laRegione
11.02.21 - 12:33
Aggiornamento: 16:58

'Stop lockdown': già raccolte oltre 200'000 firme

La petizione, lanciata lo scorso 16 gennaio, è articolata in cinque richieste

Ats, a cura de laRegione
stop-lockdown-gia-raccolte-oltre-200-000-firme

Gli svizzeri non ne possono più delle continue restrizioni: la petizione online "Stop lockdown" che chiede la fine delle misure imposte dalle autorità per contenere la diffusione del coronavirus, in meno di un mese, ha già ottenuto oltre 200'000 firme. La raccolta è stata lanciata lo scorso 16 gennaio dalla piattaforma Schwiiz Brandaktuell, che riunisce giovani dei partiti borghesi. Inizialmente promossa in tedesco e francese, la petizione - https://lockdown-stop.ch/it/ - è ora disponibile anche in italiano. L'obiettivo dei promotori era di consegnare il testo una volta superate le 100'000 firme. Nel giro di un solo mese si è invece raggiunto l'equivalente del numero di sottoscrizioni necessario per due iniziative popolari. La petizione invita le autorità a "scongiurare i danni di un continuo lockdown", si legge sul sito web. In cinque punti, la piattaforma chiede: la revoca dell'ordine di chiusura per ristoranti, bar, strutture ricreative e sportive che hanno allestito adeguati piani di protezione, la riapertura di tutti i negozi "mantenendo le imperative misure igieniche", il congelamento delle scadenze per iniziative popolari e referendum, l'autorizzazione di eventi con piani di protezione sicuri e approvati e infine "la protezione dei gruppi a rischio, secondo le loro esigenze". Su quest'ultimo punto, i promotori citano ad esempio l'opportunità di vaccinazione per persone ad alto rischio, così come la possibilità di effettuare regolarmente test, in particolare per i visitatori delle case di cura. Il lockdown provoca gravi conseguenze. Secondo Schwiiz Brandaktuell, a causa delle misure restrittive e delle continue chiusure ordinate dal Consiglio federale, sono in aumento depressione, solitudine, tasso di suicidi e violenza domestica. Per quanto riguarda il mercato del lavoro, "decine di migliaia di posti di lavoro e di tirocinio sono già andati persi" e molte piccole e medie aziende (Pmi) rischiano il fallimento. A ciò si aggiungono interi settori economici - ad esempio quello alberghiero e della ristorazione, ma anche arte, cultura ed eventi - che si trovano con le spalle al muro. Per i promotori della petizione, "ogni ora, a causa del lockdown, il debito dello Stato cresce di 6 milioni di franchi".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 ore
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
12 ore
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
Svizzera
17 ore
Axpo e quell’aiuto non ancora utilizzato
Il gruppo ha ottenuto dalla Confederazione il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico
Svizzera
17 ore
L’alternativa è il pellet. Ma meglio fare scorta per tempo
SvizzeraEnergia vara la campagna ‘Zero spreco’: ecco qualche consiglio utile per evitare un inverno (giocoforza) freddo
Svizzera
1 gior
È allarme riscaldamento: ‘Fate il pieno del tank al più presto’
L’obiettivo? Contribuire al raggiungimento del risparmio volontario del 15% dei consumi di gas stabilito dal governo sull’esempio dell’Ue
Svizzera
1 gior
Luce verde all’export di munizioni in Qatar
Il Consiglio federale ha avallato la richiesta di esportazione di armamenti per il cannone di bordo del jet Eurofighter
Svizzera
1 gior
Crisi energetica, svizzeri ancora sordi agli inviti al risparmio
Malgrado le esortazioni a un uso più parsimonioso, il consumo di elettricità nel nostro Paese resta stabile
Svizzera
1 gior
Microplastiche nell’ambiente, bisogna fare di più
Il governo rinuncia a nuove misure, ma c’è un potenziale di miglioramento. Ogni anno in Svizzera sono circa 14’000 le tonnellate disperse
Svizzera
1 gior
Si schianta contro il guardrail sotto l’effetto dell’alcol
L’incidente, che ha avuto per protagonista un giovane, si è verificato poco prima di mezzanotte a Samedan
Svizzera
1 gior
Bilancia dei pagamenti, +11 miliardi nel secondo trimestre
Eccedenza di quasi 1 miliardo inferiore rispetto allo stesso periodo del 2021 per la Banca nazionale svizzera
© Regiopress, All rights reserved