laRegione
27.11.20 - 15:29
Aggiornamento: 15:45

Covid, il Ticino è diventato il secondo 'hotspot' in Svizzera

Con 889 nuovi contagi ogni 100mila abitanti negli scorsi 14 giorni, il Cantone è secondo solo a Vaud. Buone notizie dal tasso di positività dei test

covid-il-ticino-e-diventato-il-secondo-hotspot-in-svizzera
L'esecuzione di un tampone (Foto Ti-Press)

La buona notizia è che in Svizzera la media di casi ogni 100mila abitanti su 14 giorni sta diminuendo, pur rimanendo elevata rispetto ai paesi vicini. Quella un po' meno buona è che il Ticino, da una situazione iniziale molto al di sotto della media nazionale, si trova ora al secondo posto della scomoda graduatoria, con 889 casi per 100mila abitanti negli ultimi 14 giorni dietro Vaud, che ne conta 896. Meglio di noi - anche se non di molto – fanno i principali 'protagonisti' della seconda ondata: Ginevra è a 858 contagi, Neuchâtel a 881, Friborgo a 820 e il Vallese a 749. La media elvetica è di 670 casi per 100mila abitanti su 14 giorni. I cantoni messi meglio sono quelli della Svizzera centrale (attorno ai 400 casi per 100mila abitanti), con l'unica eccezione di Svitto, travolto a ottobre da una vera e propria ondata di contagi e che attualmente fa registrare 681 casi per 100mila abitanti. Nella Svizzera tedesca il principale 'hotspot' è San Gallo (759) mentre il cantone con più casi in assoluto negli ultimi 14 giorni è Zurigo (9'097). Il Ticino, con 22 decessi ogni 100mila abitanti negli ultimi 14 giorni, è attualmente terzo per mortalità in Svizzera, dietro a Appenzello Interno (31) e Nidvaldo (23). Quarto Ginevra (21).

I dati, raccolti e presentati dal sito dell'Ufficio federale della sanità pubblica  (Ufsp), sono stati presentati oggi a Berna durante l'incontro con la stampa. «È la regione lemanica ad avere la più alta incidenza, ma anche il Ticino», ha fatto notare Virginie Masserey, aggiungendo che «la diminuzione di contagi è comunque stata più forte là dove c'era la più grande incidenza», ovvero soprattutto in Svizzera romanda. La situazione è invece considerata più stabile («in alcuni casi addirittura in leggero peggioramento») nel resto del Paese.

Tra i cantoni stabili c'è proprio il Ticino, dove — secondo il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani – i contagi sono in leggera diminuzione, ma le ospedalizzazioni e i ricoveri in cure intense continuano a rimanere su livelli di guardia. Decisamente meglio va per quanto riguarda il tasso di positività dei tamponi, nettamente diminuito.

 

 

Leggi anche:

A Svitto l'ospedale è al collasso a causa del coronavirus

Coronavirus, 'Situazione in Ticino stabile'. Ma i ricoveri...

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 ore
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
14 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
15 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
© Regiopress, All rights reserved