laRegione
17.12.20 - 10:25
Aggiornamento: 14:48

Primi vaccini ad anziani e persone a rischio

Seguiranno i professionisti della salute. Questa la strategia elaborata dall'Ufsp e dalla Commissione federale per le vaccinazioni

Ats, a cura de laRegione
primi-vaccini-ad-anziani-e-persone-a-rischio
(Keystone)

Gli anziani e le persone con una patologia preesistente saranno i primi ad essere vaccinati contro il Covid-19. Subito dopo toccherà ai professionisti della salute e a chi convive con persone particolarmente a rischio. È quanto prevede la strategia di vaccinazione elaborata dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e dalla Commissione federale per le vaccinazioni (CFV).

L'obiettivo è ridurre il numero di decorsi gravi e di decessi in modo da alleviare il sovraccarico degli ospedali e delle case di cura e garantire il funzionamento del sistema sanitario, spiega un comunicato odierno.

In ordine decrescente la priorità sarà data alle persone particolarmente a rischio, escluse le donne incinte, al personale a contatto con pazienti o persone a rischio e ai famigliari di queste ultime. Seguono poi i residenti di strutture con un elevato rischio di infezione e il personale. Infine tutti gli altri adulti che desiderano vaccinarsi. Dalla strategia al momento sono esclusi i bambini e gli adolescenti poiché mancano ancora dati per questi gruppi d'età, precisa il comunicato.

Non appena saranno disponibili tutti i dati sull'efficacia e sulla sicurezza del vaccino, la CFV formulerà raccomandazioni per ogni gruppo target. A dipendenza del numero di dosi disponibili nella prima fase, sarà stabilito un ordine di priorità.

La vaccinazione sarà gratuita per la popolazione; i costi saranno assunti da Confederazione, Cantoni e dall'assicurazione malattia obbligatoria. Ogni persona potrà decidere se vaccinarsi o meno, senza nessuna costrizione. Per convincere la popolazione, la Confederazione preferisce puntare su un'informazione trasparente e comprensibile e avvierà una campagna a questo scopo, spiega la nota.

Le prime vaccinazioni dovrebbero essere somministrate a gennaio, a condizione è che Swissmedic rilasci l'omologazione. L'organizzazione è di competenza dei cantoni che si stanno preparando in stretta collaborazione con l'UFSP, la Farmacia dell'esercito e altri attori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
partito socialista
2 ore
Paul Rechsteiner lascia il Parlamento dopo 36 anni
Gli inizi a San Gallo e l’elezione a Berna, prima al Consiglio nazionale, dal 1986 al 2011, e poi al Consiglio degli Stati
udc
2 ore
Salzmann primo a candidarsi per il dopo-Maurer
Il senatore bernese si gioca le sue carte per diventare consigliere federale in mezzo a un mare di rinunce
rapporti svizzera-ue
3 ore
‘Nessuna differenza insormontabile tra Berna e Bruxelles’
La dichiarazione congiunta dopo l’incontro a Rapperswil-Jona con i delegati della Confederazione e dell’Unione europea
Svizzera/Sahara occidentale
5 ore
La Svizzera nega il visto ai rappresentanti saharawi
I cinque componenti della società civile saharawi avrebbero dovuto testimoniare durante il 51° Consiglio dei diritti umani a Ginevra
Svizzera
6 ore
Läderach mastica amaro: sul deep web i dati rubati dagli hacker
L’azienda era stata vittima di un attacco informatico un mese fa. Afferma di non aver pagato alcun riscatto ai criminali informatici
Svizzera
9 ore
Disoccupazione? Per la Seco livelli mai così bassi
Situazione giudicata buona ma con dei lati negativi: manca infatti la manodopera qualificata e le aziende faticano a trovare personale adeguato
Svizzera
13 ore
Disoccupazione Seco stabile al 2,4% in Ticino
Il tasso di iscritti negli Uffici regionali di collocamento a livello nazionale è sceso sotto il 2% per la prima volta dal 2001
energia
23 ore
Gas: anche la Svizzera vuole impianti di stoccaggio
La richiesta è dell’Associazione svizzera dell’industria del gas (Asig). Il tema verrà trattato dal Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Migros: in arrivo ‘Teo’, il negozio senza personale
Vi si potrà accedere mediante carta di credito oppure un codice QR Cumulus. La casse automatiche accetteranno anche il pagamento con twint
Svizzera
1 gior
Impressum chiede aumenti salariali nei media
Sollecitato l’adeguamento delle retribuzioni in funzione dell’inflazione. ‘Non concederlo equivarrebbe a una riduzione dello stipendio’
© Regiopress, All rights reserved