laRegione
un-piano-di-misure-per-acqua-piu-pulita-in-svizzera
Keystone
Ancora troppe tracce di pesticidi nelle acque svizzere
28.04.21 - 20:40
Aggiornamento: 21:17

Un piano di misure per acqua più pulita in Svizzera

Il Consiglio federale concretizza l’alternativa alle iniziative popolari ‘eccessive e penalizzanti’ in votazione il 13 giugno.

Berna – Il Consiglio federale vuole proteggere meglio le risorse idriche della Svizzera. Con questa idea in testa oggi ha avviato, fino al prossimo 18 agosto, la consultazione sul cosiddetto "Piano di misure Acqua pulita", che contiene un pacchetto di ordinanze agricole in relazione all'iniziativa parlamentare "Ridurre i rischi associati all'uso di pesticidi".

Durante la recente sessione primaverile, il Parlamento ha concluso il dibattito sull'iniziativa, depositata dalla Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati. Con le nuove disposizioni di legge viene potenziata la protezione dell'ambiente e delle acque dagli effetti negativi correlati all'uso di prodotti fitosanitari e biocidi, nonché dalle eccedenze di sostanze nutritive. "L'acqua potabile in Svizzera è di eccellente qualità e va assolutamente preservata", ha affermato davanti ai media a Berna, al termine della seduta dell'esecutivo, il consigliere federale Guy Parmelin.

Iniziative popolari "eccessive"

La legislazione costituisce una risposta più concreta, ha proseguito, rispetto a quella proposta dai testi sugli stessi argomenti che saranno sottoposti al popolo nella votazione del 13 giugno. Essi sono stati etichettati dal ministro dell'economia come "eccessivi e penalizzanti".

L'iniziativa parlamentare, che al contrario secondo Parmelin è una soluzione che giova a tutti gli attori coinvolti, concerne la legge sull'agricoltura, la legge sulla protezione delle acque e quella sui prodotti chimici. I suoi contenuti devono essere concretizzati a livello di ordinanza.

In una prima fase sono stati messi a punto i provvedimenti che riguardano il diritto agricolo al fine di attuare gran parte delle disposizioni della Politica agricola a partire dal 2022 (PA22+), "che come sapete è stata temporaneamente sospesa", ha ricordato il vodese. Il Parlamento ha poi deciso misure di ampia portata ed esteso il campo di applicazione oltre l'agricoltura.

Dimezzare rischi prodotti fitosanitari

L'obiettivo è di proteggere meglio le acque superficiali dei biotopi, quelle sotterranee e l'acqua potabile dalla contaminazione da prodotti fitosanitari. Uno dei traguardi principali a cui si ambisce è dimezzare, entro il 2027, i rischi associati all'uso di tali preparati, ha precisato Parmelin.

Se le aziende agricole intendono continuare a beneficiare dei pagamenti diretti, non potranno più, ad esempio, utilizzare principi attivi a elevato potenziale di rischio, quali gli erbicidi come il dimetacloro. I gestori dovranno attuare misure per ridurre il dilavamento e la deriva dei prodotti fitosanitari al di fuori delle particelle trattate e lasciare più spazio tra la particella e le griglie per l'evacuazione delle acque durante i trattamenti.

Sostanze nutritive

Per quanto concerne la protezione delle acque dalle eccedenze di sostanze nutritive, l'agricoltura dovrà fare in modo di generarne meno, così da ridurre le percentuali di azoto e di fosforo che si riscontrano nel suolo. In questo caso, l'obiettivo è diminuire le perdite di queste sostanze di almeno il 20% entro il 2030.

Il Consiglio federale propone anche di abolire il margine d'errore del 10% nel calcolo del bilancio di concimazione. Sarà invece sempre possibile trasferire le eccedenze in altre aziende in grado di valorizzare tali concimi, consentendo così di sostituire quelli sintetici.

L'ordinanza sui pagamenti diretti, quella sui sistemi d'informazione nel campo dell'agricoltura e quella concernente l'analisi della sostenibilità in agricoltura fanno parte di questo primo pacchetto. Un altro pacchetto sarà inviato in consultazione in un secondo momento.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
acqua agricoltura consiglio federale prodotti fitosanitari
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
6 ore
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
Svizzera
7 ore
Batosta in vista sui premi di cassa malati nel 2023
Secondo uno studio di Accenture, per coprire l’aumento dei costi della salute, in Ticino si prevede un balzo in avanti di circa il 10%
Svizzera
8 ore
Con la procedura agevolata centinaia di domande di cambio sesso
Con la riforma entrata in vigore a inizio anno per il cambiamento di sesso nel registro di stato civile non è più necessario passare da un giudice
Svizzera
9 ore
Dopo i problemi iniziali, i bipiano Ffs ora molto affidabili
All’inizio i convogli Alstom-Bombardier, il più grande appalto di sempre delle Ffs, avevano problemi di accessibilità e tecnici, in gran parte risolti
Svizzera
9 ore
Il presidente di ElCom ribadisce: possibili blackout in inverno
Werner Luginbühl, che presiede la Commissione federale dell’energia elettrica, accusa i politici di non aver ‘preso sul serio’ gli avvertimenti
Svizzera
10 ore
Maillard (Uss): disordini sociopolitici senza aumento dei salari
Il presidente dell’Unione sindacale svizzera paventa conseguenze disastrose per il mercato del lavoro e i consumi senza aumenti salariali
Svizzera
11 ore
Energia, in Svizzera aiuti economici ‘né necessari né utili’
Secondo Eric Scheidegger, capo della Direzione politica economica della Segreteria di Stato dell’economia, la Confederazione è meno colpita dal problema
Svizzera
1 gior
Povertà, in Svizzera poca differenza tra campagna e città
Sono colpite principalmente donne, famiglie monoparentali e persone con un basso livello d’istruzione
Svizzera
1 gior
Barbabietola da zucchero, previsto raccolto superiore alla media
Ha beneficiato di una primavera calda e secca. La coltura potrebbe però ridursi se nelle prossime non ci sarà sufficiente pioggia.
Svizzera
1 gior
Caldo, alluvioni... ecco come funziona il sistema di allerta
Nel caso degli avvisi meteorologici non tutti i livelli di pericolosità sono definiti per ogni fenomeno.
© Regiopress, All rights reserved