laRegione
petra-gossi-ambienti-economici-sostengono-la-legge-sul-co2
Ti-Press
Svizzera
04.01.21 - 08:540
Aggiornamento : 17:52

Petra Gössi: ambienti economici sostengono la legge sul Co2

La presidente del Plr svizzero afferma che molte aziende e federazioni fanno parte del comitato a favore del testo, contro cui è stato lanciato un referendum

Secondo la presidente del Plr svizzero Petra Gössi, la legge sul Co2 è sostenuta da ampie cerchie dell'economia. In un'intervista pubblicata oggi dal Blick, afferma che molte aziende e federazioni fanno parte del comitato a favore del testo, contro cui è stato lanciato il referendum.

Gössi menziona l'Associazione svizzera dei banchieri, l'Associazione svizzera d'assicurazioni, l'associazione nazionale che fa gli interessi dell'edilizia ConstructionSuisse nonché il Touring club svizzero.

Il referendum è stato lanciato da un'alleanza composta dell'industria petrolifera, associazioni di trasportatori stradali e spazzacamini. Alla fine di ottobre i delegati del PLR avevano sostenuto il testo.

Per Gössi, è legittimo che la lobby del petrolio difenda i propri interessi ed è comprensibile che le organizzazioni stradali sostengano la loro strategia. Il PLR deve però tener conto dell'interesse generale della popolazione, spiega.

L'esempio del catalizzatore

La consigliera nazionale di Svitto ricorda che l'industria automobilistica si era già opposta quando è stato introdotto il catalizzatore, prevedendo la scomparsa del settore. Ma, aggiunge, è successo il contrario: il catalizzatore è diventato un motore di innovazione. Gössi si aspetta lo stesso fenomeno con la nuova legge sul CO2. Vi saranno investimenti massicci nella ricerca, nell'innovazione e nello sviluppo, facendo della piazza svizzera un riferimento in ambito climatico, prevede l'avvocata 44enne.

La legge premia il comportamento rispettoso dell'ambiente attraverso tasse incentivanti, sottolinea la presidente dei liberali radicali, respingendo le critiche sull'aumento dei costi - un massimo di dodici centesimi in più per litro di benzina, una tassa più alta sul gasolio da riscaldamento e una tassa sui biglietti aerei.

La maggior parte del denaro sarà restituita alla gente, osserva. Per la benzina e il diesel, il parlamento ha introdotto un tetto massimo all'aumento, attualmente di cinque centesimi. Gli importatori possono aumentarlo non oltre i dodici centesimi.

Marco Chiesa (Udc): la legge pesa sui lavoratori

La nuova legge non piace invece per nulla al presidente dell'Udc Marco Chiesa. Per il consigliere agli Stati ticinese, che si esprime in un'intervista pubblicata oggi dalla Neue Zürcher Zeitung, la norma è troppo interventista, in realtà troppo poco efficace per il clima, e riduce il reddito della popolazione attiva.

"Dobbiamo invece puntare sul progresso tecnologico e creare incentivi adeguati". Il mondo non può essere salvato da una politica della sinistra ecologista, afferma.
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
32 min
Fuori uso alcuni tabelloni orari delle Ffs
Il problema riguarda sia i tabelloni centrali che gli schermi presenti lungo i binari e ha colpito quelli di vecchia generazione
Svizzera
18 ore
Situazione pandemica sfavorevole, torna l’aumento dei casi
Secondo gli esperti c’è il rischio di un prossimo sovraccarico delle strutture ospedaliere. Tasso di riproduzione sotto l’1 solo in due cantoni
Svizzera
18 ore
Posta, il Ceo Roberto Cirillo difende le acquisizioni
Il Ceo del Gigante giallo sostiene che servano introiti supplementari e respinge le accuse di distorsione della concorrenza
Svizzera
19 ore
In Svizzera 1’491 nuovi contagi e 9 decessi
Il tasso di positività sale al 6,73%, mentre continua a crescere l’incidenza
Svizzera
19 ore
Via libera a terza dose per persone immunodepresse o a rischio
Dopo l’autorizzazione di Swissmedic, l’Ufsp e la Commissione federale per le vaccinazioni raccomandano la terza dose per gli over 65
Svizzera
22 ore
Casse malati, presentato il sistema a forfait ambulatoriali
Il sistema tariffario per mezzo di forfait per le prestazioni ospedaliere ambulatoriali sarà sottoposto al Consiglio federale
Svizzera
23 ore
La pandemia non ha fatto esplodere l’aiuto sociale
Le richieste sono aumentate solo dello 0,5%. A frenarle soprattutto gli aiuti stanziati da Confederazione, cantoni e comuni. Messe in luce alcune mancanze
Svizzera
23 ore
A un anno dalla pandemia dimezzato l’uso dei mezzi pubblici
Secondo i dati del microcensimento mobilità e trasporti, a inizio 2021 è stato percorso il 31% di km in meno rispetto all’anno precedente
Svizzera
23 ore
Con la pandemia meno infortuni sul lavoro e nel tempo libero
Il numero complessivo di incidenti è calato del 7,6%. Il calo maggiore riguarda quelli nel tempo libero
Svizzera
1 gior
Swissmedic sta analizzando la pillola anti Covid
Anche in Svizzera è stata depositata una domanda di omologazione del farmaco antivirale Molnupiravir
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile