laRegione
casse-malati-non-c-e-unanimita-su-come-ridurre-i-premi
(Ti-Press)
04.02.21 - 12:57
Aggiornamento: 17:31

Casse malati, non c'è unanimità su come ridurre i premi

In campo un'iniziativa del Partito socialista e un controprogetto del Consiglio federale ma entrambe le soluzioni hanno costi per Confederazione e Cantoni

I premi dell'assicurazione sanitaria pesano molto sui bilanci familiari in Svizzera. L'iniziativa del Partito socialista (PS) e il controprogetto del Consiglio federale mirano a rimediare a questa situazione. Tuttavia, i costi che queste soluzioni comporterebbero sia per la Confederazione che per i cantoni sono motivo di preoccupazione.

Nella sua iniziativa, il PS vuole che l'onere dei premi di assicurazione sanitaria non superi il 10% del reddito disponibile. Inoltre, gli assicurati beneficerebbero di una riduzione individuale dei premi, finanziata per due terzi dalla Confederazione e per un terzo dai cantoni. Se accettato, il costo aggiuntivo per la Confederazione ammonterebbe a 3,6 miliardi di franchi nel 2024.

Il Consiglio federale ha quindi presentato un controprogetto che è anch'esso controverso. Anche la controproposta indiretta mira ad alleggerire il peso sulle persone a basso e medio reddito, ma intende spostare l'onere sui cantoni. Negli ultimi anni, diversi cantoni hanno ridotto la loro partecipazione alla riduzione dei premi individuali. Tuttavia, il Consiglio federale ritiene che i costi della sanità dipendano fortemente dalle decisioni dei cantoni.

Cantoni insoddisfatti

Nella consultazione effettuata fino a giovedì, i cantoni, i principali interessati, sono stati molto critici giudicando sbilanciato il piano del governo. La Confederazione non si assume la sua parte di responsabilità per il controllo dei costi e la riduzione dei premi, scrive la Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS).

Gli oneri aggiuntivi sono sostenuti esclusivamente dai cantoni. I cantoni sono tenuti a pagare il 4% dei costi lordi dell'assicurazione sanitaria obbligatoria se il premio ammonta al massimo al 10% del reddito, il 5% per un onere dei premi tra il 10% e il 14% del bilancio e il 7,5% se il premio ammonta a più del 14% del reddito. La quota del governo federale rimane al 7,5%.

Inoltre, i cantoni sottolineano che i costi della salute non sono solo di loro competenza, ma sono anche il risultato della legislazione federale. Infine, i cantoni sono decisamente favorevoli al fatto che sia il Consiglio federale a dettare le regole per fissare le riduzioni dei premi, e rifiutano il controprogetto così com'è chiedendo di essere consultati su un nuovo progetto.

Partiti divisi

Per quanto riguarda i partiti, l'Udc ritiene che la Confederazione e i cantoni hanno già messo abbastanza denaro nel sistema e hanno a disposizione strumenti sufficienti per aiutare le famiglie a basso reddito nel campo dell'assicurazione sanitaria.

Il partito democentrista ritiene che il controprogetto rischia di penalizzare i cantoni con una popolazione a basso reddito, che se dovranno pagare di più per le riduzioni dei premi, avranno costi aggiuntivi, il che potrebbe ridurre il loro margine di manovra finanziario. L'Udc si oppone anche al potere decisionale che il Consiglio federale si sta arrogando. Il Parlamento deve avere voce in capitolo su una questione così delicata.

Sinistra a favore dell'iniziativa

Il PS e i Verdi stanno facendo campagna per l'iniziativa. Dal loro punto di vista, rende disponibile più soldi agli assicurati beneficiari di una riduzione dei premi. L'iniziativa prevede un importo annuo supplementare di 750 milioni rispetto ai 28 milioni del controprogetto.

Inoltre, il controprogetto non propone un'armonizzazione delle regole di concessione delle riduzioni dei premi, come fa l'iniziativa. Di conseguenza, i cantoni continueranno a poter definire da soli la cerchia dei beneficiari, per cui continueranno ad esistere disparità di trattamento da un cantone all'altro, scrive il PS.

Il PLR per il controprogetto

Il Partito liberale radicale (PLR) sostiene il controprogetto perché, legando i contributi dei cantoni all'evoluzione dei costi della salute, li obbliga ad assumersi le loro responsabilità. Questo fornisce un forte incentivo a ridurre le spese sanitarie il più possibile. I liberal-radicali, invece, rifiutano l'iniziativa, che è troppo costosa per la Confederazione.

Per quanto riguarda le assicurazioni, il controprogetto del Consiglio federale è preferito anche dall'associazione mantello Santésuisse. È meno costoso e permette di correggere il disimpegno dei cantoni dalla riduzione dei premi negli ultimi anni. Tuttavia, non risolverà il problema dell'aumento dei costi sanitari, secondo Santésuisse.

Nel 2019, 2,3 milioni di persone (più di un quarto di tutti gli assicurati) beneficeranno di riduzioni dei premi individuali. Questi ammontavano a 4'973 milioni di franchi, di cui 2'827 milioni pagati dalla Confederazione e 2'146 milioni dai Cantoni.

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casse malati consiglio federale partito socialista riduzioni premi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 ora
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
2 ore
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
3 ore
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
Svizzera
4 ore
Detenuto evade dal carcere bernese di Witzwil
L’uomo, un cittadino algerino di 41 anni, non è considerato pericoloso. Stava scontando la pena in regime aperto
Svizzera
5 ore
L’Altopiano svizzero si sta ‘toscanizzando’
Ciò è dovuto ai periodi sempre più lunghi di caldo e siccità. Lo segnala la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio
Svizzera
6 ore
Ginevra, trovato il corpo di un uomo nel lago
Stando ai primi accertamenti la causa della morte è l’annegamento
Svizzera
7 ore
‘Expat stanno scacciando il ceto medio-basso da Zurigo’
Lo afferma il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger dopo aver analizzato un rapporto dell’Ufficio comunale delle imposte
Svizzera
7 ore
Istruzione: ‘Mancano insegnanti qualificati’
Il mondo scolastico della Svizzera tedesca e francese è confrontato con la penuria di personale qualificato e l’integrazione degli allievi ucraini
Svizzera
7 ore
Corpo recuperato nelle acque dell’Aare
Si tratta di un 44enne georgiano. La pista privilegiata dagli inquirenti è quella dell’incidente
© Regiopress, All rights reserved