laRegione
rossier-si-dimette-dal-dipartimento-affari-esteri
(Keystone)
17.02.21 - 20:34

Rossier si dimette dal Dipartimento affari esteri

L'ex segretario di Stato ha rifiutato le destinazioni proposte. Lascia dopo le forti critiche alla gestione del Dfae

L'ex segretario di Stato Yves Rossier ha rassegnato le sue dimissioni e lascia il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae). I servizi del consigliere federale Ignazio Cassis hanno confermato una notizia apparsa su varie testate del gruppo Tamedia.

Rossier lascia il Dfae di sua spontanea volontà. Il 60enne friburghese ha iniziato la sua carriera nell'amministrazione federale nel 1990, occupando in seguito diversi posti di responsabilità e rimanendo per diversi anni una figura di riferimento nella politica estera elvetica: dal 2012 al 2016 in qualità di segretario di Stato - ha avuto un ruolo chiave nei negoziati preliminari dell'accordo quadro istituzionale con l'Unione europea - e da dicembre 2016 come ambasciatore svizzero a Mosca. Il suo mandato in Russia è scaduto alla fine del 2020.

No comment

Il Dfae ringrazia Rossier per il suo impegno, senza tuttavia commentare i motivi che hanno portato alle sue dimissioni. Negli scorsi mesi Cassis, sui media, è stato criticato da più parti per la gestione del suo Dipartimento, in particolare per il malcontento creatosi nella rotazione di vari diplomatici. Lo stesso Rossier - secondo quanto riferito dal "Tages-Anzeiger" - avrebbe voluto andare a Londra oppure Ankara, ma il Dfae ha deciso altrimenti. Tra le proposte sul tavolo figuravano diverse alternative, ad esempio Riga e Ginevra, ma il diplomatico friburghese avrebbe rifiutato tutte le altre destinazioni.
 
 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dfae dimissioni yves rossier
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Ventenne al volante ubriaco e senza patente, era recidivo
La polizia friburghese ha sequestrato la macchina. Il giovane sarà denunciato al Ministero pubblico.
Svizzera
15 ore
Vaiolo delle scimmie: primo caso in Svizzera
Si tratta di una persona residente nel canton Berna che è stata esposta al virus all’estero
gallery
Svizzera
17 ore
Basilea, polizia disperde gli oppositori di un raduno Udc
Le forze dell’ordine hanno cercato di tenere lontani dallo stand del partito politico i dimostranti del gruppo ‘Basel Nazifrei’
Svizzera
19 ore
Bancomat fatto esplodere nel Giura bernese
I malviventi sono fuggiti in auto. L’ammontare della refurtiva non è ancora noto.
gallery
Svizzera
21 ore
Grigioni, camminata di protesta contro il World economic forum
Polizia e organizzatori si aspettavano maggiore affluenza. In programma altre manifestazioni in varie città svizzere
Svizzera
22 ore
Schianto contro il portale della galleria, muore automobilista
L’incidente è avvenuto a Küttigen, nel canton Argovia. Il veicolo ha preso fuoco subito dopo lo schianto.
gallery
Svizzera
22 ore
Scontri a Zurigo per una manifestazione contro il Wef
L’appello a scendere in piazza ieri per opporsi al World economic forum era stato lanciato su internet
commercio al dettaglio
1 gior
Princìpi e realtà, la Migros a un bivio
I 2,28 milioni di soci votano fino al 4 giugno sulla revoca del divieto di vendere alcolici. Analisi, contesto e reportage.
Svizzera
1 gior
‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’
È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
Svizzera
1 gior
Violenza domestica, si allontani l’autore dal tetto familiare
La Commissione affari giuridici al Nazionale ha approvato due mozioni che estende a livello nazionale il principio già in vigore in diversi cantoni
© Regiopress, All rights reserved