laRegione
processo-a-pierre-maudet-parla-la-difesa
(Keystone)
18.02.21 - 15:15
Aggiornamento: 21:21

Processo a Pierre Maudet, parla la difesa

Il consigliere di Stato è accusato di accettazione di vantaggi circa un viaggio ad Abu Dhabi e il finanziamento di un sondaggio a lui favorevole

Il processo contro Pierre Maudet al Tribunale di polizia di Ginevra è proseguito oggi con le arringhe degli avvocati della difesa, che hanno chiesto l'assoluzione del loro assistito. Il consigliere di Stato è accusato di accettazione di vantaggi in relazione ad un viaggio ad Abu Dhabi e al finanziamento di un sondaggio che sarebbe andato a suo vantaggio.

La legale di Maudet Yaël Hayat ha affermato come il caso non sarebbe neppure stato aperto se il consigliere di Stato non avesse mentito, facendo riferimento alle dichiarazioni iniziali del politico alla stampa, in cui negava la dimensione ufficiale della trasferta. Tali menzogne però non risalgono alla data del viaggio ma al momento in cui i media hanno iniziato a interessarsene. Maudet, noto per la sua "rettitudine e integrità", ha poi scelto di proteggere la sua famiglia. Un errore che non fa altro che renderlo "più umano".

Il difensore Grégoire Mangeat dal canto suo ha dichiarato che Maudet era stato invitato al Gran Premio di Formula 1, un'importante vetrina per gli Emirati, come centinaia di altri vip e in ragione del suo status. Non vi è stato inoltre alcun legame, ha incalzato l'avvocato, tra il viaggio, del valore di 50'000 franchi, e una presunta cooperazione a livello di polizia: gli scambi sul tema per Maudet erano solo un pretesto per ripristinare la fiducia e far tornare gli emiri a Ginevra.

In sostanza, l'ex candidato al Consiglio federale ha sempre e solo cercato di difendere la sua città e il suo cantone, come d'altronde, ha messo in evidenza ancora il legale, ha fatto per 14 anni in diverse vesti. Pur se merita il proscioglimento, Maudet va comunque biasimato, "in quanto in gran parte responsabile della propria caduta".

L'accusa, che ieri ha chiesto per il politico 14 mesi di detenzione sospesi, mette anche in discussione i legami di amicizia tra Maudet e l'uomo d'affari Antoine Daher, accusato di aver concesso un vantaggio. Si tratta però di una "amicizia genuina", "senza intenti malevoli", hanno sottolineato gli avvocati del consigliere di Stato. Ora si attende la sentenza, che sarà pronunciata nel tardo pomeriggio di lunedì.

"Nessuna influenza su Maudet"

Il quarto giorno di processo era iniziato con gli interventi dei legali dell'imprenditore attivo nel settore immobiliare accusato di aver organizzato il viaggio ad Abu Dhabi - finanziato dal principe ereditario Bin Zayed Al Nahyan - svolto nel 2015 da Maudet e famiglia e di aver pagato il sondaggio sulle preoccupazioni dei ginevrini costato 34'000 franchi.

Per gli avvocati, l'imprenditore voleva semplicemente aiutare Ginevra cercando di ottenere un invito ufficiale per Pierre Maudet al Gran Premio di Formula 1. Ha contattato un suo zio ad Abu Dhabi, senza ottenere garanzie. "L'intervento dell'imprenditore era necessario ma non sufficiente per questo viaggio", hanno detto i legali.

Successivamente, inoltre, l'imprenditore non ha mai cercato di contattare o influenzare Maudet, ha sostenuto la difesa chiedendone l'assoluzione. Proscioglimento che ha invocato anche per quel che concerne il finanziamento del sondaggio: mirava unicamente a sostenere l'azione politica del consigliere di Stato, un sostegno paragonabile al finanziamento da parte del gruppo alberghiero Manotel di una serata di compleanno di Maudet nel 2018, ha sottolineato la difesa ricordando come questi ultimi fatti sono stati archiviati dalla procura.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ginevra pierre maudet
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Minacce a Dick Marty, ‘bruciato’ un informatore
Grave errore di procedura dell’Ufficio federale di polizia nella gestione della vicenda concernente l’ex magistrato e consigliere agli Stati
Svizzera
2 ore
Riforma Ocse: applicazione iniqua per il Ps
Necessario livellare la ripartizione fra Cantoni. Wermuth: ‘Deve adempiere il suo obiettivo iniziale: non incoraggiare la concorrenza’
Svizzera
3 ore
Abbattuto il lupo problematico del canton Glarona
L’animale si era reso protagonista degli attacchi a 13 pecore e 2 capre nella regione della Krauchtal, del Kerenzerberg e della Mürtschental
Svizzera
4 ore
Incidente ferroviario a Wanzwil, perturbazioni fino alle 10.30
A causa dei danni subiti nell’impatto con il capriolo, il convoglio è stato evacuato. Treni da e per Olten deviati via Burgdrof
Svizzera
4 ore
‘Segnale positivo in favore della piazza finanziaria’
In vista delle votazioni federali del 25 settembre, Ueli Maurer lancia la campagna e difende la riforma dell’imposta preventiva
Svizzera
5 ore
Treno urta un capriolo: grossi disagi sulla linea Berna-Olten
La collisione è avvenuta stamane alle 7.25 nei pressi di Wanzwil (Be). Danneggiato il sistema di aerazione
Svizzera
1 gior
Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus
Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
1 gior
Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari
Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
1 gior
Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe
In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
1 gior
Incidente mortale ieri sera a Schlatt
Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
© Regiopress, All rights reserved