laRegione
07.12.20 - 15:02

Vaccini anti-Covid, la Svizzera firma anche con Pfizer

Si tratta del terzo contratto dopo quelli con Moderna e AstraZeneca. Servirà autorizzazione da Swissmedic e raccomandazione dell'Ufficio sanità pubblica

vaccini-anti-covid-la-svizzera-firma-anche-con-pfizer
(Keystone)

La Svizzera riceverà tre milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus firmato Pfizer/BioNTech. Si tratta del terzo contratto stipulato dalla Confederazione con un fabbricante, che va ad aggiungersi alle intese già siglate con Moderna e AstraZeneca.

L'azienda tedesca specializzata in biotecnologia BioNTech sviluppa e produce il vaccino insieme al gruppo farmaceutico americano Pfizer, ricorda in una nota odierna l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Presumibilmente ne saranno necessarie due dosi, che permetteranno di vaccinare 1,5 milioni di persone in Svizzera.

BioNTech si avvale di una nuova tecnologia, basata sull'mRNA, un tipo di molecola con funzione di messaggero che trasmette alle cellule dell'organismo le istruzioni necessarie per produrre la proteina del virus. La proteina è riconosciuta come antigene dal sistema immunitario, che sviluppa quindi anticorpi specifici: questa risposta prepara alla lotta contro il SARS-CoV-2.

La Confederazione ribadisce come la qualità, la sicurezza e l'efficacia dei vaccini siano fondamentali. Prima dell'impiego, essi devono venire omologati da Swissmedic e raccomandati dall'UFSP.

Obiettivo della strategia in merito è primariamente evitare decorsi gravi della malattia nelle persone a rischio e garantire che il sistema sanitario svizzero continui a funzionare. L'UFSP pubblicherà le raccomandazioni di vaccinazione concrete non appena saranno state elaborate e trasmesse alla sua attenzione dalla Commissione federale per le vaccinazioni (CFV).

Finora Berna ha firmato contratti con tre fabbricanti, i cui prodotti sono molto avanzati nello sviluppo clinico e per i quali è in corso la procedura di omologazione presso Swissmedic. Secondo gli accordi, Moderna distribuirà circa 4,5 milioni di dosi e AstraZeneca 5,3 milioni. Inoltre, la Svizzera è membro dell'iniziativa COVAX, affinché fino al 20% della popolazione possa aver accesso ai vaccini.

La Confederazione continua intanto a condurre colloqui con altri produttori. Poiché attualmente non è ancora chiaro quale tipo di vaccino si affermerà, il piano consiste nell'ottenerne diversi con tecnologie differenti (mRNA, a base proteica, vettoriali).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
8 ore
Il centro di cybersicurezza diventa un ufficio federale del Ddps
Lo ha deciso oggi il Consiglio federale incaricando il Dipartimento di predisporre le strutture del nuovo ufficio entro fine marzo 2023
Svizzera
9 ore
Gestione sostenibile delle imprese, stabilite le prossime tappe
Nel rapporto approvato oggi il Consiglio federale ha ribadito la grande importanza attribuita al rispetto dei diritti umani e alla protezione ambientale
Svizzera
10 ore
Spazio economico europeo, tre svizzeri su quattro favorevoli
Secondo lo studio condotto da gfs.bern, la maggioranza vede di buon occhio il mercato europeo e una partecipazione ai programmi europei di cooperazione
Svizzera
11 ore
Urs Loher al vertice di armasuisse da agosto
Colonnello dell’esercito, 56enne, rimpiazzerà come capo dell’Ufficio federale dell’armamento Martin Sonderegger che andrà in pensione
Svizzera
13 ore
L’imposizione individuale è stata messa in consultazione
Il Consiglio federale ha avviato oggi la procedura: in futuro, anche i coniugi dovranno compilare separatamente la dichiarazione delle imposte
Svizzera
14 ore
Il Black Friday ha mosso 7,1 milioni di pacchi in Svizzera
Non è stato comunque raggiunto il record del 2021 di oltre 7,4 milioni di invii
Svizzera
16 ore
Un seggio in governo spinge più persone alle urne? Non in Ticino
Uno studio smentisce la relazione fra rappresentanza in Consiglio federale di un cantone e aumento di interesse per la politica fra la popolazione
Svizzera
18 ore
‘Qui a Palazzo le persone mi conoscono, ed è questo che conta’
È stato definito ‘principe del lobbismo’, ‘petro-lobbista’, ‘cacciatore di mandati’. Albert Rösti spiega perché non fa nulla di strano, o di male
Svizzera
1 gior
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
1 gior
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
© Regiopress, All rights reserved