laRegione
14.12.20 - 12:31
Aggiornamento: 17:12

Coronavirus, Berset: '15 milioni di dosi di vaccino assicurate'

'I cantoni siano pronti a distribuire i medicinali'. Intanto la situazione rimane preoccupante. I cantoni: 'Favorevoli a nuove misure'

coronavirus-berset-15-milioni-di-dosi-di-vaccino-assicurate
Alain Berset (Keystone)

«Abbiamo 15 milioni di dosi riservate dei vari vaccini, sufficienti per poco più di 7 milioni di persone». A confermarlo è il consigliere federale Alain Berset a margine dell'incontro odierno con i rappresentanti della Conferenza dei direttori cantonali della sanità (Cds). Potrebbero essere distribuiti già a inizio gennaio, previa autorizzazione di Swissmedic. Intanto la situazione in Svizzera rimane critica e le Feste che si avvicinano preoccupano non poco, tanto che anche la Cds – a margine dello scambio di idee "aperto, ma anche critico" – si è detta d'accordo con l'eventuale adozione di ulteriori misure da parte della Confederazione. «Vediamo che le cifre aumentano o rimangono stabili anche là dove erano calate», ha fatto notare Berset, aggiungendo che il tasso di riproduzione a livello nazionale è attualmente sopra l'1, indice che il virus sta aumentando la sua diffusione, pur con importanti differenze tra i regioni. 

«Abbiamo bisogno di un tasso di diffusione del virus per permettere un tracciamento efficace», ha chiosato Berset. Ecco perché il Consiglio federale sta lavorando su possibile «regole generali per il periodo di festa, dove i contatti privati aumentano in maniera importante. Sono possibili più scenari e cercheremo di avere dei criteri più precisi possibili». Tra questi è stato citato il tasso di riproduzione, ma anche i posti in terapia intensiva. Il governo federale ne discuterà venerdì. «Non siamo noi a dettare il ritmo, ma la diffusione del virus.»

I cantoni devono essere pronti a distribuire il vaccino

Intanto, ha rilevato il consigliere federale, Swissmedic procede con l'analisi dei vaccini in vista di un'autorizzazione di utilizzo in Svizzera. «La Confederazione ha scelto i vaccini, li ha acquistati e li distribuirà ai cantoni. Saranno poi questi ad essere responsabili di distribuirli sul proprio territorio. Dovranno quindi farsi trovare pronti non appena Swissmedic autorizzerà questi medicinali. Indicativamente dovranno essere pronti a inizio anno».

I cantoni a favore di nuove misure

I direttori della sanità pubblica «sostengono le misure prese settimana scorsa dalla Confederazione – ha commentato Lukas Engelberger, presidente della Cds –. Vogliamo meno morti possibile da questa pandemia, e non parlo solo di chi muore per Covid-19. Vogliamo uscire con una società intatta».

Stando al presidente della Cds «le cifre delle ospedalizzazioni devono diminuire e vogliamo essere pronti dai primi giorni del 2021 a distribuire i vaccini. È una sfida logistica enorme, che dobbiamo affrontare».

Per quanto riguarda le misure che potrebbe prendere Berna in vista delle feste, «non si è mai discusso di lockdown», ha aggiunto Engelberger. «C'era però un consenso verso nuove misure» e questo pure comprendendo le voci molto critiche. Che, tuttavia, non sono state precisate.

Durante questa seconda ondata «abbiamo cercato una via che non prevedesse chiusure generalizzate – ha ricordato dal canto suo Berset –, ma ciò funziona solo se tutti fanno la loro parte». Altrimenti, ha specificato il consigliere federale, si tornerà prendere misure molto più incisive. La discussione in Consiglio federale è prevista venerdì.

Leggi anche:

Oltre 10'000 nuovi casi nel weekend in Svizzera, 193 morti

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Per la Rega nel 2022 un numero di pazienti soccorsi da record
Le oltre 14’000 persone aiutate lo scorso anno sono la cifra più alta nei 70 anni di storia della Guardia aerea svizzera di soccorso
Svizzera
17 ore
Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale
Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
22 ore
USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro
I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
22 ore
Ginevra, Uber può continuare a operare
L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
23 ore
Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3
Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
23 ore
Penuria di farmaci, al lavoro una task force
Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
1 gior
Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento
Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
1 gior
1° febbraio: è il giorno della prova sirene
Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
1 gior
Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’
L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
1 gior
Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto
Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
© Regiopress, All rights reserved