laRegione
BOS Bruins
1
Detroit Red Wings
2
3. tempo
(0-0 : 0-1 : 1-1)
FLO Panthers
4
WAS Capitals
4
3. tempo
(1-2 : 0-2 : 3-0)
NJ Devils
2
SJ Sharks
5
3. tempo
(0-1 : 0-3 : 2-1)
MIN Wild
3
ARI Coyotes
1
2. tempo
(1-1 : 2-0)
NAS Predators
3
COB Jackets
0
2. tempo
(3-0 : 0-0)
STL Blues
2
TB Lightning
3
2. tempo
(0-3 : 2-0)
DAL Stars
1
CAR Hurricanes
0
1. tempo
(1-0)
LA Kings
ANA Ducks
04:30
 
coronavirus-il-10-crede-in-almeno-una-teoria-complottista
Una manifestante in Germania con un cartello inneggiante alla "bugia pandemica" (Keystone)
Svizzera
07.04.21 - 14:550
Aggiornamento : 17:58

Coronavirus, il 10% crede in almeno una teoria complottista

Lo rivela un sondaggio dell'Università di Basilea svolto online su un campione di 1'600 persone. Molto seguite le teorie sulla creazione umana del virus

In un sondaggio condotto dall'Università di Basilea, è risultato che il 10% degli intervistati credeva fortemente in almeno una teoria del complotto sul coronavirus. A riscontrare i maggiori favori sono state le dichiarazioni che suggeriscono che il virus sia stato creato dall'uomo o che la spiegazione ufficiale per la causa del virus debba essere messa in dubbio, ha comunicato oggi l'università.

La pandemia di coronavirus ha prodotto teorie di complotto che si diffondono rapidamente su Internet. In effetti, la storia mostra che le teorie della cospirazione spesso prosperano in tempi di crisi. Queste sono legate alle credenze che poteri segreti o certi gruppi stiano lavorando insieme per un obiettivo dannoso.

Le psicologhe di Basilea Sarah Kuhn e Thea Zander-Schellenberg, insieme a colleghi, hanno ora condotto un sondaggio anonimo online per indagare in che misura le persone della Svizzera tedesca e della Germania concordano con le teorie del complotto sul coronavirus e come questo sia collegato a pregiudizi di pensiero. I risultati dello studio, a cui hanno partecipato 1600 persone, sono stati riportati nella rivista "Psychological Medicine".

Valutare le teorie della cospirazione

Su una scala, i partecipanti allo studio dovevano indicare quanto fortemente fossero d'accordo con ciascuna delle 49 teorie di cospirazione presentate. Queste includevano dichiarazioni curiose come "Il coronavirus è un'arma biologica sviluppata dalla Cina per distruggere l'Occidente", "I test degli anticorpi sono un complotto per raccogliere il nostro DNA" o "La vera ragione dell'isolamento è per imporre una sorveglianza di massa".

Secondo il sondaggio, una media del 10% scarso degli intervistati era fortemente d'accordo con almeno una teoria di cospirazione, il 20% era d'accordo poco o moderatamente, e circa il 70% non era d'accordo.

Processi di pensiero diversi

Gli psicologi hanno anche determinato lo stato psicologico degli intervistati, così come la loro età, il sesso e le opinioni politiche. È così risultato che coloro che erano d'accordo con le teorie del complotto erano in media più giovani, più stressati e hanno raccontato esperienze simili alla paranoia. Hanno anche mostrato atteggiamenti politicamente più estremi e livelli di istruzione più bassi.

Anche nei processi di pensiero dei partecipanti erano evidenti differenze. Il gruppo che familiarizzava piuttosto con una teoria di cospirazione ha tratto conclusioni più frettolose e con maggiore incertezza. Queste persone hanno anche prestato meno attenzione alle informazioni che contraddicevano la loro opinione.

Attenzione alle generalizzazioni

Tuttavia, i ricercatori hanno trovato che alcune persone che erano d'accordo con le teorie della cospirazione in realtà mostravano meno pregiudizi di pensiero rispetto all'altro gruppo. "Questi risultati suggeriscono che non tutte le persone che sono d'accordo con una teoria della cospirazione elaborano automaticamente le informazioni in modo sfavorevole e decidono di conseguenza", ha indicato, citata nel comunicato la psicologa Sarah Kuhn, autrice principale dello studio.

Questo è stato sorprendente, poiché la ricerca psicologica ha finora teso a supporre che le teorie della cospirazione siano associate a caratteristiche come una minore capacità di pensiero analitico o conclusioni affrettate. Il fatto che per alcune persone può essere l'esatto contrario richiede cautela quando si fanno generalizzazioni sui sostenitori delle teorie del complotto.

Secondo l'Università di Basilea, lo studio non è per definizione un sondaggio rappresentativo della popolazione a causa dell'approccio del sondaggio. Tuttavia, la composizione per età e sesso dei partecipanti era simile alla popolazione generale svizzera e tedesca.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 ore
Confermati i primi casi di variante Omicron in Svizzera
L’Ufficio federale della sanità pubblica annuncia che sono due le persone ad averla contratta
Svizzera
11 ore
Stretta su Covid pass e mascherine, Berna vara nuove misure
Si profila l’estensione dell’obbligo del certificato e la limitazione della validità dei test. Valutati pure tre scenari sul posto di lavoro
Svizzera
12 ore
Misure anti-Covid alla Posta: da domani mascherina e telelavoro
Ammesse solo cinque persone per le riunioni fisiche, annullati gli eventi di fine anno. La mascherina sarà indossata anche da seduti al posto di lavoro
Svizzera
13 ore
In Svizzera sempre più pazienti Covid in cure intense
Il 26,50% dei letti in cure intense è occupato da pazienti Covid
Svizzera
14 ore
Gli Stati aumentano di 235 milioni le uscite nel preventivo 2022
La Camera alta ha approvato il preventivo con 39 preferenze a 5. Il Nazionale si occuperà del dossier domani
Svizzera
16 ore
Trasporto merci sotterraneo, approvata la legge
Dopo l’ok degli Stati, il Nazionale dà il via libera alla ‘metropolitana merci’ sotto l’Altopiano, il progetto Cargo sous terrain (CST)
Svizzera
16 ore
Il 38% della popolazione in Svizzera ha un passato migratorio
Lo rivela uno studio dell’Ufficio federale di statistica sui residenti da 15 anni o più. La nazionalità italiana e quella tedesca le più rappresentate
Svizzera
17 ore
L’epilessia spiegata con semplicità tramite video
La Lega svizzera contro l’epilessia mostra come comportarsi in caso di una crisi epilettica, problema che affligge in Svizzera circa 80’000 persone
Svizzera
17 ore
Alimentazione invernale dei piccoli uccelli, come farlo per bene
La Stazione ornitologica svizzera offre consigli su come nutrire i pennuti ospiti dei nostri giardini senza arrecare loro dei danni
Svizzera
18 ore
Laboratori sovraccarichi, risultati dei test Covid in ritardo
Il problema maggiore nei Grigioni, che sta riducendo il numero dei test nelle scuole e invita i lavoratori vaccinati a non testarsi con regolarità
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile