laRegione
21.02.21 - 10:27
Aggiornamento: 17:53

Su bus e treni mascherina obbligatoria a chi non si vaccina

Secondo il presidente della Confederazione Guy Parmelin è necessario garantire la massima sicurezza e per questo chi non ricorre al farmaco deve indossarla

su-bus-e-treni-mascherina-obbligatoria-a-chi-non-si-vaccina

Nei trasporti pubblici potrebbe essere imposto l'obbligo delle mascherine per le persone non vaccinate. È quanto ha affermato il presidente della Confederazione Guy Parmelin in un'intervista rilasciata alla "NZZ am Sonntag". "Presumo che un test negativo potrebbe essere sufficiente per accedervi. Ma il test deve essere effettuato lo stesso giorno", ha aggiunto il consigliere federale. "Nello spazio pubblico, tuttavia, le misure devono in generale essere le più morbide possibili", ha sottolineato ancora Parmelin. Il capo del Dipartimento federale dell'economia (DEFR) attribuisce una grande importanza alla sicurezza. "Troverei comprensibile se un festival di musica esigesse una prova della vaccinazione". In linea di massima, gli organizzatori privati sono liberi in questo ambito e potrebbero quindi escludere le persone non vaccinate, qualora lo desiderino.

Il Consiglio federale deve pronunciarsi

Il Consiglio federale deve ancora discutere delle norme da applicare nei luoghi pubblici. Ma in Svizzera le regole in materia di igiene e di distanziamento sociale continueranno "ad essere applicate certamente per un certo periodo di tempo", ha sottolineato il presidente della Confederazione. Rimangono ancora una serie di domande senza risposta in merito alle vaccinazioni. "Sappiamo che il vaccino protegge contro l'infezione. Ma non sappiamo ancora, ad esempio, se le persone che sono state vaccinate possono trasmettere il virus".

Una frecciatina ai cantoni

Il politico vodese ha pure lanciato una frecciatina alle autorità cantonali riguardo ai test. "I cantoni devono muoversi ora. Chiedo loro di fare più test". Taluni cantoni hanno domandato l'apertura immediata dei ristoranti, ma nel contempo non effettuano abbastanza test: "così non va."

La Confederazione paga i test a tappeto: "si tratta di una questione di volontà e di personale disponibile", ha proseguito il consigliere federale. Tuttavia Berna non può obbligare, dal punto di vista giuridico, le autorità cantonali ad effettuare i test. Ma ciò sarebbe anche nell'interesse economico degli stessi cantoni, poiché i test consentono di individuare e di isolare rapidamente le persone asintomatiche contagiate. In tal modo si spezzerebbero le catene dei contagi.

Campagne per test mirati potrebbero, ad esempio, impedire che le scuole vengano chiuse per un lungo periodo, ha ancora rilevato il ministro. Inoltre, si potrebbero pure evitare assenze dal lavoro e quarantene nelle aziende.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
9 ore
Addio carta: il Canton Berna si dà al digitale
Dal primo marzo le autorità comunicheranno, salvo rare eccezioni, unicamente attraverso i mezzi elettronici
Svizzera
13 ore
Ringier istituisce gruppo di lavoro su missione giornalistica
Alla ‘task force’ il compito di sviluppare una dichiarazione che i caporedattori saranno chiamati a dover rispettare
Svizzera
14 ore
Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr
Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
16 ore
I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese
Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
16 ore
Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano
A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
18 ore
L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione
Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
1 gior
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
1 gior
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
1 gior
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
1 gior
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
© Regiopress, All rights reserved