laRegione
15.01.21 - 16:38

Caso Pilatus, il Taf bacchetta il dipartimento Cassis

‘Doveva consultare il Consiglio federale’. L’azienda può proseguire la sua attività nel Golfo persico, ha stabilito il Tribunale amministrativo federale

caso-pilatus-il-taf-bacchetta-il-dipartimento-cassis
Keystone

San Gallo – Il costruttore di aerei Pilatus può continuare per il momento le sue attività nel Golfo Persico. In una sentenza pubblicata oggi, il Tribunale amministrativo federale (Taf) annulla di fatto il divieto di operare in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti emesso dal Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae), dato che il Consiglio federale non è stato consultato.

Alla fine di giugno 2019 la Direzione politica del Dfae aveva vietato alla Pilatus Flugzeugwerke di Stans (Nw) di continuare a fornire supporto logistico all'esercito dell'Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti.

‘Contrario agli obiettivi di politica estera’

Sulla base della legge federale sulle prestazioni di sicurezza private fornite all'estero (Lpsp), il Dipartimento aveva rilevato che i dipendenti della società distaccati contribuivano al supporto tecnico, alla gestione dei pezzi di ricambio e alla risoluzione dei problemi relativi al velivolo PC-21 e ai simulatori. In considerazione del coinvolgimento di entrambi i Paesi nel conflitto nello Yemen, il Dfae aveva ritenuto che questo sostegno fosse contrario agli obiettivi di politica estera della Svizzera.

Nella sentenza odierna, il Taf accoglie un ricorso presentato da Pilatus e annulla di fatto la decisione del Dfae. I giudici di San Gallo sottolineano che il costruttore di aerei è uno dei maggiori datori di lavoro della Svizzera centrale. Grazie alle sue competenze, l'azienda fa parte Base tecnologica e industriale rilevante in materia di sicurezza (Stib).

Interessi superiori dello Stato

Nel prendere la sua decisione, il Dfae avrebbe dovuto tenere conto di considerazioni di interesse pubblico come il mantenimento del benessere e dell'indipendenza della Svizzera. Secondo la Lpsp, questi interessi superiori dello Stato consentono l'autorizzazione eccezionale di un'attività che normalmente dovrebbe essere vietata. Ciò a condizione che non vi sia una partecipazione diretta al conflitto o che il servizio non venga utilizzato per commettere gravi violazioni dei diritti umani.

In una simile situazione, la competenza per il rilascio dell'autorizzazione straordinaria spetta al Consiglio federale. Nel caso in esame, il Dfae ha ritenuto che non vi fosse alcun interesse superiore che potesse giustificare un'autorizzazione di questo tipo. E il divieto è stato pronunciato senza consultare il governo. Il Dipartimento "ha effettuato una valutazione di natura politica che non era di sua competenza", conclude il Taf.

Il tribunale rinvia quindi il caso al Dfae, senza pronunciarsi sul merito, affinché possa correggere la procedura. Contro la decisione può essere presentato ricorso al Tribunale federale.

(sentenza B-3427/2019 del 7 gennaio 2021)

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
‘Per favorire la sicurezza si tolgano le strisce pedonali’
Fa discutere l’indicazione dell’Upi, secondo cui in una strada del comune di Hünenberg (Zg) vanno tolte le strisce gialle: ‘Lì son troppo pericolose’
Svizzera
3 ore
Riforma Avs21: dal 2025 aumenterà l’età pensionabile delle donne
A partire dal 1° gennaio 2024 invece vi sarà l’aumento dell’Iva per finanziare la riforma
Svizzera
5 ore
Sergio Ermotti nel Cda di Innosuisse
L’ex Ceo di Ubs è stato nominato oggi dal Consiglio federale ed entrerà in carica dal primo gennaio
Svizzera
5 ore
Sorpasso a destra, non si rischia più la patente
Il ritiro resta possibile, ma non è più automatico: il Tribunale federale applica per la prima volta la nuova prassi
Svizzera
5 ore
‘L’iniziativa anti-vaccini va respinta’
A ribadirlo il governo. Se approvata, questa causerebbe un’incertezza del diritto in diversi settori. Inoltre a oggi non vi è un obbligo vaccinale
Svizzera
7 ore
La casetta in campagna sì... ma vicino a una città
Metà degli intervistati da Comparis dichiara di voler vivere in campagna, mentre solo un quarto preferisce le città. I ticinesi i più restii a spostarsi
Svizzera
8 ore
Secondo tunnel del San Gottardo: potenziale presenza di amianto
Nel frattempo sono state prese misure per proteggere i lavoratori e la popolazione, ha indicato oggi l’Ufficio federale delle strade
Svizzera
9 ore
Svizzera romanda in ‘bianco’, ecco le prime nevicate in pianura
Secondo MeteoNews, fino a domenica sono previsti tra i 5 e i 15 centimetri di neve in pianura e tra i 10 e i 50 centimetri in montagna
Svizzera
1 gior
Regolazione del lupo, Regazzi: ‘Era ora’, Gysin: ‘Andati oltre’
La modifica della legge federale sulla caccia permetterà ‘abbattimenti preventivi’. A Palazzo federale un dibattito acceso e opinioni agli antipodi
Svizzera
1 gior
Baume-Schneider, Rösti: l’en plein delle Franches-Montagnes
La regione della consigliera federale eletta esce due volte vincitrice. La ‘Question jurassienne’? Il bernese dice che lui l’aveva già chiusa
© Regiopress, All rights reserved