laRegione
16.02.21 - 17:39
Aggiornamento: 21:08

L'etichetta Nutri-Score diventa internazionale

La classificazione a semaforo per i cibi più o meno sani avrà una regia coordinata che comprende la Svizzera e altri sei Paesi europei

l-etichetta-nutri-score-diventa-internazionale
(Keystone)

L'introduzione dell'etichetta nutrizionale a "semaforo" Nutri-Score, che classifica gli alimenti con cinque colori e altrettante lettere a seconda del contenuto "buono" o "cattivo", sarà coordinata a livello internazionale.

A tale scopo, precisa una nota odierna dell'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (Usav), la Svizzera, assieme a Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi e Spagna, ha deciso di istituire un meccanismo di coordinamento transnazionale.

Salute dei consumatori

Il Nutri-Score - sostenuto dall'Usav dall'autunno 2019 - assegna un punteggio complessivo agli alimenti tenendo conto degli ingredienti "buoni" (fibre, frutta) o "cattivi" (grassi, zuccheri). La scala va da una A su sfondo verde scuro - la valutazione migliore - a una E su sfondo rosso, quella peggiore.

La collaborazione internazionale avverrà attraverso un comitato direttivo e un comitato scientifico con l'obiettivo di facilitare l'impiego volontario da parte delle industrie alimentari del sistema di caratterizzazione Nutri-Score.

I precursori

Il sistema Nutri-Score è oggetto di interesse anche da parte della politica: il 24 settembre scorso, il Consiglio nazionale ha adottato un postulato mediante il quale chiede al Consiglio federale di analizzare come migliorare l'uso del Nutri-Score e aumentare la percentuale minima di alimenti che deve recare questa etichetta. Ad ogni modo, l'industria alimentare elvetica non è rimasta a guardare: nel 2019, la multinazionale Nestlé ha introdotto Nutri-Score. L'azienda di Vevey aveva annunciato di voler utilizzare questa etichetta entro la fine del 2021 su tutti i prodotti in cui è applicabile. L'iniziativa di Nestlé si spiega anche per ragioni economiche: la concorrente Danone ha già introdotto Nutri-Score, etichetta lanciata in Francia nel 2017.

L'industria alimentare viene ripetutamente criticata per l'offerta di prodotti non sani. Nel giugno 2018, Nestlé aveva annunciato l'adesione a questa etichetta dopo aver dapprima sostenuto un sistema alternativo assieme ad altri giganti agroalimentari come Mondelez, PepsiCo, Coca-Cola Company, Mars e Unilever.

Un aiuto per chi acquista

Secondo l'Usav, Nutri-Score è uno strumento di riferimento che aiuta i consumatori a fare scelte sane durante la spesa, oltre a motivare l'industria alimentare a migliorare la qualità nutrizionale degli alimenti offerti. Dal momento che le informazioni sugli imballaggi degli alimenti sono sovente difficili da capire, Nutri-Score dovrebbe permettere di vedere immediatamente il valore nutritivo totale di un alimento. Ad oggi, secondo l'ufficio, 34 produttori e dettaglianti svizzeri si sono impegnati a introdurre Nutri-Score; 56 marche e oltre 1300 prodotti sono già o saranno presto caratterizzati con Nutri-Score.

Dopo la Francia nel 2017, il Belgio ha introdotto il sistema nel 2018, mentre lo stesso anno la Spagna annunciava la sua intenzione di lavorare con questo sistema. Nel 2019 è stata la volta della Germania, della Svizzera e dei Paesi Bassi. Nel 2020 si è aggiunto anche il Lussemburgo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 min
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
42 min
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
14 ore
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
14 ore
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
1 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
1 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
© Regiopress, All rights reserved