laRegione
24.04.21 - 19:06
Aggiornamento: 19:47

Assemblea PVL: sì a leggi CO2 e Covid, no a terrorismo

I delegati del partito dei Verdi liberali hanno definito le loro raccomandazioni in vista delle votazioni federali del prossimo 13 giugno

Ats, a cura de laRegione
assemblea-pvl-si-a-leggi-co2-e-covid-no-a-terrorismo
Keystone

I delegati del partito dei Verdi liberali (PVL), riuniti oggi in assemblea online. Auspicano un sì alle leggi sul CO2 e sul Covid-19 e una bocciatura di quella sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (Mpt).

Avevano già detto sì in febbraio all'iniziativa popolare "Acqua potabile pulita e cibo sano - No alle sovvenzioni per l'impiego di pesticidi e l'uso profilattico di antibiotici" e lasciato libertà di voto sull'iniziativa "Per una Svizzera senza pesticidi sintetici".

Il sostegno alla Legge federale sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra (Legge sul CO2) è stato pressoché unanime: 116 voti a favore e uno contrario. La norma è un importante passo intermedio verso una Svizzera neutra dal punto di vista climatico, e altri devono seguire, afferma il PVL in un comunicato diramato al termine dell'assemblea. "Se attuata correttamente, questa legge offre una grande opportunità per la nostra economia e la nostra società", sostiene la consigliera nazionale Isabelle Chevalley (VD), citata nella nota.

Bocciata la Mpt

Sì - con 156 voti a favore e 3 contrari - anche alla Legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all'epidemia di Covid-19 (Legge Covid-19), considerata particolarmente necessaria per sostenere le imprese e gli indipendenti colpiti economicamente dalla pandemia. Un rifiuto della norma metterebbe in pericolo le misure di sostegno e creerebbe incertezza giuridica.

Con un voto quasi altrettanto netto - 148 contro 11 - i delegati hanno invece bocciato la Mpt. Con la norma il principio della presunzione di innocenza sarebbe semplicemente abolito, come pure quello della separazione dei poteri, poiché le misure coercitive possono essere ordinate dalla polizia senza prove, scrive il PVL. Inoltre la legge viola la Convenzione sui diritti del fanciullo, viste le misure pesanti che possono essere imposte ai bambini a partire dai 12 anni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Suisse Secret, il Ministero pubblico della Confederazione indaga
Credit Suisse sporge denuncia per la fuga di notizie. I reati prospettati sono spionaggio economico, violazione dei segreti commerciale e bancario
Svizzera
16 ore
Moutier, no di Plr e Udc alla mediazione di Baume-Schneider
Per le sezioni del Giura bernese, la passata militanza della consigliera federale non le permetterebbe un responso imparziale sul contenzioso
Svizzera
16 ore
In un comune su due installare pannelli solari non conviene
I proprietari rischiano addirittura di andare in perdita, indica uno studio. Notevoli le differenze da un cantone e un comune all’altro
Svizzera
16 ore
Il Consiglio federale in difesa della libertà di stampa
Scoop con i dati bancari? Il governo sostiene una mozione che chiede di rinunciare alle sanzioni penali previste attualmente
Svizzera
18 ore
Expo 2025, la Svizzera punta su innovazione e padiglione ‘light’
Berna intende presentare la struttura più leggera ed ecologica di tutta la manifestazione che si svolgerà a Osaka
Svizzera
18 ore
La Confederazione deve impegnarsi sulla penuria di farmaci
Secondo Enea Martinelli, farmacista ospedaliero di vari nosocomi bernesi, occorre elaborare misure a lungo termine
Svizzera
18 ore
Un gruppo di esperti vuole vietare le promozioni sulla carne
Le misure proposte, fra cui anche una tassa sul CO2 prelevata sulle derrate, sono finalizzate a preservare la sicurezza alimentare della Svizzera
Svizzera
19 ore
Migros ha scelto: il nuovo numero uno sarà Mario Irminger
Precedentemente alla testa di Denner (che ora cerca un nuovo timoniere), prenderà le redini dei ‘gigante arancione’ fra due mesi
Svizzera
19 ore
Le prestazioni complementari non compromettono il permesso C
Lo ha statuito il Tribunale federale, accogliendo il ricorso di uno spagnolo a cui in prima istanza le autorità avevano revocato lo statuto
Svizzera
22 ore
Per la Rega nel 2022 un numero da record di pazienti soccorsi
Le oltre 14’000 persone aiutate lo scorso anno sono la cifra più alta nei 70 anni di storia della Guardia aerea svizzera di soccorso
© Regiopress, All rights reserved