i diversi doni e le varie vocazioni che vi affida, e prego perché anche quanti iniziano ora il loro servizio possano rispondere pienamente alla chiamata di Cristo, seguendolo con fedele generosità".

"Vi ringrazio pubblicamente"

"Questa circostanza - ha sottolineato il Pontefice - mi offre l'opportunità di ringraziare pubblicamente tutti i membri della Guardia Svizzera per il diligente adempimento del loro servizio. Apprezzo molto la vostra capacità di coniugare gli aspetti professionali e quelli spirituali, esprimendo così la vostra devozione e fedeltà alla Sede Apostolica".

"Da parte loro, i pellegrini e i turisti che vengono a Roma - ha aggiunto - hanno la possibilità di sperimentare la cortesia e la disponibilità delle guardie ai vari ingressi della Città del Vaticano". "Non dimenticate mai queste qualità, che rappresentano una bella testimonianza e sono il segno dell'accoglienza della Chiesa - ha concluso il Papa -. Rivolgo i miei sinceri auguri alle giovani reclute e spero che possano fare proficue esperienze spirituali e umane sia in Vaticano che nella città di Roma. Possano questi anni che trascorrerete qui essere occasione per un approfondimento della vostra fede e un amore ancora più forte alla

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
guardie svizzere guy parmelin papa francesco vaticano
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
14 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
14 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
15 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
16 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
18 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
21 ore
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
1 gior
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
1 gior
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
© Regiopress, All rights reserved