laRegione
gastrosuisse-introdurre-per-legge-diritto-all-indennizzo
Casimir Platzer, presidente di GastroSuisse, a destra, alla conferenza stampa insieme al consigliere nazionale Alois Gmuer, (Ppd), presidente del gruppo parlamentare per l'industria alberghiera(Keystone)
29.03.21 - 11:56
Aggiornamento: 18:53

Gastrosuisse: introdurre per legge diritto all'indennizzo

Lanciata iniziativa per introdurre nella legge sulle epidemie un obbligo di indennizzare adeguatamente le aziende colpite dalle misure decise dalle autorità

Gli indennizzi concessi al settore della gastronomia, fortemente svantaggiato dalle misure sanitarie in questo periodo di pandemia, sono del tutto inadeguati. Affinché una tale situazione non si ripeta, il settore lancia un'iniziativa popolare volta ad ottenere risarcimenti sufficienti in caso di una futura crisi epidemica.

"La legge sulle epidemie è inadeguata e deve essere completata in vista di future pandemie", ha affermato davanti ai media il consigliere nazionale Alois Gmür (Centro/SZ), presidente del gruppo interparlamentare che rappresenta il settore.

Nella sua forma attuale, la legge fornisce la base per misure volte a proteggere la salute della popolazione, ma non c'è alcun diritto ad un risarcimento per le strutture e i dipendenti colpiti. Di conseguenza, sono compensati in modo insufficiente e troppo lentamente. Il settore alberghiero e della ristorazione è stato particolarmente colpito dalla crisi ed è stato relegato allo status di vittima collaterale. Questo non deve accadere di nuovo", ha aggiunto Gmür, eletto in parlamento nel 2011.

"La politica non era preparata ad affrontare una situazione di emergenza a così lungo termine", ha sottolineato il deputato svittese, presidente tra l'altro dell'associazione svizzera dei distributori di bevande (SwissDrink).

Il dibattito che ha avuto luogo in marzo in merito alla Legge Covid-19 e ai casi di rigore, "con proposte che andavano da una perdita di fatturato del 20% fino al 40% è stato un bazar". Insomma, una discussione che ha denotato poca serietà e improvvisazione, ha spiegato.

Per Casimir Platzer, presidente di GastroSuisse, "sembra ovvio e moralmente giustificabile che le industrie che hanno fatto enormi sacrifici in questa crisi debbano essere adeguatamente compensate". Il denaro è stato promesso nel contesto dei casi di rigore inclusi nella Legge Covid-19. Il Consiglio federale ha ventilato aiuti per 10 miliardi di franchi. "Tuttavia, solo una parte di questo denaro ha già raggiunto i destinatari. Gli indennizzi vengono versati troppo lentamente e variano molto da cantone a cantone", ha affermato.

"La Confederazione e i cantoni hanno fallito e hanno creato dei mostri burocratici", ha aggiunto Platzer. Altri Paesi hanno fatto meglio, ha sottolineato, deplorando che la Svizzera non abbia seguito l'esempio di Austria e Germania, che hanno deciso di abbassare l'IVA per il settore.

Per Platzer l'obiettivo dell'iniziativa è chiaro: "Non dobbiamo rifare gli stessi errori". "In caso di una nuova pandemia, ci deve essere una compensazione adeguata se gli stabilimenti vengono chiusi su ordine delle autorità". Il diritto alla riduzione dell'orario di lavoro e alle Indennità per perdita di guadagno andrebbero fissate per legge. L'iniziativa mira a stabilire le future regole del gioco. "Abbiamo bisogno di chiarezza", ha insistito Platzer.

"Se le persone colpite vengono indennizzate adeguatamente, ciò rafforza anche il Consiglio federale nella lotta contro la pandemia e porta a una maggiore accettazione delle misure", ha dichiarato dal canto suo Massimo Suter, vicepresidente di GastroSuisse e presidente di GastroTicino. Un obbligo di compensazione costringe anche lo Stato ad essere meglio preparato per una futura pandemia.

Quanto al sostegno di cui potrebbe beneficiare l'iniziativa, Gmür ha annunciato che SwissDrink non si tirerà indietro. Il consigliere nazionale si è detto pure convinto del sostegno del settore della gastronomia e di altri rami penalizzati dall'attuale pandemia. Il testo dell'iniziativa dovrebbe essere pronto entro novembre.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
gastrosuisse indennizzi adeguati iniziativa popolare
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Statuto S: per gli aiuti si terrà conto di salario e patrimonio
Le raccomandazioni sono state adeguate dalla Conferenza dei direttori cantonali delle opere sociali
Svizzera
13 ore
Furti con scasso a Silvaplana e Müstair
La Polizia cantonale grigionese chiede alla popolazione di segnalare eventuali persone sospette
Svizzera
13 ore
Genitori multati per aver fatto saltare la scuola alla figlia
È successo nel Canton Zurigo. La famiglia ha fatto iniziare le vacanze estive della bambina tre settimane in anticipo
Svizzera
13 ore
Impianti di risalita: la stagione estiva si conferma molto buona
In Ticino, però, si registra una diminuzione dell’affluenza rispetto all’anno scorso
Svizzera
13 ore
Ubriaco rimane bloccato con l’auto su un ponticello pedonale
Ha dichiarato di aver preso una scorciatoia per rincasare. Gli è stata rilevata un’alcolemia dell’1,4 per mille
Svizzera
13 ore
Il clima obbliga la viticoltura vallesana a ripensarsi
Siccità e temperature elevate, oppure gelo e piogge abbondanti: gli eventi estremi mettono a dura prova il settore. Studi in corso, il Cantone investe
Svizzera
14 ore
Stelle cadenti, venerdì notte il clou dello spettacolo
A Sud delle Alpi le nuvole potrebbero ostacolare l’osservazione. La luminosità della Luna potrebbe offuscare le Perseidi meno appariscenti
Svizzera
15 ore
Si scioglie il ghiaccio, il passo riaffiora dopo 2’000 anni
Il passo del Tsanfleuron, piccola porzione di terra che collega Vaud e Vallese a quota 2’800 metri, è riemerso dai ghiacci e tornato parzialmente sgombro
Svizzera
15 ore
Le associazioni padronali: tre ‘sì’ e un ‘no’ il 25 settembre
A esprimersi oggi sulle prossime votazioni quattro associazioni economiche. Il ‘no’ riguarda l’iniziativa sull’allevamento intensivo
Svizzera
15 ore
L’aumento dei tassi non sta impattando il mercato degli alloggi
Lo rilevano gli economisti di Raiffeisen. I tassi più alti influenzano invece le scelte delle modalità di finanziamento per acquisti o rinnovi di mutui
© Regiopress, All rights reserved