laRegione
22.01.21 - 08:30
Aggiornamento: 16:32

Sondaggi, sì all'iniziativa 'anti-burqa'. Soprattutto in Ticino

Votazioni del 7 marzo, la prima rilevazione di Tamedia vede invece un risultato aperto su identità elettronica e accordo di libero scambio con l'Indonesia

Ats, a cura de laRegione
sondaggi-si-all-iniziativa-anti-burqa-soprattutto-in-ticino
Keystone

Secondo il primo sondaggio pubblicato da Tamedia sulla consultazione del prossimo 7 marzo, l'iniziativa popolare "Sì al divieto di dissimulare il proprio viso" verrebbe accolta, mentre il risultato sembra aperto sulla cosiddetta identità elettronica e l'accordo di libero scambio con l'Indonesia.

In base al rilevamento di 20 Minuten/Tamedia - effettuato su 15'089 persone in tutta la Svizzera il 18 e 19 gennaio - l'iniziativa "anti-burqa" riscuote un 63% di favori e un 35% di bocciature. Solo il 2% è indeciso.

In Ticino favorevoli al 71%

Un'analisi per regione mostra un forte sostegno all'iniziativa in Ticino, dove il 71% degli intervistati è a favore, contro il 66% delle regioni francofone e il 60% della Svizzera tedesca.

Per i sostenitori, l'argomento più convincente è che il burqa è un'espressione dell'Islam radicale, che non ha posto nella cultura occidentale. Per gli oppositori, le donne che indossano il burqa sono casi isolati e lo Stato non dovrebbe interferire nei codici di abbigliamento privati.

I contrari si riscontrano fra gli elettori di sinistra, mentre quelli dell'Udc, del Centro (ex-Ppd) e del Partito liberale-radicale sono a favore, o piuttosto a favore.

A favore soprattutto elettori Udc e Plr

Gli elettori dell'Udc sono i più forti sostenitori del testo, con il 93% di "sì". Seguono quelli del Plr (72%) e del Centro (63%). I votanti del Partito socialista respingono il testo con il 64%, quelli dei Verdi con il 59%. Il campo del "no" raggiunge a malapena il 50% tra gli elettori Verdi-liberali.

Incertezza sull'identità elettronica

Il futuro della legge sull'identificazione elettronica sembra molto più incerto. Secondo questo primo sondaggio di Tamedia, il 45% degli intervistati è a favore della legge, il 47% è contro e l'8% dice di non aver ancora deciso.

I sostenitori della legge credono che l'E-ID permetta una procedura di identificazione sicura per tutti, facilitando l'identificazione su Internet. Gli oppositori sono del parere che la concessione di una carta d'identità digitale dovrebbe rimanere nelle mani dello Stato.

La legge è sostenuta dagli elettori del Centro, del Plr e dei Verdi-liberali. Coloro che hanno indicato di votare "no" sono in maggioranza nei ranghi di Udc, Ps a Verdi.

Indecisione anche sull'accordo con l'Indonesia

Gli Svizzeri sono molto indecisi anche sull'accordo di libero scambio con l'Indonesia. I favorevoli raggiungono il 41% degli intervistati a fronte del 39% dei contrari. Ma ben il 20% si è detto indeciso.

Secondo il sondaggio, ci sono chiare maggioranze tra gli elettori del Centro e del Plr, con più del 50% a favore dell'accordo, mentre nell'Udc il 45% è a favore e il 37% contro. Sul fronte politico opposto, il 53% degli elettori Verdi propende per il no. Nel Ps, la tendenza è anche verso il "no", con un 46%, ma il 31% si dice favorevole. In sostanza, molti elettori indecisi potrebbero ribaltare queste cifre entro il 7 marzo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
48 min
Se la coda in autostrada fa perdere tempo... e soldi
Ammontano a tre miliardi di franchi i costi causati dai ritardi dovuti al traffico; a dirlo l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale
Svizzera
17 ore
Traffico sulla A13 e la A28, niente ‘bacchetta magica’
Il problema del traffico turistico di aggiramento sulle due arterie grigionesi impone una strategia sovracantonale
Svizzera
18 ore
Tentata rapina a mano armata a Crans Montana
Preso di mira, poco prima delle 6, un negozio del centro. È caccia ai malviventi (due) in Vallese
Svizzera
19 ore
Cresce il numero di persone con livello d’istruzione terziario
Tra i 25-34enni nell’arco di vent’anni la quota è raddoppiata: nel 2021 uno su due aveva conseguito un diploma corrispondente
Svizzera
21 ore
All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata
In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
21 ore
Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco
Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
Svizzera
22 ore
Svizzera ‘razzista sistemica’, ma Berna respinge le accuse
Per l’ambasciatore elvetico alle Nazioni Unite le considerazioni del Gruppo sono in parte basate su ‘supposizioni’ e ‘malintesi’
Svizzera
1 gior
Malgrado le ombre, le prospettive per l’industria non peggiorano
Il comportamento del parametro rappresenta una sorpresa: gli analisti si aspettavano infatti una contrazione a valori compresi fra 54 e 55,6 punti
Svizzera
1 gior
Suicidi quasi dimezzati negli ultimi quarant’anni
La diminuzione è soprattutto evidente tra gli uomini. Il Ticino ha presentato i tassi di suicidio inferiori per tutto l’ultimo decennio
Svizzera
1 gior
Lieve ma significativo rallentamento dell’inflazione
Si tratta del primo calo dopo venti mesi consecutivi con numeri in crescita o stabili. In settembre il rincaro annuo si è attestato al 3,3%
© Regiopress, All rights reserved