laRegione
04.03.21 - 07:57

Maggioranza degli svizzeri contro riapertura ristoranti

Lo sostiene il politologo Michael Hermann, sulla base di un monitoraggio svolto per Srf, che indica pure come la popolazione sostenga il Consiglio federale

Ats, a cura de laRegione
maggioranza-degli-svizzeri-contro-riapertura-ristoranti
Un ristorante chiuso a Lucerna (Foto Keystone)

La popolazione svizzera sostiene le misure contro il coronavirus adottate dal Consiglio federale, secondo il politologo Michael Hermann. La posizione del governo federale riflette bene quella della popolazione, ha detto ai giornali del gruppo Tamedia.

In alcuni casi, la popolazione avrebbe decretato misure ancora più severe del Consiglio federale, ha detto Hermann. Sulla base del monitoraggio che svolge per la radiotelevisione svizzerotedesca Srf, aggiunge che è sorprendente constatare quanto la popolazione sia ben informata sulle misure per contenere la pandemia.

Popolazione meno favorevole alla chiusura dei negozi

Conformemente alle circostanze i cittadini hanno una visione differenziata delle misure, ha precisato. In passato, per esempio, la maggioranza si era espressa contro la chiusura dei negozi. Allo stesso tempo, però, la popolazione ha votato a favore della chiusura dei ristoranti a causa del rischio di infezione. In autunno, gli svizzeri hanno potuto osservare cosa succede se le misure di protezione non sono sufficienti. Il virus continua a diffondersi e il numero di infezioni aumenta.

Mascherina promossa anche se i casi diminuiscono

Il direttore del centro di ricerca Sotomo aggiunge che il Consiglio Nazionale, che chiede la riapertura dei ristoranti e delle strutture ricreative tra poco meno di tre settimane, non ha l'appoggio della maggioranza della popolazione. Il monitoraggio "Covid Norms" dell'Università di Zurigo mostra anche che la linea del Consiglio federale ha il sostegno della popolazione. I sondaggi indicano che la popolazione è favorevole alle regole di distanziamento sociale e all'obbligo di indossare mascherine, anche se il numero di casi è in calo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Il prezzo del carburante è in calo. Ma per quanto ancora?
A incidere su altri possibili ribassi diversi fattori: oltre al costo del petrolio, anche i costi di navigazione sul Reno e il tasso di cambio del dollaro
Svizzera
4 ore
Il burro non basta mai: altre 1’000 tonnellate da importare
Quinto aumento nel giro di un anno della quantità extra necessaria per soddisfare la domanda interna
Svizzera
6 ore
‘Shock prevedibile, poteva essere evitato’
L’esperto di Comparis Felix Schneuwly sul pesante aumento dei premi di cassa malati per il 2023
Svizzera
23 ore
In autostrada al massimo a 100 all’ora
È la proposta lanciata dall’Associazione traffico e ambiente per diminuire i consumi energetici
Svizzera
23 ore
Il Parlamento converge... sul solare
Da sabato sarà obbligatorio installare pannelli fotovoltaici sui grandi edifici di nuova costruzione
Svizzera
23 ore
Aborto: 20 anni di regime dei termini
Due decenni fa veniva concessa, in tutti i cantoni, l’interruzione di gravidanza. Presente ai festeggiamenti anche Karin Keller-Sutter.
Svizzera
1 gior
Premi di cassa malati, in Ticino l’aumento sarà del 9,2%
A livello nazionale invece il rincaro sarà pari allo 6,6%.
Svizzera
1 gior
Per i piloti di Swiss mediazione ‘inutile’. Verso lo sciopero.
Nella discussione per il nuovo contratto collettivo di lavoro le maestranze chiedono un incontro con i vertici
Svizzera
1 gior
Vittime di violenza: necessari centri di prima assistenza
La necessità di garantire la documentazione e il rilevamento delle tracce da parte di un medico legale senza obbligo di sporgere denuncia
Svizzera
1 gior
Si prospettano lunghe attese per il pediatra
Due i fattori: la penuria di personale e la scelta dei genitori di recarsi direttamente al Pronto soccorso, senza consultare prima il medico di base
© Regiopress, All rights reserved