laRegione
26.01.21 - 16:14

Il telelavoro frena la mobilità degli svizzeri

Calo costante da ottobre, il 6 gennaio il numero di chilometri percorsi era inferiore del 36% alla media

il-telelavoro-frena-la-mobilita-degli-svizzeri
(Ti-Press)

Da ottobre, la mobilità degli svizzeri è in costante calo, essenzialmente per effetto del telelavoro. All'inizio di gennaio, i chilometri percorsi sono tornati al livello osservato durante il semiconfinamento della scorsa primavera.

Tra luglio e ottobre dello scorso anno, la mobilità è rimasta stabile ai livelli medi degli anni precedenti, indica oggi l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) nel suo monitoraggio in materia.

Dalla metà di ottobre, si è poi verificata un'inversione di tendenza, con una costante diminuzione dei viaggi. Il 6 gennaio, il numero di chilometri percorsi è stato inferiore del 36% rispetto alla media. Simultaneamente è cresciuta nella stessa misura, per effetto del lavoro a casa, la percentuale delle persone immobilizzate in un luogo determinato.

Limitatamente ai dati del traffico ferroviario, la tendenza è stata analoga, con il numero di passeggeri in calo da ottobre. Da novembre a metà dicembre, è rimasto stabile, per poi diminuire nuovamente dalla fine dell'anno. Rispetto a dodici mesi prima, dal 28 dicembre 2020 al 3 gennaio 2021 l'utenza del traffico a lunga distanza è diminuita del 50% e del 60% per il traffico regionale.

Dal canto suo, il numero medio di movimenti di aerei negli aeroporti di Zurigo e Ginevra attualmente rappresenta il 40% del dato di un anno prima.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
19 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
20 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
© Regiopress, All rights reserved