laRegione
07.04.21 - 12:38
Aggiornamento: 13:09

Le aree verdi di Zurigo paradiso dei pipistrelli

Nella città sulla Limmat svolazzano più mammiferi notturni che a Parigi o Anversa grazie al basso inquinamento luminoso e alla varietà di insetti

Ats, a cura de laRegione
le-aree-verdi-di-zurigo-paradiso-dei-pipistrelli
(Keystone)

Grazie alla presenza di molte aree verdi, di notte svolazzano per la città di Zurigo più pipistrelli di quanti ne siano presenti a Parigi o Anversa. È quanto osservato da un team internazionale di ricercatori in collaborazione con l'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL).

La ricerca, che riguarda la varietà di animali notturni come insetti o pipistrelli nelle aree urbane, evidenzia che la fitta rete di aree verdi e la riduzione dell'inquinamento luminoso sono necessarie per promuovere tale varietà, spiega in una nota odierna il WSL.

Un programma di ricerca europeo, condotto in sette città e inizialmente dedicato alla popolazione di api selvatiche, aveva come scopo di indagare sull'importanza delle aree verdi urbane nell'ottica della biodiversità. A Zurigo, Parigi ed Anversa, i ricercatori hanno però anche deciso di analizzare la varietà di insetti notturni e di pipistrelli per approfondire il rapporto con le aree verdi degli animali notturni.

Nella città sulla Limmat i ricercatori non solo hanno individuato la maggiore quantità di pipistrelli, ma anche il numero più elevato di specie diverse. Ciò dipende dal fatto che quasi ovunque vi siano nelle vicinanze aree naturali, come per esempio boschi, ipotizza Martin Obrist, specialista di insetti e chirotteri del WSL e responsabile dello studio, pubblicato sulla rivista scientifica "Basic and Applied Ecology".

"A dimostrarsi un fattore importante per la sopravvivenza dei pipistrelli a Zurigo è stata la vicinanza di corsi d'acqua", aggiunge il ricercatore, citato nel comunicato.

Più aree verdi, più varietà

La varietà di insetti aumenta in maniera direttamente proporzionale alla superficie delle aree verdi urbane, sottolinea il WSL. Tuttavia, precisa Obrist, "è molto importante che le superfici verdi non rappresentino singole isole a sé stanti, ma creino una sorta di rete all'interno della città".

Nelle tre città studiate, i ricercatori hanno scoperto che il pipistrello nano (Pipistrellus pipistrellus), che sopporta bene la luce artificiale, è di gran lunga il pipistrello più comune. L'illuminazione notturna attrae molti insetti, che sono una facile preda per quei pipistrelli che non sono troppo infastiditi dalla luce.

Tuttavia, le specie di pipistrelli che temono la luce, come il vespertilio maggiore (Myotis myotis) o l'orecchione comune (Plecotus auritus), stanno perdendo i loro habitat a causa del crescente inquinamento luminoso nelle città. Questo spiega anche la bassa diversità dei pipistrelli a Parigi e Anversa.

È dunque "necessario diminuire l'illuminazione artificiale", sostiene Obrist. Eventualmente, aggiunge, le lampade a LED - controllate e regolate in maniera mirata - possono contribuire a ridurre la luce notturna. "I lampioni possono così sfruttare tutta la propria luminosità solo quando serve, per esempio al passaggio di un auto", conclude Obrist.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
14 ore
‘La penuria di farmaci è un problema internazionale’
Secondo Yvonne Gilli, presidente della Federazione dei medici svizzeri, urge una ‘soluzione globale ai massimi livelli’
Svizzera
14 ore
Maggioranza favorevole a riesportazione armi in Ucraina
Secondo un sondaggio il 55% della popolazione ritiene che Paesi terzi dovrebbero essere in grado di fornire all’Ucraina armi di produzione elvetica
Svizzera
15 ore
Tamedia fa ammenda su accuse di mobbing e sessismo
Un’ex redattrice del settimanale ‘Das Magazin’ accusa l’ex responsabile della pubblicazione rimproverando al gruppo un atteggiamento attendista
Svizzera
19 ore
Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino
Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
20 ore
Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante
Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ‘Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
1 gior
Due morti a Disentis per una valanga
La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
1 gior
La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna
Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
1 gior
La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record
Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
1 gior
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
1 gior
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
© Regiopress, All rights reserved