laRegione
01.03.21 - 08:56
Aggiornamento: 12:56

L'immagine del nostro Paese scalfita dalla pandemia

Ne è convinto il direttore di Presenza Svizzera Nicolas Bideau, secondo il quale durante la seconda ondata i giornali stranieri sono stati molto critici.

l-immagine-del-nostro-paese-scalfita-dalla-pandemia

L'immagine della Svizzera "perfetta e ben organizzata" è stata "scalfita" dalla pandemia di Covid-19, secondo Nicolas Bideau, direttore di Presenza Svizzera. Durante la seconda ondata i giornali stranieri sono stati particolarmente critici.

"Abbiamo avuto il nostro momento da primi della classe" dopo la reazione delle autorità alla prima ondata del coronavirus, "poi i voti dello studente modello sono precipitati di fronte alle cifre della pandemia", ha spiegato Bideau in un'intervista pubblicata oggi da Le Nouvelliste. Il direttore di Presenza Svizzera sottolinea che nessuno Stato ha trovato la soluzione ideale. "Come tutti gli altri paesi, abbiamo avuto le nostre imperfezioni, i nostri momenti di tensione".

A suo avviso, il periodo attuale è critico per l'immagine del paese. "Ciò che è decisivo è se lo superi o no. È a quel momento che la Svizzera si gioca la sua immagine". La Confederazione è comunque "ben equipaggiata" per affrontare la sfida, aggiunge.

Per quanto riguarda l'apertura di stazioni sciistiche, "siamo per lo più criticati dai paesi vicini che sono in concorrenza economica". Il diplomatico sottolinea che la Svizzera dipende in gran parte dalle sue esportazioni: "Il nostro turismo, i nostri formaggi, i nostri vini, i nostri orologi, i nostri medicinali fanno l'immagine della Svizzera" ed è su questi prodotti che bisogna concentrarsi una volta finita la crisi.

"Quello che abbiamo proposto al Consiglio federale è di intensificare le nostre attività in Europa, in particolare nelle nostre aree strategiche di esportazione: la Germania meridionale, la vicina Francia e l'Italia settentrionale", afferma. Un altro obiettivo è l'insediamento di aziende svizzere nelle metropoli per fare da vetrina ai prodotti e al know-how elvetici.

La comunicazione si concentrerà sull'innovazione e la sostenibilità. "Si tratta di una questione chiave e di una svolta da non perdere per il futuro, tanto per il turismo e l'economia quanto per la cultura".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
17 min
La casetta in campagna sì... ma vicino a una città
Metà degli intervistati da Comparis dichiara di voler vivere in campagna, mentre solo un quarto preferisce le città. I ticinesi i più restii a spostarsi
Svizzera
1 ora
Secondo tunnel del San Gottardo: potenziale presenza di amianto
Nel frattempo sono state prese misure per proteggere i lavoratori e la popolazione, ha indicato oggi l’Ufficio federale delle strade
Svizzera
2 ore
Svizzera romanda in ‘bianco’, ecco le prime nevicate in pianura
Secondo MeteoNews, fino a domenica sono previsti tra i 5 e i 15 centimetri di neve in pianura e tra i 10 e i 50 centimetri in montagna
Svizzera
17 ore
Regolazione del lupo, Regazzi: ‘Era ora’, Gysin: ‘Andati oltre’
La modifica della legge federale sulla caccia permetterà ‘abbattimenti preventivi’. A Palazzo federale un dibattito acceso e opinioni agli antipodi
Svizzera
18 ore
Baume-Schneider, Rösti: l’en plein delle Franches-Montagnes
La regione della consigliera federale eletta esce due volte vincitrice. La ‘Question jurassienne’? Il bernese dice che lui l’aveva già chiusa
Svizzera
20 ore
Ebs, tutte le chiavi di una sorprendente elezione
Simpatica, gradita ai contadini, funzionale agli svizzero-tedeschi con gli occhi puntati sul seggio di Alain Berset. L’analisi, col politologo Georg Lutz
Svizzera
1 gior
Governo: ‘Bel regalo’ o ‘brutta sorpresa’, stampa divisa
La nomina di chi ha preso il posto di Simonetta Sommaruga fa discutere: i pro e i contro del mondo del giornalismo
Svizzera
1 gior
Tra sorpresa e preoccupazione, le reazioni dei deputati ticinesi
Elezioni dei consiglieri federali, Storni (Ps): ‘Pensavo che la questione linguistica avrebbe prevalso’. Marchesi (Udc): ‘Vedrei bene Rösti all’Ambiente’.
Svizzera
1 gior
La centrale elettrica di riserva è una priorità
La Confederazione firma i contratti con i principali gruppi che la costituiranno. A disposizione 280 MW di potenza
Svizzera
1 gior
90 anni, i bastoni da trekking e un figlio consigliere federale
Hanni Rösti non si è voluta perdere l’elezione del figlio: ‘Sono sempre di buon umore, ma oggi un po’ di più’
© Regiopress, All rights reserved