laRegione
20.04.21 - 14:50

La cyberdifesa priorità dell’esercito in Svizzera

Le forze armate subiscono in media un attacco informatico al mese. Con la nuova strategia 2021-2024 intendono colmare le lacune esistenti.

la-cyberdifesa-priorita-dell-esercito-in-svizzera
Keystone
Anche l’esercito alle prese con regolari attacchi informatici

Berna – La cyberdifesa deve essere ulteriormente rafforzata, nonostante i miglioramenti degli ultimi anni. È l'obiettivo al centro della nuova strategia 2021-2024 dell'Esercito svizzero.

La strategia, approvata dalla consigliera federale Viola Amherd, comprende tutte le misure di intelligence e militari per difendersi dagli attacchi informatici, per garantire la prontezza operativa delle forze armate e per sviluppare capacità e competenze in questo settore. Lo stesso vale per le misure volte a identificare le minacce e a bloccare gli attacchi. La cooperazione con i partner nazionali e internazionali è anch'essa un elemento chiave. In tutto sono previsti trenta campi d'azione specifici, che includono anche la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione.

Un attacco al mese

"I rischi informatici ci riguardano tutti", ce ne rendiamo ben conto quando si tratta di commercio online e di grandi aziende, ha detto Roger Michlig, capo della digitalizzazione e cybersecurity del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (Ddps).

Gli attacchi vengono sferrati sia da stati, sia da organizzazioni e individui. "In media, registriamo un attacco informatico al mese a sistemi rilevanti per la politica di sicurezza della Svizzera", ha aggiunto Philipp Kronig del Servizio delle attività informative della Confederazione (Sic). "Per esempio, un attacco all'approvvigionamento energetico o, nella situazione attuale, al sistema sanitario sarebbe particolarmente preoccupante".

Il piano d'azione per gli anni 2017-2020 ha portato a notevoli miglioramenti, afferma il Dipartimento. È stato istituito il Cyber-Defence Campus, la base di supporto è stata sviluppata in un "Comando Ciber" e le capacità del Servizio Federale di Intelligence sono state aumentate in quest'ambito.

Collaborazione ampliata

Non tutti gli obiettivi però sono stati raggiunti. Con la crescente digitalizzazione, anche la complessità e le sfide nel cyberspazio stanno crescendo, ha spiegato Thomas Rothbach, vicedirettore degli armamenti e responsabile della scienza e della tecnologia di Armasuisse. La nuova strategia include quindi anche l'elaborazione e il trasferimento di conoscenze con gli ambienti scientifici e l'industria.

Dal 2020, per esempio, la cyberdifesa si è concentrata anche sull'intelligenza artificiale, una branca dell'informatica che si occupa dell'automazione del comportamento intelligente e dell'apprendimento automatico. Il governo federale sta collaborando con il Politecnico di Zurigo e la Nato sul progetto. "Abbiamo bisogno di una panoramica dei nuovi sviluppi nella comunità informatica", ha spiegato Rothbach, "ed è per questo che stiamo lavorando anche con la Silicon Valley".

Cooperazione internazionale

La cooperazione con i partner internazionali deve essere ampliata, in modo da creare una rete internazionale di competenze a cui la Svizzera può attingere in qualsiasi momento.

I partner più importanti per la Svizzera a livello internazionale nel rilevamento di attacchi informatici sono la Germania, l'Austria e la Francia. "Tuttavia, le alleanze in questo settore possono cambiare", ha detto Kronig. La Svizzera dipende anche dall'estero per l'approvvigionamento in materiale. Le parti per le forniture dell'hardware provengono dalla Cina e dagli Stati Uniti.

La strategia del Ddps fa parte della Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i rischi informatici (Ncs), adottata dal Consiglio federale nel 2017. La cyberdifesa è solo una delle tre aree della sicurezza informatica della Confederazione. L'applicazione del diritto in materia è di competenza del Dipartimento di giustizia (Dfgp), la cybersicurezza del Dipartimento delle finanze (Dff).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
14 ore
Edifici non residenziali, c’è l’obbligo di pannelli solari
La misura, che si applica da ora e fino al 2032, interessa tutti gli stabili (anche quelli esistenti) a partire da una superficie di 300 m²
Svizzera
14 ore
Su lemievaccinazioni.ch un controllo troppo superficiale
Le commissioni della gestione dei due rami del parlamento bacchettano l’Ufficio federale della sanità pubblica
Svizzera
16 ore
Per i media con il ‘non sapevo’ Berset gioca il tutto per tutto
La smentita circa la consapevolezza della fuga di notizie desta perplessità in buona parte della stampa svizzera
Svizzera
18 ore
In Svizzera si alleva sempre più pollame
Il fenomeno è in atto da decenni. Aumentano anche le colture di avena anche se restano marginali sul totale
Svizzera
20 ore
Quasi uno svizzero su cinque ha due passaporti
Nel 2021 il 19% dei cittadini residenti dai 15 anni di età in su avevano una doppia cittadinanza: la maggioranza, quasi un quarto, sono gli italo-svizzeri
Svizzera
1 gior
In aumento i casi di maltrattamento di minori
Nel 2022 il gruppo di protezione dei bambini e servizio di consulenza per le vittime dell’Ospedale pediatrico di Zurigo ha censito 657 casi
Svizzera
1 gior
Berset ribadisce: non sapevo nulla delle indiscrezioni
Il portavoce del Governo Simonazzi chiarisce che dopo la discussione il ‘Consiglio federale ha ritrovato la fiducia e andrà avanti a lavorare come sempre’
Svizzera
1 gior
Infermieri, verso più formazione e condizioni di lavoro migliori
Il Consiglio federale intende rafforzare il settore: fra le proposte, anche più personale formato e fatturazione diretta di alcune prestazioni
Svizzera
1 gior
Il tennis in banca? ‘No e ancora no’: condanne confermate
Il Tribunale federale conferma la sanzione per i dodici attivisti che nel 2018 avevano occupato la sede losannese di una banca travestiti da Federer
Svizzera
1 gior
Mancano i medici? Governo favorevole a deroghe
Ma solo a precise condizioni e unicamente per medicina generale, pediatria, psichiatria nonché psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza
© Regiopress, All rights reserved